BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“A Bergamo si fanno sempre polemiche stucchevoli Sono stanco, di fioretti ne ho gi?? fatti”

Il monologo del tecnico alla domanda sul suo futuro: "Il presidente ?? stato chiaro, ho un contratto depositato in Lega anche per l'anno prossimo".

Più informazioni su

E’ un Colantuono versione “fiume in piena” quello in conferenza stampa prima del match con la Triestina. A scatenare il monologo dell’allenatore romano è la domanda sul suo futuro all’indomani della videointervista comparsa su gazzetta.it dove il tecnico ha dichiarato che sul suo futuro deciderà il presidente Percassi e che non ci saranno problemi se il patron deciderà di interrompere il rapporto di lavoro.
“Sono otto mesi che si creano polemiche inutili sia sul mio conto che sulla squadra. Ora mi sono stancato visto che di fioretti ne ho già fatti tanti per come sono fatto io. Molti o sono in malafede o sono incompetenti; nell’intervista quella era l’ultima domanda che mi è stata fatta e la risposta è diventata il titolo. Ripeto quanto ho detto perché qui sembra che vogliono farmi esprimere un concetto all’opposto di quello che voglio chiarificare. Già prima di Torino avevo dichiarato che addirittura mi auguravo di finire la carriera qui; ho un contratto depositato in Lega con le eventuali cifre e premi legati alla prossima stagione in A. Insomma, siamo davanti alla solita polemica stucchevole, ma stavolta non ho voluto rimanere in silenzio perché è tutta stagione che ricevo secchiate di m…”. Colantuono non si ferma. “Il mio unico pensiero è che l’Atalanta giochi in serie A la prossima stagione poi quello che sarà sarà. Detto questo, quando avremo raggiunto il nostro obiettivo, racconterò come sono andate le cose”. Il tecnico ritorna anche sulle osservazione del gioco della sua squadra. “C’è anche la solita discussione di come giochiamo, ma i numeri parlano chiaro: abbiamo la miglior difesa e siamo protagonisti di una lunga serie positiva. Poi, cosa si intende bel gioco? Quando devi fare la partita costantemente nella metà campo avversaria non puoi applicare le ripartenze spettacolari che vogliono gli esteti. Quando abbiamo incontrato squadre che hanno cercato di fare a tratti la partita, le abbiamo surclassate. L’unica gara in cui abbiamo avuto difficoltà è stata quella di Empoli (dove la Dea è stata sconfitta 3-0, ndr). Ripeto, i numeri dicono che abbiamo fatto un grande campionato”.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andrea

    il problema non è bergamo, ma i suoi “tifosi” che si credono sapientoni e tennici. poi con sto presidente che si crede chissà chi………………..

  2. Scritto da solo per la maglia

    ai vari giovanni salvi e compagnia intollerante e senteziante se uno sia un vero atalantino o meno…andate a scriver commenti su atalantini.com quello è il sito giusto per voi. rispettate la libertà di parola pensiero e opinione degli altri.

  3. Scritto da gooner

    il gioco del calcio ….. a perche in serie A e serie B qualcuno gioca a calcio ..poveri noi…..

  4. Scritto da vero tifoso

    Uno così prima toglie il disturbo e meglio è.

  5. Scritto da carlo c.

    I bergamaschi non dimenticano. Altro che fioretti, è stato graziato con una seconda chances, ma non basta vincere le partite. Bisogna dimostrare di essere all’altezza di una piazza importante come Bergamo.

  6. Scritto da dubbioso

    Il Signor Colantuono deve sempre ricordare che anche nella sua scorsa avventura all’Atalanta un contratto Lui lo aveva FIRMATO e poi buttato, per una “scelta di vita” come disse, poi ci furono 2/3 esoneri… Questo i bergamaschi non glie l’hanno ancora perdonato.

  7. Scritto da Patch

    Inadatto per la piazza, spiace.

