BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Baraldi: “Nessun diktat, col Pdl non c’?? l’accordo”

Non sono andate gi?? a Valerio Baraldi, candidato della Lega, le dichiarazioni dell???ex alleato Luca Iencarelli, refente del Pdl.

Non sono andate giù a Valerio Baraldi, candidato della Lega a Ponte San Pietro, le dichiarazioni dell’ex alleato Luca Iencarelli, refente del Pdl. Iencarelli in un’intervista a Bergamonews ha sostenuto che le basi del partito spingessero per l’alleanze e che la corsa solitaria era dovuta solo a un diktat di partito.

“Il sottoscritto – scrive Baraldi – precisa che le affermazioni ivi contenute non corrispondono ai fatti realmente avvenuti e quindi non condivisibili. Respingo dunque ogni insinuazione che faccia riferimento a presunti diktat del partito e dei vertici provinciali, puntualizzando che con il PDL non si è trovato un accordo in tempi e modalità tali da permettere un’alleanza. A nome del partito e della sezione, che avrò l’onore di rappresentare alle imminenti elezioni, posso dire che la Lega Nord si è mossa con fermezza e coesione per il futuro di Ponte San Pietro.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Fabio GRILLO

    Rispondo all’amico Iencarelli da militiante e candidato. Per ben due mesi la lista PDL, aveva la possibilità di fare un accordo serio, alla fine sono arrivati con ben 10 giorni di ritardo, al termine stabilito ed alla decisione finale…. quando oramai le decisioni della sezione locale della Lega, erano state prese, senza considerare le spaccature interne del PDL…medita…Iencarelli

  2. Scritto da MD

    ma come è possibile un accordo, dopo che il pdl dell’isola appende manifesti con scritto Basta!o no agli ambulatori a Brembate Sopra!
    riferendosi alla Lega
    finiamola con i doppi giochi!!!

  3. Scritto da Luigi Agosti

    In merito alle elezioni comunali di Ponte S.Pietro, vengo inserito, nella lista civica, quale ex dc ed ex PDL. Non sono mai stato un Dc nè, tanto meno, un PDL. Sono sempre stato interessato al bene del Paese e del cittadino. E’ proprio così difficile maturare l’idea per cui un amministratore, di fronte ad una decisione, deve prenderla per il bene del cittadino e non dell’ideologia del partito di appartenenza?
    Luigi Agosti

  4. Scritto da gola profonda

    @6: piu’ che di sterili personalismi interni al centrodx,parlerei di sterili personalismi interni al pdl. E’ un dato di fatto che gli attuali 4 consiglieri comunali del pdl (Agazzi,Pozzi,Ratti e Rota) NON entreranno nella lista del pdl ma se ne andranno per fatti loro. Anziche’ guardare in casa d’altri (Lega),perche’ non ci spiega di questa “piccola frattura” tutta interna al suo partito?

  5. Scritto da Giuseppe

    Ma cosa dice Baraldi? All’ultimo direttivo ha cercato fino all’ultimo di sostenere un’alleanza con il PDL, poi l’intervento del consigliere regionale Pedretti, favorevole ad una linea “isolazionista”, l’ha spiazzato completamente e l’ha messo in minoranza…se non è un diktat questo ditemi voi

  6. Scritto da Manicheo

    Un’altra occasione persa da pdl e lega. La proposta dei 4 cons.uscenti in alleanza con la lega era vincente e si poteva fare. La lega ha approfittato della divisione pdl per poter andare ada sola. Se la segreteria provinciale pdl avesse appoggiato la proposta, la Reduzzi poteva correre a vuoto almeno 100 anni. Il problema é che i 4 uscenti non sono in “quota” a Saffioti e Macconi e quindi sull’altare dell’appartenenza si sacrifica un comune come Ponte. Roba da matti.

  7. Scritto da carletto

    quello che non capisco è perchè pd e idv non vanno insieme.
    se a destra sono tutti cosi spaccati, a sinistra se fossero uniti potrebbero davvero vincere. no?

  8. Scritto da Luca Iencarelli

    In merito alle affermazioni dell’amico Valerio, spiace constatare che, per l’ennesima volta, ci sia una versione strumentale e funzionale di quello che è accaduto.
    I militanti della Lega locale sanno molto bene come stanno le cose.
    Riflessione: Lega e Pdl a Ponte hanno ottenuto il 60% dei consensi alle ultime elezioni regionali.
    Perchè la Segreteria Provinciale della Lega vuole far correre Baraldi da solo?
    Traete voi le conclusioni.

