BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al Natta studenti sul tetto E gli universitari bloccano Porta Sant’Agostino fotogallery

Anche a Bergamo la scuola protesta contro la riforma Gelmini. "Ci vogliono ignoranti, ci avranno ribelli" recita uno degli striscioni degli studenti del natta calato dal tetto della scuola.

Più informazioni su

 Anche a Bergamo la scuola protesta contro la riforma Gelmini. Dagli universitari ai ragazzi delle scuole superiori la città registra stamattina, martedì 30 novembre, alcune "esternazioni". A cominciare da quella degli studenti dell’istituto Natta: tutti fuori, in cortile a manifestare mentre una ventina di loro sono saliti sul tetto dell’edificio scolastico esponendo quattro striscioni. "Ci vogliono ignoranti, ci avranno ribelli" recita uno degli striscioni.
Invece la porta Sant’Agostino è bloccata da un’altra manifestazione, quella degli universitari che hanno creato un corteo-cordone dividendo di fatto la città bassa dalla alta. E’ stato un blitz a sorpresa, non comunicato alla questura, così come sta succedendo in tante altre città d’Italia. Il risultato è che auto e soprattutto bus si sono dovuti bloccare. Tutti fermi e lunghe code in entrambi i sensi di marcia per più di un’ora. Gli studenti hanno rimediato una serie di insulti d’altri tempi, ma non hanno ceduto il passo. Seduti sotto la porta fino al momento del voto della riforma in aula. Solo dopo gli inviti della Digos i manifestanti hanno deciso di continuare la protesta in università senza creare ulteriori disagi ai cittadini. “Siamo un movimento che è nato spontaneamente – spiega uno degli organizzatori della manifestazione – non sappiamo ancora come definirci. Onda anomala? Studenti arrabbiati? Non ci interessa, noi vogliamo solo diffondere il nostro urlo di protesta. Abbiamo deciso di scendere in piazza perché anche Bergamo non può stare zitta di fronte a questa riforma che ci nega il diritto allo studio sancito dalla Costituzione italiana”. E proprio prima di alzarsi e lasciare libero il passaggio gli studenti hanno letto gli articoli della Carta costituzionale. Manifestazione anche in centro, con il Movimento studentesco che ha bloccato per una decina di minuti Porta Nuova.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Antonio

    BRAVi STUDENTI.
    Con che coraggio una che si è laureata tre anni fuori corso e che il dottorato lo ha preso andando da Brescia a Reggio Calabria f propone una riforma che si vuole meritocratica?
    Gli studenti sono Komunisti, e meno male che ci sono i comunisti a prendere a pernacchie questa gentaccia, anzi mi sa che mi sento un po comunista anch’io,. E mi sa che nel paese sono sempre di più a pensarla così!

  2. Scritto da BradipoRunner451

    sono più tanti quelli che non protestano, già, come sono più tanti quelli che se ne fregano delle ingiustizie, che se ne fregano se nel mondo si muore ancora perché mancano cibo e acqua…
    Purtroppo, da che mondo è mondo sono pochi quelli che decidono di mettersi in cammino portando sulle spalle il peso di quello che non va… Sono pochi ad avviare cambiamenti di cui poi godono tutti. Come disse De Andre: la maggioranza sta…

  3. Scritto da stefi

    la riforma è passata, per forza quando mai ascoltano le porteste dei cittadini? siamo solo delle marionette. e degli operai che dite? anche quelli vi permettete di criticare quando protestano? vergognatevi, sono padri di famiglia e vengono manganellati! difendete il governo, quando capiterà a voi di rimanere senza lavoro, senza futuro…vediamo poi chi frigna!

  4. Scritto da IOSIF VISSARRIONOVIC DZUGASVILI

    a mario b .IO PURTROPPO HO FATTO SOLO LA TERZA MEDIA PERCHE DOVEVO LAVORARE QUINDI L ITALIANO NON E IL MIO FORTE .MA LA TUA RISPOSTA DIMOSTRA CHE LA SCUOLA IN ITALIA DEVE ESSERE RADICALMENTE CAMBIATA PERCHE SE IN ITALI A IL DIRITTO DI PARLARE O DARE OPINIONI C E L HANNO SOLO GLI ARROGANTI COME TE CHE DANNO GIUDIZI E SENTENZE SOLO PERCHE HANNO UN TITOLO DI STUDIO .E PROPRIO VERO CHE L INGORANZA C E L HAI E TI RESTA ANCHE SE STUDI TANTI ANNI TANTI SALUTI a mario serie b

  5. Scritto da gigi

    @76 Antonio
    Pensatela così quando andrete a votare, ma mi sa che quando vi troverete nel seggio con una alternativa così misera, ma così misera, farete ancora la croce sul divino Silvio.

