BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tornano le giornate dell’animazione

Tornano al Baff le giornate del cinema di animazione, curate da Manuela Rosignoli e Raffaella Scrimitore. Quattro gli appuntamenti in palinsesto

Più informazioni su

Tornano al Baff le giornate del cinema di animazione, curate da Manuela Rosignoli e Raffaella Scrimitore. Quattro gli appuntamenti in palinsesto:

Lunedì 4 aprile alle 17 allo Spazio Festival (piazza San Giovanni, Busto Arsizio)
ABSigne an alphabetical portrait of Signe Baumane Italia, 2011 – 16 min.
Un documentario di: Matteo Contin, Valentina Di Iorio, Marco Luoni e Daniele Salzarulo. Animazioni: Giorgia Cattorini
Produzione: Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni
Ventisei lettere, ventisei domande, ventisei passi nel cinema dell’animatrice lettone Signe Baumane, ospite lo scorso anno al Baff. Lettere che nascondono tematiche ricorrenti, ma anche emozioni, persone e personaggi, oggetti, ricordi (e strani animali). Un ritratto (in rigoroso ordine alfabetico), dei pensieri e delle suggestioni che ‘danno vita’ al suo piccolo mondo animato. Signe Baumane dalla A alla Z: Animation, Birth, Cynthia, Desire, Eat, Fuck, Genitals, Hormones, Independence, Jorge-Luis Borges, Krasnaya shapochka, Love, Men, New York, Orgasm, Bill Plympton, Quest, Russia, Shame, Time, Unrated, Vision, Women, XX/XY, Youth, Zoo.

Giovedì 7 aprile alle 21 al teatro del Popolo di Gallarate:Italianianimati: Viva l’Italia!
Italianianimati è un programma speciale dedicato al cinema d’animazione italiano nato due anni fa, in principio a Lucca Animation, e subito adottato dal Baff, che oggi riprende e porta avanti questa importante vetrina all’interno delle tradizionali Giornate del cinema d’animazione. Italianianimati è infatti una panoramica interamente dedicata al meglio della produzione nostrana dell’ultimo periodo, che comprende i migliori cortometraggi, realizzati con le varie tecniche dell’animazione, e offre un’esclusiva occasione di confronto con gli autori presenti in sala. Il cinema d’animazione è una forma d’arte che merita particolare attenzione e cura, soprattutto in Italia dove, storicamente, non ha ricevuto la tutela necessaria e che oggi grazie ai festival internazionali e a occasioni come queste cerca di far emergere il proprio innegabile valore. Nella maggior parte dei casi si tratta di opere brevi, d’autore e indipendenti e per questo ancor più delicate e meritevoli di una tutela maggiore da parte delle istituzioni, che devono avere per l’opera d’arte italiana un occhio di riguardo, permettendole così di evolversi attraverso la conoscenza e la diffusione. Per la selezione sono stati infatti scelti i migliori prodotti della nostra animazione realizzati negli ultimi due anni, per colmare la lacuna dell’anno scorso e offrire al pubblico una panoramica completa. Si è voluto scegliere i migliori film del periodo e allo stesso tempo aprire lo sguardo sugli autori più importanti e le tendenze principali di questa nostra cinematografia. Attraverso le opere di animatori affermati e ormai riconosciuti internazionalmente come Simone Massi accanto ad autori che scelgono tecniche o temi complessi come Vinicio Basile e Gabriele Gianni. Senza trascurare l’importante realtà del videoclip, rappresentata in questo caso dall’opera di Tommaso Cerasuolo e Sonia Cucculelli, che da sempre è una porzione importante della commissione per l’animazione, lasciandole la massima libertà di espressione ed esaltandone la natura audiovisiva.
Per completare la panoramica Italianianimati offre uno sguardo sulle varie possibilità espressive dell’animazione e sue mescolanze linguistiche con la produzione di Giacomo Agnetti, su artisti che sperimentano con le arti visive e già riconosciuti come Alvise Ronzini, senza trascurare i giovani autori provenienti dalle principali scuole di animazione.

Venerdì 8 aprile alle 9.30 allo spazio festival (piazza San Giovanni, Busto Arsizio)
Animazione per bambini a cura dell’atelier La Fata Porpora.

Venerdì 8 aprile alle 21 al Melograno (Castellanza)
Pellicola da camera per concerto in 35 mm. Italia, 2010 – 28 min. Di Saul Saguatti, Andrea Martignoni.
Storia dell’animazione su pellicola in Italia dal 1978 al 2010. Pellicola da Camera è un approccio originale per esplorare quella parte di cinema realizzato con diverse tecniche di animazione diretta sulla pellicola. Attraverso l’intervista e l’uso di estratti di film e materiali di recupero, il film documenta un periodo ricco di sperimentazioni che vai dai primi lavori di Vincenzo Goianola fino alle recenti realizzazioni di Leonardo Carrano e Alessandro Pierattini, passando per le esplorazioni di Saul Saguatti, Alvise Renzini, Tommaso Cerasuolo e Mario Verger.  Saul Saguatti è performer, regista e animatore sperimentale. Inizia la sua attività con sperimentazioni di grafica animata, coniugando stili vari, esperienze in campo pittorico, fumetto e illustrazione. Lavora per il mercato televisivo con animazioni tradizionali, computerizzate a 2D, pupazzi animati e disegno diretto su pellicola. Altre contaminazioni arrivano con la regia di videoclip, dove il girato tradizionale in video o pellicola si mischia con tecniche animate radicali. Negli ultimi anni ha sperimentato nuove strade nel live-media e in performance video in tempo reale.
Andrea Martignoni: musicista e sonorizzatore, si è laureato al DAMS musica di Bologna con una tesi sul rapporto tra suono e immagine nel cinema d’animazione. Ha successivamente iniziato a collaborare con animatori ed artisti visivi in Italia e in Canada per cortometraggi, spettacoli di teatro e di danza, performance audio-visive. Realizza laboratori dedicati al suono e all’immagine animata con Basmati a.c. e OTTOmani Laboratori. Promuove il cortometraggio italiano d’autore, organizza retrospettive di animazione ed è spesso invitato come membro di giuria in festival internazionali di cinema.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.