Quantcast
Una famiglia tranquilla chiusa nel silenzio - BergamoNews
Brembate sopra

Una famiglia tranquilla chiusa nel silenzio

Decine di carabinieri, i mezzi della protezione civile, il circo mediatico. Una realt?? dalla quale la famiglia Gambirasio si tiene lontano.

Da giorni vivono un vero e proprio assedio della loro abitazione. La mamma di Yara, Maura, e il padre Fulvio Gambirasio, escono di casa facendo finta di nulla, tentando di non far capire a giornalisti e operatori televisivi che sono loro i genitori della ragazzina scomparsa nel tardo pomeriggio di venerdì. Una famiglia tranquilla, normale, come tante altre, che è stata ascoltata dai carabinieri e ha raccontato il possibile, senza destare mai alcun sospetto tra gli inquirenti. La mamma Maura lavora in una scuola materna di Città Alta, a Bergamo. Il padre in un’azienda proprio vicino alla palestra dalla quale Yara è scomparsa misteriosamente, in via Terzi di Sant’Agata: è una società denominata "Paolo Gamba", come il nome del proprietario, che si occupa di coperture e guaine per i tetti. Insieme, mamma e papà, hanno fatto crescere e stanno facendo crescere una famiglia con ben quattro figli: Keba, 15 anni, Yara, 13, Johnatan di 9 e Gioele, di 4 anni, tutti con nomi tra il mitologico e il biblico. Keba e i bambini continuano ad andare a scuola tranquilli in questi giorni, i genitori hanno voluto così. E attendono risposte da chi sta indagando.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI