BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Sassuolo la beffa arriva al 92′

I seriani capitolano oltre il tempo regolamentare in Emilia. Fatale la punizione di De Falco.

Più informazioni su

Importante vittoria-salvezza per il Sassuolo, che con un gol su punizione di De Falco allo scadere porta a casa il bottino pieno in un match dalle poche emozioni contro l’AlbinoLeffe.
Gli orobici affrontano la partita carichi dal risultato del turno precedente, una bella vittoria contro l’ex capolista Novara, mentre i padroni di casa a Siena hanno subito un poker che brucia ancora. Le due squadre sanno di giocare una partita importantissima, quasi uno spareggio per la zona playout e rossa della classifica. Mondonico schiera un classico 4-4-2, mentre Grugucci osa qualcosa in più con un tridente offensivo.
Al 4′ subito Sassuolo in avanti, bel cross di Quadrini per Martinetti, palombella morbida e palla fra le braccia del portiere avversario Tomasig. Sembra un buon avvio quello dei neroverdi, ma in realtà la foga offensiva si spegne subito perdendosi in una leziosità fuori luogo per una partita così importante e tanti palloni sbagliati. L’AlbinoLeffe inizia a prendere in mano il pallino del gioco, anche se le occasioni continuano a non arrivare. Gregucci al 25′ è costretto a sostituire Bianco per Piccioni a causa di un infortunio. Al 9′ Grossi prova un tiro dal limite, ma il pallone termina lento fra le braccia di Pomini. Una bella azione degli ospiti porta al tiro Zenoni, sul più bello però la palla è ribattuta dalla folta difesa del Sassuolo, che non riesce successivamente a far ripartire il contropiede. L’occasione più ghiotta del match per sbloccare la partita è di fattura emiliana: al 32′ Valeri entra in area palla al piede esplodendo un tiro violentissimo, Tomasig devia in qualche modo sventando il pericolo.
La ripresa sembra partire in modo più vivace rispetto alla prima frazione, ma malgrado un gioco più veloce le emozioni continuano a scarseggiare. Quadrini come al solito fa tutto da solo e sfodera un gran tiro al 46′, la palla sfiora il sette. Al 56′ Cocco sfodera una grande azione personale, dopo una serie di finte e dribbling si porta in area tirando bene verso il secondo palo, ma Pomini è magistrale nell’intervento con il piede che salva lo score. Quadrini è la luce che illumina il gioco dei Gregucci-boys, al 66′ mette prima un ottimo pallone in mezzo, successivamente sugli sviluppi prova la conclusione da posizione defilata, anche in questa occasione la mira è da migliorare. L’Albinoleffe lascia sempre più spazi agli avversari e pure Rossini si porta in zona tiro, con uno spiovente che però non spaventa Tomasig. Parte il valzer dei cambi nei due team per provare a cambiare l’inerzia della gara e proprio il neoentrato Barbuti, classe ’92, sfiora il gol di testa, ma il suo impatto non è tale da superare l’estremo difensore orobico. L’arbitro Velotto decreta 4 minuti di recupero e proprio sul finire De Falco, entrato in campo per lo spento Martinetti pennella una punizione incredibile dal limite dell’area che si infila nel sette. Per gli ospiti non c’è tempo per cercare di recuperare il match.
Il Sassuolo vince una partita durissima contro un diretto avversario per la salvezza. Per gli azzurri di Mondonico torna l’incubo della retrocessione, le ultime partite saranno sempre più fondamentali per decretare chi dovrà abbandonare la serie cadetta.

(da datasport.it)
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.