BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Da stanotte torna la neve su metà Lombardia previsioni

Le precipitazioni si estenderanno in nottata a tutto il Nord, con la neve che cadrà sull'aostano, per poi propagarsi alla Lombardia centro-settentrionale.

Più informazioni su

da Meteolive

Una nuova perturbazione corre veloce verso l’Italia. Il richiamo umido che la precede ha già invaso i cieli del nord Italia, dopo una notte molto fredda e ora tutto è pronto per accogliere le nuove precipitazioni. Queste ultime arriveranno già nella serata di martedì 30 ad iniziare dal Piemonte.
Il cuscino freddo inizierà da subito a fare il suo dovere, permettendo ai primi fiocchi di raggiungere anche diverse località di pianura. Le precipitazioni si estenderanno velocemente in nottata a tutto il settentrione, con la neve che cadrà silenziosa fin sul fondovalle aostano, per poi propagarsi alla Lombardia centro-settentrionale e al Piacentino, dove potrà inizialmente mischiarsi alla pioggia sotto i 300 metri.
Discorso analogo per la pedemontana veneta, mentre per il resto dell’Emilia, Cremonese, Mantovano, basso veneto e pianura friulana, è attesa solo acqua.
La perturbazione non si accontenerà di aspergere la notte, ma insisterà anche per gran parte della giornata di domani, mercoledì. Ulteriori nevicate moderate fin sulla pianura piemontese e sul fondovalle aostano, in graduale attenuazione con il passare delle ore e temporanea trasformazione in pioviggine in Valle d’Aosta sopra i 400 metri.
Neve per lunghi tratti pianeggianti al mattino anche in Lombardia a nord della diagonale Pavia-Lodi-Bergamo, con irregolare passaggio a pioggia nel pomeriggio sotto i 300 metri. Su ovest Cremonese e pedemontana bresciana pioggia mista a neve al mattino e limite bianco in risalita oltre i 600 metri nel pomeriggio. Solo pioggia su bassa Bresciana, est Cremonese, Mantovano ed Emilia Romagna.
Su quest’ultima regione i fiocchi sono però previsti in Appennino intorno a 1000-1200 metri, così come sul versante marittimo di quello ligure. Qui però in mattinata non si escludono sconfinamenti più in basso lungo il canale della Tramontana, ossia tra Savonese e Genovesato. Qui al mattino non se esclude qualche fiocco temporaneo fin sui quartieri alti delle due città.
Terminiamo con il Triveneto: neve fin dal mattino sui fondovalle trentini, altoatesini, veneti, friulani, fascia pedemontana veronese  e vicentina oltre i 300-500 metri, ma con limite in temporaneo rialzo fino a 700-900 metri, poi in nuovo calo prima di sera.
E proprio nel corso della serata è prevista quindi una progressiva attenuazione dei fenomeni su tutto il settentrione, con temperature ancora basse e per di più anche con aria umida che accentuerà la sensazione di un inverno ormai entrato a pieno regime su questo angolo di Italia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da uff

    speriamo di no.
    Che pizza!