BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Regione premia Salvatore Furia e Marino Bergamaschi

Il 6 aprile verranno consegnati i riconoscimenti "Rosa Camuna" e "Lombardia per il Lavoro". Alla memoria quello per il professore e per l'ex direttore dell'Associazione Artigiani. Varesine anche Maria Cristina Bombelli e Luisa Oneto

Più informazioni su

Un premio per riconoscere il lavoro e l’impegno di Marino Bergamaschi, Salvatore Furia e due "rose camune" per Maria Cristina Bombelli e Luisa Oneto. Li consegnerà il prossimo mercoledì 6 aprile il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni consegnerà i tradizionali premi “Rosa Camuna” e “Lombardia per il Lavoro”, istituiti rispettivamente nel 1997 e nel 1996, per riconoscere l’impegno e l’operosità di uomini e donne lombardi che hanno contribuito in modo significativo allo sviluppo economico e sociale della regione o che si sono distinti nel campo della cultura, dell’impegno civile e sociale e della creatività. Tra i premiati quest’anno anche l’ex direttore dell’Associazione Artigiani della Provincia di Varese/Confartigianato, deceduto lo scorso 10 marzo 2010 e il padre e anima del Centro Geofisico Prealpino, scomparso nell’agosto 2010.
 
«Questi premi – spiega Formigoni – sono una tradizione che si rinnova. Il riconoscimento dedicato al lavoro rappresenta in questo momento non facile per l’economia una celebrazione per tutti i Lombardi che hanno avuto la capacità di superare le difficoltà e sapranno ancora darsi da fare, con la creatività e l’operosità che li contraddistingue e grazie anche al sostegno, che non è mai mancato, della Regione. Il premio Rosa Camuna – aggiunge Formigoni – è un insieme di storie straordinarie di donne che si sono dedicate al lavoro, alla famiglia, all’assistenza e a cause nobili. Le donne che premiamo quest’anno, così come negli anni passati, sono il simbolo di tantissime altre donne che hanno preso sul serio la vita».
 
Di seguito l’elenco di tutti i premi e le motivazioni
 
PREMIO ALLA MEMORIA MARINO BERGAMASCHI – Nato a Soragna (Pr) nel 1947 e deceduto a Milano il 9 marzo 2010. Straordinario esempio di laboriosità e sensibilità verso le esigenze delle imprese e dei lavoratori, temi per lui prioritari insieme alla centralità dell’impresa come realtà in grado di unire le persone al territorio. Segretario Generale della CISL del Ticino Olona, vice segretario di Confartigianato Lombardia, direttore dell’Associazione dell’Altomilanese di Varese, amministratore di Federfidi Lombardia, consigliere della Camera di Commercio, ha anche segnato la nascita dell’Università dell’Insubria. Ha collaborato alla stesura della Carta dei Valori del Territorio del Nord Ovest e alla piattaforma territoriale della Fiera di Rho Pero.
 
SALVATORE FURIA (Premio Lombardia per il lavoro – Premi speciali del presidente alla memoria) – Nato a Catania nel 1924 e deceduto a Varese il 12 agosto 2010, è stato artefice della nascita del Centro Geofisico Prealpino e della Cittadella delle Scienze al Campo dei Fiori, ove ha sede la Società Astronomica Schiapparelli da lui fondata nel 1956. Direttore del Centro, trasmetteva ogni mattina nel corso del GR regionale, il mitico "Gazzettino Padano". Notevole il suo impegno civile, soprattutto nella conservazione del Parco regionale Sacro Monte di Varese, a rischio negli anni ’60 a causa della speculazione industriale. Primo Presidente del WWF Lombardia e fra i primi ad aderire alle "Guardie Ecologiche Volontarie" del Parco, ha collaborato con Regione Lombardia alla stesura della legge, tuttora in vigore, che regolamenta il volontariato ambientale nel Sistema dei Parchi regionali lombardi. Formigoni aveva "promesso" il premio pochi giorni dopo la scomparsa dello studioso.
 
PREMI ROSA CAMUNA
 
BERGAMO
 
Anna Loredana Cassina – Nata a Serina (Bg), presidente di Fustiplast, azienda di famiglia, presso la quale lavora dal 1973. Per le sue capacità imprenditoriali il Gruppo Cassina rappresenta a livello internazionale l’immagine industriale innovativa dell’Italia. Notevole la sua partecipazione istituzionale; è fra le donne protagoniste del panorama bergamasco; ben sa conciliare l’attività professionale con la sua vita di donna, di madre e di persona altamente impegnata nel sociale.
 
Silvana Fedeli – Nata a Treviglio (Bg). Ha fatto parte del Comitato di Gestione dell’Asilo Carcano di Treviglio e nel 1993 è entrata nel Consiglio di amministrazione del Consorzio Intercomunale per il Gerontocomio dei Comuni di Treviglio, Caravaggio e Fara Gera d’Adda Onlus (RSA con 163 posti letto), di cui è diventata presidente. Sono encomiabili la grande umanità che ha sempre mostrato verso gli ospiti della RSA e il suo impegno continuo per far conoscere la RSA non come "ultimo approdo" per la persona, ma come luogo di sostegno concreto alla famiglia, e ben ha dimostrato come si possa conciliare l’impegno sociale con il ruolo di moglie, madre e "donna in carriera".
 