  8. Scritto da julius

    io sto con colantuono… non sprizza simpatia da tutti i pori, non produrrà un gioco mega spettacolare, ma a lui tanto di cappello… è un signore competente e un ottimo allenatore

  9. Scritto da gian mario

    anche se toglie il disturbo, non sia una grande mancanza, quest’anno di gioco nonostante che siamo primi non si è proprio visto, ehi ragazzi ma ci dimentichiamo che siamo l’atalanta, ma è possibile che dobbiamo avere paura della triestina o il varese o il novara, ma stiamo scherzando. si si per l’anno prossimo go home colantuono

  10. Scritto da ElleA69

    Condivido tutti i precedenti commenti. Lo sgarbo della prima Atalanta è difficile da perdonare, e alla prima ca..ata il mister viene pugnalato.
    E’ però vero che – nonostante giochiamo di m…. e pur avendo una corazzata che anche io saprei allenare – siamo primissimi e abbiamo la miglior difesa.
    Il cuore direbbe di tornare a Del Neri, ma Percassi saprà sicuramente come agire.
    Forza Dea!!!

  11. Scritto da ric

    colantuono ha pienamente ragione!

  12. Scritto da poeret

    e come potrebbe sbagliare? la difesa è stata variata in tutti i componenti, addirittura con gente fuori posizione e non c’è stata alcuna difficoltà.. ha provato con il rombo, con il 4-4-2, con Pettinari a dx, con Padoin un pò ovunque, gli attaccanti come li metti il risultato l’è stess (pessimo perchè i lsuo gioco valorizza 0) ..insomma per fare peggio di quanto oggi dovremmo schierare Bjelanovic al centro della difesa e consigli punta..

  13. Scritto da poeret

    trovato il vantaggio (spesso) non siamo riusciti a gestire una partita in sistema, se nn il Piacenza (2 rigori), Sassuolo in 10 ci ha messo in difficolta, Padova sotto di un gol ci ha preso a pallonate, Cittadella, Crotone, Reggio..dai ma che partite abbiamo giocato quest’anno.. ok esser primi ma un minimo, dico un minimo di idea di calcio e non solo di compattezza sperando nel gol casuale (come quasi tutti quelli del Tir) o del calcio piazzato.. vedremo domani con l’ultima della classe..

  14. Scritto da uno qualunque

    Un discorso equilibrato mai, vero? Siamo primi e abbiamo una squadra solida e impostata in una certa maniera (piaccia o meno lui non gioca male, gioca cosi. punto. per lui il calcio sono muscoli, esperienza e difesa).
    Resta da capire cosa sia meglio per l’Atalanta in A. A mio parere oltre al non gioco, lui e’ inadatto all’Atalanta perché non e’ capace di valorizzare i giovani ma gestisce molto bene i “vecchi”. E noi senza giovani non si va lontano.
    E ogni tanto faccia un po’ di autocritica…

  15. Scritto da giovanni salvi

    Vedo che su questo sito commenta il fior fiore degli intenditori di calcio…..tutti bla bla bla che non sanno cosa voglia dire essere atalantini, che non conoscono la storia della nostra squadra, che magari hanno fatto l’ abbonamento per la prima volta quest’ anno visto i prezzi stracciati…sono d’ accordo anche io che con Del Neri si vedevano altre partite, ma la situazione era diversa, eravamo in A, non dovevamo fare sempre le partite.

  16. Scritto da giovanni salvi

    Bisogna essere obiettivi: prendete la juve di quest’ anno allenata da Del Neri, ha vinto in casa con l’ inter, a milano con il milan dove non doveva fare la partita, poi ne ha prese 4 in casa dal parma, ha perso sempre in casa con il bologna, pareggiato a chievo, perso a lecce etc…etc… un motivo ci sarà? giocare con undici avversari nella loro metà campo è differente che giocare con chi ti affronta a viso aperto, ma questo mi sembra che tutti i Biscardi di bergamo fanno finta di non sapere.

  17. Scritto da il polemico

    21:colantuono un vincente??mi saprebbe dire cosa ha vinto??1 campionato con l’atalanta,forse 2 con quello di questo anno,però ha sempre avuto una squadra supercompetitiva,a palermo,arrivato con squilli di tromba,è stato esonerato,ma non perchè stava antipatico a zamparini,a torino è stato esonerato,riabilitato,ma ha fallito nuovamente con i play-off…c’è da aggiu8ngere altro?

  18. Scritto da vacario

    Commovente: scende in campo l’Atalanta e tutti credono siail Barcellona…..