  6. Scritto da remo

    @78 stefi
    Se la maggioranza degli studenti NON protesta, significa che le cose stanno bene così.
    Se una minoranza protesta, va bene, è un diritto, ma se sono una minoranza vadano a vedere se la loro protesta è sostenibile, e se lo è, perchè non è condivisa dalla maggioranza.
    Toppo facile accusare chi non la pensa come te di essere un caprone al servizio del potere. Più facile affermare che la minoranza è disadattata. Chi prende le manganellate le prende perchè aggredisce le forze dell’ordine

  7. Scritto da pinin

    scusate ma non si fa altro che sputare addosso ai comunisti……ma…..vi invito ad andare su Wikipedia e leggere le biografie dei vostri beniamini come Berlusconi che per anni fu appoggiato e appoggiò il PSI, Maroni che i suoi esordi politici furono nell’estrema sinistra prima in un partito marxista-leninista e successivamente in democrazia proletaria, Bossi Pdup (partito di unità proletaria per il comunismo ). Insomma forse è meglio riflettere e non sparare sempre a vanvera.

  8. Scritto da grazie a voi oggi in ritardo!

    certo è impedendo agli altri di andare a lavorare o a scuola che risolvete (se c’è da risolvere) il problema!
    30 scansafatiche ecco cosa siete! andate a lavorare!!

  9. Scritto da MB

    Grazie a tutti gli studenti, i ricercatori, i docenti che sostengono la protesta contro questi tagli che affossano la scuola e l’università italiana e quindi il paese. Non fatevi scoraggiare da tutta questa gente ignorante e nullafacente che passa la giornata a scrivere “andate a lavorare, andate a studiare” e blatera senza conoscere nemmeno il testo della riforma e l’entità dei tagli.

  10. Scritto da claudio carminati

    Vi vogliono proprio IGNORANTI. Avete ragione!
    Lascia il popolo ignorante, così che ti resterà fedele. Massima “antica” ma quantomai attuale.

  11. Scritto da daniela

    A proposito dell’entità dei tagli, una cosa mi ha colpito. Il primoministro sic ha promesso (e questa volta mantenuto) di aumentare gli stanziamenti per la scuola privata subito dopo gli attacchi durissimi ricevuti da famiglia cristiana e l’avvenire, sulla questione Ruby. Mi sbaglierò, ma da quel momento in poi non ho più sentito critiche arrivare da quella parte. E’ tutta qui l’etica di alcuni?

  12. Scritto da cap

    caspita che mobilitazione!! davvero una protesta condivisa!
    30?40 studenti? quanti sono gli iscritti all’Unibg, scusate?

  13. Scritto da laura

    stamattina in centro a bergamo ho chiesto a tredici, ripeto tredici, ragazzi che sedevano in mezzo alla strada il motivo di tale protesta… bene, l’unica risposta che ho avuto è stata: contro la gelmini. ho provato a scendere nel dettaglio, chiedendo loro cosa avrebbe comportato x loro questa riforma di così catastrofico… bene, per tredici volte ho ASCOLTATO un silenzio degno del più isolato cimitero in orario notturno!

  14. Scritto da Gianni

    x MB, vai a lavorare o a studiare!!
    Candidati al parlamento e proponila tu una riforma!! Zapatero taglia tutto ed è l’eroe riformista della Spagna, solo per la sinistra.. W l’Italia di Berlusconi..

  15. Scritto da gigi

    La riforma è passata alla camera. Ora passerà al senato.
    I 4 casinisti nelle strade rientreranno con le pive nel sacco dopo qualche muro imbrattato, qualche vetrina sfasciata e qualche auto danneggiata.
    Il 99% della popolazione scolastica non ha aderito a questo tentativo di terrorismo fagogitato dalle sinistre.
    Vai Silvio al voto di fiducia e, se non lo ottieni, sistemeremo tutto alle elezioni.
    A questo governo non c’è alcuna alternativa: avanti con le riforme.

  16. Scritto da Roberto

    Gli universitari bloccano Sant’Agostino?
    Ma se bastano 4 gatti per bloccare quella porta! Infatti erano 4 gatti e sicuramente non tutti universitari. io c’ero, e ho visto coi miei occhi.

  17. Scritto da El Merendeiro

    Già mi par di leggere i vari commenti di alcuni che scrivono su Bgnews… “Andate a laurà”, oppure “studiate che noi dobbiamo laurà” e prelibatezze simili.

    Io invece sto con i ragazzi, perchè questa riforma è indecente, il Governo è indecente e purtroppo molti o non vogliono vedere o proprio non vedono, impegnati nella loro “movimentata” vita: casa-lavoro-casa-lavoro-chiesa-lavoro…

  18. Scritto da me

    RIDICOLI ….

  19. Scritto da Guido

    Bravi ragazzi!
    Questo governo vuole che abbiate un futuro da ignoranti in modo che non siate in grado di prendere decisioni con la vostra testa e quindi siate dipendenti da questi politici incompetenti che si riempiono le tasche sulla vostra istruzione. Non mollate!!!

  20. Scritto da Aladin

    FORZA RAGAZZI

  21. Scritto da bucci fr

    condivido la protesta degli studenti. Accanto ad alcune cose (poche) condivisibili, troppe sono inaccettabili.
    La scuola è il vero investimento per il futuro. Niente sconti, altro che accetta.

  22. Scritto da Guido

    @ me: Sei tu quello ridicolo nel dare questo tipo di risposte senza una precisa motivazione.

  23. Scritto da mario59

    Hanno ragione di protestare, il disegno di questo governo è quello di dare lo studio, solo a chi se lo può permettere economicamente…gli altri figli di proletari, assolutamente da tenere ignoranti…per meglio sfruttarli…
    hanno proprio ragione di protestare, li vogliono ignoranti, avranno solo dei ribelli.
    Basta tagliare i soldi alla scuola pubblica, per darli alle scuole private, neanche ai tempi della DC succedeva, perchè applicavano semplicemente la costituzione.
    Oggi viene aggirata.

  24. Scritto da studente bg

    @me: be voglio vedere quando le scuole non riusciranno più a pagare le spese e quando diventeranno tutte private come faranno molte famiglie a pagare l’iscrizione ai figli….. quello ridicolo sei te…

  25. Scritto da simcity

    tagli a scuola e cultura, perchè poi non si dovrebbe protestare?

  26. Scritto da a.r.

    NON E’ CHE VI VOGLIONO FAR DIVENTARE IGNORANTI!!! STUDIATE INVECE DI MANIFESTARE INUTILMENTE!

  27. Scritto da a.r.

    Le famiglie mandano i figli alle scuole private perchè quelle pubbliche sono un’indecenza! Gente di ogni razza e colore che fanno ritardare il programma agli studenti italiani! Fuori questa gentaglia dall’Italia…. e se la situazione resta questa SI ai fondi alle scuole private!

  28. Scritto da renato

    Quì nessuno ha letto la riforma oppure, se l’hanno letta, non hanno capito una beata fava perchè imbevuti del loro odio ideologico verso l’attiuale governo.
    E’ dimostrato che sulla totalità degli studenti, solo una minimissima parte attuano questa ridicola protesta andando sui tetti con quel poveretto di Bersani e di Di Pietro (sono ridicoli, e pretendono di governarci in alternativa al divino Silvio).
    Nessuno ha capito che questa riforma colpisce principalmente la baronia dei docenti.

  29. Scritto da slogan

    I soliti luoghi comuni che emergono tutte le volte che si vuole fare una riforma sulla scuola.
    Si ragiona sempre per slogan politici.

  30. Scritto da silvia

    a.r. le famiglie mandano a i figli alle scuole private perchè è riasauto che anche se sono degli asini basta pagare e passano lo stesso! capirai ne ho sentite sulle scuole private cosa combinano ‘sti figli prediletti!!! a.r ma dove vivi! i giovani fanno bene a protestare, è il loro futuro perchè dovrebbero stare zitti! se sono capre va bene se sono ribelli vi spaventate. cercate di pensare a quando eravate giovani voi che facevate peggio di sicuro, facile ragionare quando ormai si è vissuto!

  31. Scritto da Mattia

    riforma cosa vuol dire? migliorare o tagliare? con la politica del risparmio si va proprio male!