LODI
 
Marialuisa Pisati – Nata a Lodi. Essendo ceramista figlia d’arte, da parte di padre e di madre, ha sempre vissuto la passione artistica e da oltre vent’anni si occupa della decorazione nella ditta Ceramica Artistica Lodigiana ‘Vecchia Lodi’, di cui è socia. Ha ideato il progetto ‘Ceramisti si cresce’, rivolto alle scuole primarie della provincia di Lodi, per sensibilizzare, avvicinare ed educare al mondo dell’artigianato artistico-manifatturiero le future generazioni e per tutelare e rilanciare il patrimonio artistico lodigiano-lombardo.
 
MILANO
 
Daniela Bellomo – Nata a Kainji in Nigeria, è direttrice generale di TTFactor S.r.l., società di trasferimento tecnologico di IFOM (Istituto FIRC per l’Oncologia Molecolare) e di IEO. Prima ricercatrice nel campo della biologia cardiovascolare in Gran Bretagna e in Australia, dal 2001 si occupa di trasferimento tecnologico ad IMBCom, la società di tech transfer dell’Istitute of Molecular Biosciences dell’Università del Queensland, e, più di recente, all’Istituto Scientifico San Raffaele. Docente dell’Università Vita e Salute San Raffaele e presso altre università.
 
PAVIA
 
Paola Bernardi – Nata a Pavia, è rettrice dal 1978 del Collegio Nuovo – Fondazione Sandra ed Enea Mattei di Pavia, collegio universitario riconosciuto dal Ministero dell’Università. Nel 2004-2005 è stata nominata presidente della Conferenza dei Collegi Universitari italiani. Dal 1997 è membro del Consiglio Direttivo dell’Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia e dal 2006 al 2010 componente del Consiglio Scientifico dell’Osservatorio di Regione Lombardia per il diritto allo studio. Fa parte dell’Executive Committee della rete internazionale di college femminili WEW – Women’s Education Worldwide. Promotrice di iniziative volte alla formazione femminile d’eccellenza e alla valorizzazione della professionalità.
 
VARESE
 
– Nata a Venegono (VA), esperta di organizzazione aziendale. Da anni si dedica alla ricerca e alla formazione delle nuove generazioni alle tematiche ‘Management Plurale’ e alla gestione delle differenze di genere. Docente all’Università Bocconi e dal 2004 all’Università Bicocca. Presidente della Fondazione ‘La Pelucca’ onlus, dove sta progettando di realizzare un centro studi sulle problematiche legate all’allungamento della vita media. E’ membro dell’Advisory Board ‘2015 Women and Expo’ ed è impegnata a promuovere la cultura delle pari opportunità e del sociale legata alle tematiche di "genere" sia con attività di formazione sia con la redazione di saggi e iniziative divulgative.
 
Luisa Oneto – Nata a Genova, debutta come attrice con lo scrittore e drammaturgo Giovanni Testori nel 1983. Lavora in teatro con opere di Shakespeare, Eliot, Claudel, Bernanos e si specializza nella realizzazione di spettacoli di spirito cristiano e sacre rappresentazioni. E’ voce recitante in concerti di musica classica e musica Gospel. Specializzata dal 1994 nella messa in scena di opere con protagonisti disabili gravi, direttrice artistica e docente della Scuola Teatro Città di Varese e della sua "Bottega d’Arte Drammatica"; regista di spettacoli teatrali. Protagonista, insieme alla sua famiglia (marito e 5 figli), di spettacoli musicali e di animazione con tournée nelle città italiane e nella Svizzera italiana.
 
PREMIO ALLA MEMORIA
 
Maria Paola Colombo Svevo – Nata a Rho (MI) e deceduta il 19 aprile 2010. Ha testimoniato, con il suo impegno di vita familiare, civile, politica, accademica, il valore aggiunto che la partecipazione femminile può offrire per la crescita di un territorio in termini di sviluppo, innovazione, rafforzamento della coesione sociale di solidarietà. Assessore ai Servizi sociali di Regione Lombardia, senatrice della Repubblica dal 1983 al 1994 e parlamentare europea dal 1994 al 1999. E’ stata promotrice del primo rapporto europeo e di una risoluzione sul tema dello sfruttamento sessuale e sulla protezione dei minori da forme di violenza e abuso. Socia fondatrice dell’Associazione IRENE, presidente dell’Associazione Franco Verga, membro della Commissione Centrale di Beneficenza della Fondazione Cariplo, consigliere del Fondo di Solidarietà istituito dal Cardinale Tettamanzi presso la Facoltà di Sociologia dell’Università Cattolica di Milano.
 
