BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Qui citt?? di m.”, le diverse facce di Milano

Sabato 27 all'Auditorium la compagnia Atir porter?? in scena un testo scritto da Piero Colaprico: una riflessione sui cambiamenti di una citt??.

Qui città di m”. Il titolo non lascia spazio all’immaginazione, anche se si parla di Milano. Lo spettacolo, in cartellone all’Auditorium di Ponteranica sabato 27 alle 21 per la stagione di Erbamil e portato in scena da Atir, vuole essere una riflessione aperta su questa città.
“Qui città di m.” – la regia di Serena Sinigaglia è un giallo a tutti gli effetti e un monologo per sette personaggi scritto ad hoc per Arianna Scommegna, sola in palcoscenico, da Piero Colaprico.
Il testo racconta che "città di m.” altro non è che la nostra vita, le nostre paure, la paura del diverso, del traffico, della bomba, dello smog. Ma è anche la Boccassini, tangentopoli, Borelli, le le sue periferie, San Siro, il “rampantismo”. Tante facce diverse in una stessa città.
Costo del biglietti: intero 12 euro, ridotto 10 euro. Ingresso gratuito ai bambini fino ai 12 anni.
Prenotazioni e informazioni: tel: 035.573876; www.erbamil.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gigi

    Si, effettivamente Milano citta di m. con il bluff di Di Pietro, D’Ambrosio, Colombo, Bocassini, Borrelli su Tangentopoli.
    Dopo quegli anni, tutto come prima, quando le indagini vanno in una direzione unica non poteva che essere “Milano citta di m.”
    Il golper dei comunisti non ha avuto successo, come con la guerra partigiana rossa.