  32. Scritto da pinin

    siete sicuri che nelle private ci sia……diciamo….la créme o crema come volete chiamarla, dei professori? per esperienza vi posso dire che ho trovato più umanità e competenza nelle scuole pubbliche che in quelle private. quando una maestra si permette di dire ad un bambino di 8 anni “mi fai schifo” la dice lunga, e questo è accaduto in una scuola privata. Vi siete mai chiesti perchè nelle scuole private non vedete mai bambini che hanno dei problemi, come autismo o altro?

  33. Scritto da pinin

    perchè hanno il pallino di come spiegare agli altri bambini del perchè il loro compagno ha dei problemi. esistono istituti dove alla ricreazione viene data a tutti una merenda uguale. se tu vuoi mangiare qualcosa di diverso ti mettono in classe da solo perchè gli altri non devono vedere che tu non mangi un panino ma una briosche. riflettete è davvero questo quello che vorreste dare ai vostri figli. chi ha voglia di studiare studia anche alle pubbliche.

  34. Scritto da raffaele

    ma a.r. come si permette di scrivere: Gente di ogni razza e colore che fanno ritardare il programma agli studenti italiani? stiamo parlando di persone che sanno due o tre lingue più di noi. mi piacerebbe vedere i suoi figli, magari sanno a malapena parlare l’italiano o se hanno preso da lei, per carità lasciamoli con gli altri intelligentoni che frequentano le scuole private!!!!!!!!!! e chi vi vuole?

  35. Scritto da silvuio il sogno degli italiani. Oppure: incubo.

    @12, già definirlo “divino” dice tutto. di quel che pensi…

  36. Scritto da Parole Sante

    ….. Prima di scioperare, imparate a lavorare……

  37. Scritto da mario59

    @ 12
    Ma quale baronia dei docenti… che dopo anni di studio percepiscono stipendi da fame, senza tenere conto del precariato che molti di loro vivono da anni…ma per piacere.. la baronia è quella dei preti e affini,che ingrassano, gestendo la maggior parte delle scuole private.. e spesso assumendo i docenti con contratti a dir poco vergognosi.
    In un paese libero, laico e democratico, la scuola pubblica deve essere sempre al primo posto.

  38. Scritto da lena

    ma questa illuminata di a.r. da dove sbuca? la gentaglia che vuole fare uscire dall’Italia chi sono? i suoi parenti forse? non ci dica cosa dobbiamo fare perchè già lo sappiamo. neanche mia madre obietta qualcosa figuriamoci ascoltare una che manco ha il coraggio di inventarsi un nome di battesimo. NO ai fondi alle scuole private, se avete i soldi tirate fuori i vs, non i soldi di tutti! troppo comodo……chi si ribella fa la pappa pronta anche a quelli che codardi fanno i bravi bambini!

  39. Scritto da a.r.

    PER RAFFAELE: e sai perchè sanno due o tre lingue più di noi?
    Perchè prima di arrivare da noi sono stati in altri Stati ma poi sono stati cacciati. Invece noi intelligentoni italiani ce li teniamo stretti. Sono sotto gli occhi di tutti i benefici che hanno portato alla nostra società questi cari immigrati. Seguiamo la Svizzera…loro si che hanno capito tutto!

  40. Scritto da carlo

    qualcuno ha detto che un paese civile si riconosce da come funzionano scuole/ospedali ed enti pubblici! qualcuno non vuole fare funzionare il pubblico per FAVORIRE il privato. io sono operaio, se i miei figli studiano preferisco lo facciano nel pubblico. i ricchi trovano lo stesso il modo di stare a galla ma noi dipendenti cosa possiamo fare? se non si capisce questo, si è proprio indietro…non riusciamo neanche a tutelare il nostro interesse……che pena….

  41. Scritto da pinin

    @22: BRAVISSIMA!!!!!!!! E LO SCRIVO A CARATTERI CUBITALI PERCHEè SONO D’ACCORDISSIMO!!!!!!

  42. Scritto da Aquila Orobica

    Rgazzi, studenti, precari….per favore non acoltate questa massa di persone senza cervello, lobotomizzata dai media ,dalla politica, e strano ma vero anche dalla Chiesa. Continuate nel vostro percorso di lotta, avete tutte le ragioni dalla vostra parte. Non capisco come certa gente dia contro a chi vuole salvare il proprio futuro da “morte” certa.
    Ormai io sono lavoratore ed è capitato pure a me di rimanere nel traffico causa manifestazione, ma non me ne frega un ….DAI SCECC!!!!!!!!