  9. Scritto da Isolotto

    @ carletto 12

    Perchè in parte del centrosinistra (all’Idv, ma non solo) non sta bene la ricandidatura dell’ex Dc-Ppi-Margherita-Pd Giuliana Reduzzi ed è difficile dar loro torto visto quanto combinato nell’ultimo mandato. Detto questo, fino alla presentazione delle liste tutto può ancora succedere e cambiare.

  10. Scritto da lega nord ponte san pietro

    Tutto il discorso nasce da una direttiva della segreteria REGIONALE,che all’inizio di marzo ha stabilito che in TUTTI i comuni sotto i 15000 abitanti della Lombardia che vanno al voto,la Lega debba correre da sola,salvo POCHISSIME deroghe,che andavano chieste alla segreteria provinciale entro il 18 Marzo. E siccome a quella data le trattative Lega-pdl erano ad un punto morto,s’e’ preferito non chiedere deroghe al provinciale e correre da soli.

  11. Scritto da carletto

    non capisco
    cosa ha fatto di tanto male la reduzzi da far dividere pd e idv?
    e soprattutto perche mai il pd ha scelto ugualmente la reduzzi pur sapendo che questa scelta rischiava di andare ad allontanare i voti idv?
    se il problema, come si dice, è il candidato non si poteva scegliere un altro candidato che mettesse tutti d’accordo?
    ma siamo sicuri che il problema è solo il candidato? c’è ancora tempo affinchè i due trovino un accordo?

  12. Scritto da Mario

    Scusate ho capito bene? Il Pdl non candiderà Pozzi & Co.? Finalmente il PDL ha scaricato chi non ha mai fatto una vera opposizione!!! Non dimentichiamo che il primo a volere il centro commerciale è stato Pozzi il quale 5 anni fa perse (da sindaco uscente) con un misero 36%!!! Mi dispiace che non ci sia accordo tra lega e pdl, poteva essere la volta buona per togliere il paese dalle mani dei cattocomunisti!

  13. Scritto da Roberto Todisco

    E’ evidente che Baraldi ha subito l’ennesimo diktat da parte della segreteria della lega, cioè smentire se stesso!
    Ognuno si assuma le proprie responsabilità, se malauguratamente dovesse rivincere la reduzzi (2+2 mandati, grazie a sterili personalismi interni al centrodx), qualcuno ne dovrà rispondere!
    A noi non interessano tempi tecnici e scuse, il pdl è ancora disponibile ad un’accordo, ma i matrimoni si fanno in 2.
    Se non ci sarà alleanza, noi correremo da soli!
    r.t. vicecoordinatore

  14. Scritto da carletto

    ho sentito dire in giro che ci sarà a ponte san pietro anche una lista di di pietro
    ma i giornali, tra cui bergamonews, non ne danno notizia.
    mi chiedo se sono solo voci infondate o se sono i giornali che non ne parlano

  15. Scritto da carlone

    non c’è stato l’accordo per le poltrone…divise in modo equo???? altro che bene comune………….se a livello nazionale siete alleati lo dovete essere anche nei comuni….che coerenza è???? volete solo avere visibilità in attesa della nomina più alta……

  16. Scritto da gola profonda

    il pdl di ponte per chi non lo sapesse e’ a sua volta spaccato in 2. I 4 consiglieri comunali (pozz,ratti,agazzi e rota) pare non entreranno nella lista ufficiale del pdl e se ne andranno per fatti loro in un’altra lista civica (cosi’ si dice). il pdl “ufficiale” sara’ rappresentato,a quanto pare.dallo stesso Iencarelli come candidato sindaco. A presto con i nuovi sviluppi.

  17. Scritto da Isolotto

    @ carletto

    Liste al momento:
    – Reduzzi
    – Lega (Baraldi sindaco, poi l’ex assessore Zirafa, ecc.)
    – minestrone Giacomo Rota (lista con ex comunisti e assessori Reduzzi – vedi Milani – , ex Dc poi filo-Pdl – vedi Agosti – , di tutto di più)
    – Idea Comune (comitati civici ambiente + consigliere comunale eletto con Reduzzi – Natali – più consiglieri comunali Cdl-Pdl, tra cui il candidato sindaco Giuseppe Rota)
    – Pdl (quelli rimasti con il simbolo ma senza più i loro consiglieri comunali)
    [continua]

  18. Scritto da Isolotto

    @ carletto

    [continua]

    – sesta lista, Italia dei Valori (la base ha la lista pronta e la volontà di fare una lista autonoma dalla Reduzzi che essi criticano, tuttavia aspettano nei prossimi due-tre giorni l’ok dall’alto per poter partire).

    Questo per sommi capi la situazione attuale, fermo restando ovviamente che fino al deposito delle liste (15-16 aprile) queste restano solo voci tutte da confermare. Senza Idv, favorita Reduzzi; con Idv, favoriti Reduzzi e Lega. Comunque vedremo l’evolversi.