BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“La Cantata” a più voci del coro La Pineta

Il Coro La Pineta prepara il Natale 2010 con la proposta di una speciale "Cantata" a più voci che presenta domenica a Costa Volpino e poi in altre località dell'alto Sebino.

Più informazioni su

Il Coro La Pineta di Costa Volpino prepara il Natale 2010 con la proposta di una speciale "Cantata" a più voci.
Sono le voci di un attore che dipana un percorso a tappe; dell‘organo che sottolinea la solennità storica e attuale del Natale; di un gruppo di strumenti a fiato che rendono suggestive melodie classiche e moderne; e del Coro che raccoglie il senso della narrazione e la rimanda con gli effetti musicali di ampia coralità narrativa.
Il Récital è stato presentato lo scorso anno in anteprima ed ha ottenuto un successo al di sopra delle aspettative, per questo il Coro La Pineta ha deciso di riproporlo in altre realtà (Costa Volpino, Gratacasolo di Pisogne, Bossico) per le domeniche dell’Avvento. Si tratta di un percorso ben noto nei paesi di lingua tedesca che preparano il Natale con l’emozione della musica in ogni sua espressione e della parola: cantata, recitata, ma anche interpretata da suoni di diversi strumenti.
Quella realizzata dal Coro La Pineta è dunque una composizione, per certi versi, prima nel suo genere nel territorio bergamasco. Il testo è diviso in tre parti che seguono la logica narrativa del "Flash-back": Annuncio (prima parte), Gerusalemme (seconda parte), 30 anni prima (terza parte), tra loro integrate e conseguenti. Nell’annuncio esplode la gioia dei profeti che videro venire da lontano quel Messia che avrebbe liberato Israele (e oggi il mondo) da ogni servitù. Ma poi arriva Gerusalemme con i suoi giorni tragici: la luce sembra essersi spenta per sempre sul mondo con il pianto di Maria: sennonché si accende la luce d’oro del tramonto della sera di Emmaus e la storia allora riprende su un altro piano, con lo "svelamento" delle scritture ed il riconoscere la stoltezza del cuore dell’uomo, da cui riparte finalmente la gioia della speranza. Ed ecco allora tornare quel Natale di 30 anni prima dove l’adorazione dei semplici diviene quella di un’intera umanità che piega il ginocchio davanti ad un bambino appena nato. Dentro corrono pensieri di ogni tempo: da preghiere delle nonne, al "Discorso della luna" di Giovanni XXIII, da S. Francesco a Leopardi, ai Vangeli, ai Profeti.
Con il Coro La Pineta compongono la Cantata di Natale il quintetto di fiati del Corpo Musicale di Costa Volpino diretti da Giuseppe Martinelli, accompagnati da Antonio Puritani all’organo, mentre la voce e l’azione scenica dell’attore Lorenzo Trombini interpreta pensieri e letture.
La durata complessiva del récital, che si svolge senza intervalli, è di 70 minuti.
La "Cantata di Natale" verrà rappresentata a Costa Volpino, Chiesa di S. Antonio in Corti, Domenica 28 Novembre alle ore 16.00; nella Chiesa di Gratacasolo Sabato 11 Dicembre alle ore 21.00; nella Chiesa di Bossico, in collaborazione con l’USCI Bergamo, Sabato 18 Dicembre alle ore 21.00. L’ingresso è libero e gratuito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.