  43. Scritto da El Merendeiro

    il commento 22 ha dato pan per focaccia a quel disturbatore che ha il nickname “a.r.”
    Io rincaro la dose: preferisco vivere in un souk arabo piuttosto che a contatto con … di questo rango. Che vada lui a vivere in Svizzera!

  44. Scritto da Rossodentro

    io sto con gli Studenti, con la loro lotta per bloccare una riforma che cancella la Scuola Pubblica e cancella il loro futuro e il futuro di questo Paese. Di fronte alle proteste studentesche di tutta Italia, l’unica cosa positiva che potrebbe fare la Gelmini è DIMETTERSI.

  45. Scritto da padano doc

    olio e manganello x gli studenti (pretendere e basta, lazzaroni)

  46. Scritto da pinin

    @29: la seconda guerra mondiale è finita da un pezzo, forse non te ne sei accorto? sembri uscito dal film di stanlio e olio nel quale stanlio non si era accorto che la guerra era finita!!! grazie a Dio olio e manganello oggi vengono usati anche per qualcos’altro.

  47. Scritto da Raffaele

    caro a.r. sanno due e tre lingue perchè sono più istruiti di te senz’altro! io ho degli appartamenti in affitto, gli unici che pagano in orario sono gli “stranieri”, lavorano in Italia da tantissimi anni e versano regolari contributi. non posso parlare male così a vanvera come fai tu, come un pappagallo, io ti dico fatti concreti. comunque se vuoi andare in Svizzera fallo pure, da quello che leggo non stai simpatico a nessuno.

  48. Scritto da Mattia

    padano doc faresti meglio ad andare anche tu con l’olio e manganello in Svizzera, vai vai…che ti aspettano

  49. Scritto da 81

    è normale, stanno arrivando le vacanze di Natale, quindi è il periodo delle occupazioni a scuola…studiate anzichè perdere tempo!!

  50. Scritto da ANTONIO

    classico: occupare a fine novembre.. anche quando facevo il liceo io, 13 anni fà, era a stessa storia.

  51. Scritto da Marco Cimmino

    Possibile che, ogni volta che si parli di scuola, la gente debba, per forza, dare il suo peggio? Idiozie pure e semplici, quelle che pongono il problema pubblico/privato sul piano di chi è più bravo: ci sono ottime scuole private e pessime scuole private. Il punto è se è giusto finanziarle. Così, la questione riforma: la riforma, in sè, è abbastanza logica. Ciò che non è logico sono i tagli finanziari al MIUR. Certo è che sparando slogan contrapposti il problema non si risolve: anzi, si complica

  52. Scritto da A.Z.Bg

    Avere 37 corsi di laurea con un solo studente è normale per questi pseudo studenti così come finanaziamenti per la riserca sull’asino dell’Amiata.Certo perdere ciò dispiace agli studenti che protestano,ma agli altri cittadini che con le tasse mantengono università del genere no!Tra le prime 150 università del mondo non ce n’è una italiana e loro protestano per mantenere questo sistema,bravi Una volta i sinistri si autodefinivano progressisti ora sono solo i peggiori conservatori dei privilegi.

  53. Scritto da tbg

    @33 ..sai io frequentando un istituto tecnico vorrei anche studiare.. ma con i tagli non ci sono fondi per finanziare attività di laboratorio e, di conseguenza, hai una minima idea del danno di non poter fare un’attività pratica completa in una scuola tipo la mia!?! voglio vedere se al lavoro ti tocca rifare un progetto 10 volte a causa di “mancanza di materiale” come reagisci!!!!

  54. Scritto da me

    visto la foto!!!!!!!
    ma sono 4 gatti …..vergognatevi

  55. Scritto da Divino

    @19
    Con il basso livello dei suoi avversari politici, Silvio non può esser altro che “Divino”

  56. Scritto da Baronia

    @21
    Informati Mario59 sulla baronia dei docenti, quella che la riforma colpisce. Informati se no stai zitto, e non parlare per luoghi comuni

  57. Scritto da Giovanni

    Nel 1997 alcune persone occuparono il campanile di S.Marco in p.zza S.Marco a Venezia esponendo la bandiera di S.Marco.Vennero arrestati con assalto dei ROS dei carabinieri,processati e condannati al carcere.Oggi pseudo studenti occupano torri,monumenti,tetti di università e nessuno li arresta,anzi dei politici li vanno a trovare e li incitano a continuare.La legge in questo stato ridicolo non è uguale per tutti,alcuni vanno in galera,se sei di sx fai ciò che vuoi in barba ai cittadini onesti.