PREMI LOMBARDIA PER IL LAVORO
 
BRESCIA
 
Virgilio Bugatti – Nato a Lumezzane (Bs) nel 1935. Amministratore e presidente delle aziende Bugatti. Dall’età di 12 anni lavora nell’azienda di famiglia, che produce posateria e casalinghi. Con l’inserimento nell’attività della nuova generazione, nasce la holding ‘La San Marco’ del Gruppo Bugatti, che opera nei settori casalinghi, posateria, raccorderia e accessori per la pneumatica, illuminazione per esterni, macchine utensili e centri di lusso. Attento al sociale, sostiene il progetto del centro per i disturbi del comportamento alimentare e il riconoscimento dell’anoressia come malattia.
 
COMO
 
Barbara Minghetti – Nata a Milano nel 1964, ha sempre lavorato in Lombardia nell’ambito del management culturale, in particolare nel campo della promozione delle attività liriche, musicali e teatrali. Le sue capacità ideative, unite a indiscusse doti organizzative e di relazione, la rendono uno dei più capaci manager culturali del panorama italiano e internazionale. Siede come unica rappresentante dell’Italia nel board di Opera Europa, che ha sede a Bruxelles e comprende membri di 36 Paesi. Dirige il Teatro Sociale di Como dove ha ideato e sviluppato il Progetto ‘Opera Domani’, modello di riferimento europeo per la formazione dei bambini in ambito operistico.
 
LECCO
 
Vico Valassi – Nato a Lecco, ha dedicato la maggior parte della sua vita professionale a promuovere e sostenere il sistema economico regionale. Quale presidente di ANCE ha svolto un ruolo importante per favorire il dialogo tra le aziende e le istituzioni e per lo sviluppo di numerose iniziative, tra le quali il Campus Universitario a Lecco e il progetto sulle tecnologie biomediche sostenuto dall’INAIL. Numerosissime le cariche ricoperte, fra le quali: presidente della Camera di Commercio di Como e di Lecco, presidente di Unioncamere Lombardia, vicepresidente della Fondazione Politecnico di Milano, consigliere di Istituti Bancari, amministratore delegato di importanti società.
 
MILANO
 
Antonio Bartorelli – Nato a Milano nel 1952 è medico e chirurgo con specializzazione in cardiologia. E’ professore associato di cardiologia dell’Università degli Studi di Milano, coordinatore dell’Area di Cardiologia Interventistica, responsabile dell’U.O. di Cardiologia Invasiva presso il Centro Cardiologico Monzino di Milano. Ha collaborato a lungo con il CNR. Primo in Italia, ha impiantato stent bioriassorbibili negli interventi alle arterie coronariche. E’ coordinatore di uno studio clinico internazionale, che coinvolge 100 centri, per testare i nuovi dispositivi su mille pazienti.
 
Cesare Sirtori – Nato a Milano nel 1943, è farmacologo clinico di altissimo livello scientifico, da sempre vicino alle problematiche relative alle terapie farmacologiche sia negli aspetti tipicamente scientifici sia nelle scelte organizzative per una migliore conoscenza dei farmaci. Larghissima risonanza sul piano scientifico mondiale, ha avuto la scoperta del mutante A-I Milano a Limone sul Garda, che sta portando allo sviluppo di una rivoluzionaria terapia per le malattie vascolari. Ha contribuito in modo decisivo ad un ammodernamento dei programmi e alla formazione post-laurea, finalizzata alla preparazione della "moderna" figura del farmacista.
 
Vittorio Emanuele Trifone – Nato a Catania, sviluppa a metà degli anni ’50 l’attività artigianale paterna di carpenteria meccanica a Magenta. Tra gli anni ’60 e ’70 aumenta le capacità produttive aziendali e offre la propria esperienza ai settori energetico, chimico e petrolchimico. Nel 1982 diviene Presidente della STF Spa, che opera per i Gruppi Enel, Edison e Ansaldo Energia, realizzando in seguito l’internazionalizzazione aziendale anche con l’acquisizione della società danese BWE di Copenaghen, leader mondiale di una tecnologia d’avanguardia applicata a speciali caldaie. Raggiunge l’eccellenza nella realizzazione di grandi componenti per il settore energetico.
 
MONZA E BRIANZA
 
Walter Mariani – Nato a Bovisio Masciago (MB) nel 1947. Titolare della ditta Mariani, fondata dal padre nel 1952, specializzata nella laccatura e lucidatura di mobili e presidente dell’Unione Artigiani della Provincia di Monza e Brianza. Con lungimiranza e capacità imprenditoriale promuove investimenti in macchinari di ultima generazione che favoriscono il rilancio dell’Azienda con prodotti di altissima qualità. Opera anche nel mondo arabo, collaborando con altre prestigiose aziende dal marchio internazionale.
 
SONDRIO
 
Don Luigi Pini Detto "Don Gigi" – Nato a Grosio (So) nel 1950, è fondatore della Cooperativa ‘Tremenda XXL’, centro di aggregazione condiviso con l’attività parrocchiale, che accoglie circa 350 ragazzi con problematiche diverse e che è orientato a prevenire il disagio giovanile e sviluppare momenti di promozione anche con campus estivi. Don Gigi è impegnato nella lotta contro la tossicodipendenza e ha sempre dimostrato grande impegno verso i giovani, aiutandoli a ottenere un ruolo nel mondo del lavoro e nella società.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.