  19. Scritto da poeret

    20 anni di abbonamento, trasferte e tutto ciò che vuoi.. essere Atalantini significa tifare per una squadra che valorizza i giovani (Basha, Pettinari, Marilungo, Bonaventura, ecc) e non li lascia in panchina o peggio per i veterani. xchè in B la fai da padrone con i DelVecchio, Tir, ecc..ma in A senza gioco fai la fine dell’anno scorso. Oppure pensi di fare questo gioco e spendere ancora tanto per giocatori maturi e di categoria?? CONTINUA

  20. Scritto da poeret

    gli avversari nella loro metà campo? Come le partite citate sotto? a Padova eravamo in vantaggio dopo 3′..poi ci hanno schiacciato, col Sassuolo vincevamo, loro in 10..non abbiamo più tirato in porta, idem con il Cittadella, nn parlo di Piacenza all’andata, Reggio andata e ritorno, Frosinone in casa? Ascoli? ..dai per piacere ..quando abbiamo fatto la partita? forse 2/3 volte in tutto l’anno.. era così anche anni fa ma c’era SuperDoni, Bellini, Zampagna, Migliaccio, Donati, ecc..

  21. Scritto da giovanni salvi

    perche’ con la reggina all’ andata non abbiamo fatto noi la partita’? forse eri ancora al lago, vattela a rivedere, idem con il frosinone, probabilmente non eri al lago, ma in montagna. parli di vent’ anni di abbonamento, ma a quale squadra l’ hai fatto,perchè in base a quello che scrivi e ti aspetti, mi sembra che hai fatto l’ abbonamento per il Barcellona o il Real madrid.

  22. Scritto da giovanni salvi

    Se invece hai fatto l’ abbonamento per l ‘ Atalanta (?) dimmi quanti anni di calcio champagne hai visto.
    Io obiettivamente ti dico 2 anni di Vavassori (uno in b e il 1° in A), il girone di andata di Mandorlini in b, il girone di ritorno con Delio rossi in A (poi retrocessi) e i 2 di Del Neri. Totale 5 anni su venti. Non mi sembra che siamo abituati al calcio per palati fini, la storia e i fatti lo insegnano.

  23. Scritto da giovanni salvi

    Abbiamo invece avuto tanti allenatori che hanno ottenuto gli obiettivi preposti attraverso un calcio meno estetico, ma più pratico (Sonetti, Mondonico, Giorgi, lo stesso Colantuono, Vavassori dopo il primo anno di A) e questo non è mai stato un problema per nessuno.
    Purtroppo adesso esiste Sky, tu vedi il Barcellona 2 o 3 volte alla settimana e pensi che anche qua a Bergamo devi vedere le stesse cose. Fai tu le tue considerazioni

  24. Scritto da paolinoneroblu

    Premetto che gli sgarbi da buon bergamasco non li dimentico per cui Colantuono mi è tutto fuorchè simpatico. Tuttavia è stato richiamato a BG con un solo compito che gli va riconosciuto sta portando avanti molto bene ovvero portarci in A. E non venitemi a dire che con questa rosa chiunque saliva in A in perche’ di squadroni che han faticato anni per risalire ce ne sono. Quindi perche’ tutte ste lamentele? Valorizzare i giovani? Non l’ha mai fatto e si sapeva. Giocare bene? Meglio vincere!

  25. Scritto da antonio

    se ne deve andare percassi

  26. Scritto da digeo

    Perfettamente d’accordo con giovanni salvi. Colantuono è un vincente, magari gioca male, magari non è simpatico, ma è un rullo e gestisce alla grande lo spogliatoio. Non è facile gestire un organico con 28 uomini tutti di nome per la serie B. Quest’anno non si è sentita una polemica da chi sta fuori. Basha e Pettinari vorremmo vederli di più questo è vero, però le loro opportunità all’inizio le hanno avute, come ardemagni; le hanno sfruttate male. Capelli e ruopolo le hanno sfruttate bene

  27. Scritto da guido da bg

    Percassi gli ha chiesto la Serie A partendo da un campionato di B che negli ultimi 40 anni mai era risultato così povero di talenti e di soldi.
    Con la rosa che la società ha messo a disposizione impossibile non salire, ciò nonostante non abbiamo mai visto una partita decente: Colantuono si giustica dicendo che sono le altre squadre che non giocano a calcio.
    La verità che ha depauperato un patrimonio di giovani, quali Pettinari, Ardemagni, Basha, lo stesso Bonaventura.
    Mi basta per cambiarlo

  28. Scritto da giorgio57

    ABOLIZIONE DEL GIOCO DEL CALCIO