  58. Scritto da Arturo

    come mai ai contadini che protestavano per le quote latte è stat contestata l’interruzione i pubblico servizio ed a questi sinistri personaggi no?

  59. Scritto da Laura L.

    Stanno occupando in TUTTA Italia ragazzi di ogni orientamento politico. Sono con i ragazzi dell’Università di Bergamo e sono convinta che se non ci si è dentro è troppo facile dire quattro minchiate reazionarie e tacciare gli studenti di pigrizia. Informatevi sugli effetti della riforma sulla ricerca.Il resto del mondo di fronte alla crisi ha incentivato la ricerca e ha sostenuto l’universita,solo in Italia si è tagliato ciò che ha reso grande il nostro Paese per SECOLI.

  60. Scritto da Tristezza

    Capisco che per chi vota Lega serva solo la prima elementare, ma c’è anche gente a cui la cultura,il mondo,lo studio e la ricerca interessano.

  61. Scritto da @Giovanni

    quelli di s. marco avevano un autoblindo

  62. Scritto da Gianni

    Andate a lavorare…Barboni… mantenuti dal papà che magari ha il SUV e vi manda in vacanza ad Ibiza…!!! Sono universitario anche io ma non ho tempo per sedermi in mezzo alla strada e bloccare i servizi pubblici..

  63. Scritto da dan

    io rispetto chi sciopera, è un suo diritto se ne vede il motivo. ritengo anche, però, che quasi tutti gli studenti delle superiori che scioperano non sanno neanche il perchè o, comunque, ne sanno solo una piccola parte. do un consiglio ai ragazzi che scioperano: prima di farlo informatevi bene e decidetelo di testa vostra, non scioperate solo perchè lo fanno tutti gli altri.

  64. Scritto da Gianni

    A chi contesta la Gelmini (la futura classe dirigente) propongo, invece del 3+2 anni come prevede il programma di studio universitario, un bel 5 anni modello piano quinquennale dell’industria sovietica in qualche miniera del Caucaso o, in subordine, un più verde piano quinquennale della terra in una landa desolata dell’Ukraina. Ovviamente il rettore sarebbe Stalin. Non sapete quanto avete buon tempo!!!!

  65. Scritto da ALESSIO

    x Arturo…
    i contadini onesti non hanno problemi, quelli delle quote latte li chiamerei furbetti…bella differenza…

  66. Scritto da filo

    ragione o torto………nessuno deve avere il diritto di creare disagi alla gente comune che di problemi ne ha ben altri………andata fuori dal parlamento e dal senato bloccate i parlamentari….non le strade del centro……..dove la gente ha il diritto di circolare liberamente………..

  67. Scritto da Gianni

    x olciccio..
    di sicuro non stavi andando al lavoro, iscriviti anche tu ai piani quinquennali..vedrai che bello..

  68. Scritto da pinin

    @Gianni: come studente universitario non mi sembra tu abbia imparato granchè. forse perchè da una persona che avrà un titolo di laurea mi aspetto moooooolto di più che chiamare le persone con appellativi alquanto grotteschi come “Barboni”. mi domando ma come ti permetti!!!! uno può condividere o meno un’idea ma il rispetto è alla base del vivere civile. Mi sa che in università stai studiando sui libri sbagliati. a me non è stato insegnato questo.

  69. Scritto da olciccio

    Hanno fatto bene!
    Una donna ottusa come la Gelmini o come questo governo di certo non si fermeranno davanti agli studenti di p. S. Agostino ma, hanno fatto bene!
    Anche se ero in colonna per colpa vostra, avete fatto bene!

  70. Scritto da pinin

    Io ho studiato quando c’erano ancora i 5 anni e non 3+2 e di Stalin non ne ho visti!!!! Aaahhhh ho capito tu vuoi il 3+2 nel caso non avessi più voglia di continuare. Adesso ho capito.

  71. Scritto da Mariastella Reggio Calabria

    MERITOCRAZIA!
    Dal sito del ministero il curriculum vitae della Ministra è di UNA riga:
    “Avvocato, è specializzata in diritto amministrativo”. Non ha mai lavorato! Ha sempre campato di politica!
    Ha superato l’esame di Stato per avvocato presso la Corte d’Appello di REGGIO CALABRIA (!!!!) nel 2002.
    Nel 2000 fu sfiduciata da presidente del consiglio comunale di Desenzano per inoperosità. La sfiducia fu votata da 8 consiglieri dell’opposizione e 7 della maggioranza. DELIBERA 33 del 31/03/2000

  72. Scritto da daniela

    Sono assolutamente con gli studenti i docenti e i ricercatori che protestano oggi per avere un futuro che gli stanno negando. togliere ai “poveri” per dare ai ricchi è una vecchia solfa che non passa mai di moda e il Divino e le sue pecore in questo sono maestri. E più si resta nell’ignoranza e più loro godono e si riempiono la pancia. Basta informarsi sui fatti (quotidiani) e far funzionare il cervello e balza all’occhio, facendotelo nero.

  73. Scritto da daniela

    Ma ciò che mi sconcerta è che ci siano persone come me, da mille e poco più euro al mese di stipendio, che si fanno del male votando e difendendo chi ti sta rubando dalle tasche mentre ti sorride. E non si tratta di pensieri o idee diverse, ma di informazione o disinformazione, si tratta di ignoranza colpevole. Per il sedicente universitario, guardi che stalin è morto da un pezzo, ora c’è putin, l’amico (gazprom!) del divino/pilu.

  74. Scritto da barba

    Fate ridere! Avete paralizzato mezza città, imbrattato i monumenti con dei cartelli scritti da semi-analfabeti. A pensare che questa gentaglia sarà il domani vengono i brividi. Prepariamoci ad un’altra generazione di sesantottini incapaci e arroganti. Ma almeno loro avevano delle idee… voi nemmeno quelle!

  75. Scritto da Mariastella Reggio Calabria

    Come se non bastasse, la Ministra la settimana scorsa ha votato contro se stessa. Lei e il ministro della “giustizia” Alfano hanno votato per errore a favore di un emendamento dell’opposizione, facendo perdere il governo.
    La Ministra ha dichiarato: “abbiamo sbagliato a premere il pulsante”.
    Dovevamo aspettare la Gelmini per vedere un ministro che vota contro la Riforma che porta il suo nome.
    Il governo del fare è riuscito anche in questo. Ormai Grillo, Benigni, Cornacchione sono dilettanti…

  76. Scritto da olciccio

    @53 Gianni
    Lavori solo tu!

  77. Scritto da daniela

    I cartelli imbrattano?? E da quando? Anyway mia figlia diciottenne, da lei definita “gentaglia”, le idee le ha, mi creda, e anche piuttosto precise oltre che in continua evoluzione. Così spero sia anche per Lei, sign.barba :)))

  78. Scritto da barba

    @62
    Immagino… si faccia spiegare allora cosa non va bene in questa riforma e per quale motivo per contestarla bisogna bloccare le città, salire sulla torre di Pisa e tirare le uova marce al Senato e a Palazzo Marino. Sono queste le idee di sua figlia? Bell’educazione che le ha dato, complimenti!

  79. Scritto da pinin

    @Daniela: BRAVISSIMA DANIELA!!!! ANCH’IO HO UN FIGLIO COME TUA FIGLIA. HANNO DELLE IDEE E PER FORTUNA CHE LE HANNO ALTRIMENTI GLI DAREBBERO D’INTENDERE QUELLO CHE VOGLIONOI!! INVECE GRAZIE A DIO RAGIONANO! IN “BARBA” A TANTA GENTE CHE LE IDEE NON DANNO NEMMENO COSA SONO PERCHè SONO ABITUATI A CHINARE SEMPRE LA TESTA PERCHè NON SAPREBBERO COSA DIRE!

  80. Scritto da IOSIF VISSARRIONOVIC DZUGASVILI

    vai avanti GELMINI infischiatene di studenti strumentalizati da baroni e professori COMUNISTI cambia questa universita che fa schifo.E CHE FA SCHIFO è UN FATTO CONCRETO non lo dice berlusconi ma lo dice l europa .COMUNCQUE SONO PIU TANTI QUELLI CHE NON PROTESTANO CHE QUELLI CHE PROTESTANO.