BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vivipresolana: “Il Pgt di Castione ci lascia perplessi”

Pubblichiamo il comunicato di Vivipresolana in merito all'approvazione del piano di governo del territorio di Castione della Presolana.

Più informazioni su

Pubblichiamo il comunicato di Vivipresolana in merito all’approvazione del piano di governo del territorio di Castione della Presolana.

Mercoledì 17 Novembre il Consiglio Comunale di Castione della Presolana ha proceduto all’adozione del nuovo Piano di Governo del Territorio. La maggioranza, gruppo Intesa, per riuscire a raggiungere il numero legale per il voto di adozione del PGT ha scomposto in comparti il PGT e ha proceduto con calcolata perizia a votare i vari capitoli ad essi collegati per un totale di 231 votazioni, in questo modo ha sempre potuto assicurare il numero legale.
Ciò nonostante, lascia molto perplessi constatare come nelle votazioni relative agli ATR Numerali, cioè gli Ambiti di trasformazione diretta residenziale, nel 60% dei casi votati i consiglieri di maggioranza alternativamente si sono dovuti astenere per incompatibilità. L’ambito di incompatibilità per 7 consiglieri di maggioranza copre oltre il 50% delle aree di nuova edificabilità degli ATR numerali.
Ancora più perplessi di fronte alla non capacità o non volontà di rispondere alle domande sia politiche che tecniche poste dalla minoranza in sede di dibattito. Dibattito che ovviamente non c’è stato, salvo giustificare l’alto importo dei metri quadri di edificabilità introdotti dal nuovo PGT, con il fatto che una parte di questi deriva del vecchio PRG e senza dare ragione del perché ne abbiano aggiunti altri.
In una analisi più generale del nuovo PGT, spiace ulteriormente constatare, come, seppur partendo da analisi e premesse non prive di validità, di fatto si proceda in senso opposto limitandosi all’occupazione delle rimanenti aree verdi. Gli stessi criteri adottati risultano incomprensibili. Ai 93 edifici rurali censiti viene giustamente assegnata una percentuale di edificabilità al fine di stimolarne il recupero, ma questa percentuale varia a discrezione dal 20% al 200%! Di più, gli indici di edificabilità testimoniano una politica urbanistica di tipo speculativo, che non tutela gli interessi della collettività. Se da un lato l’introduzione di un imponente numero di nuove unità abitative svaluta per eccesso di offerta il valore immobiliare delle quasi 8000 unità abitative esistenti e ne riduce il valore degli affitti, dall’altra parte i cittadini si ritroveranno a sopportare i maggiori costi di gestione dei già onerosi servizi comunali.
In considerazione di ciò, ViviPresolana presenterà nei tempi e nei modi previsti dalla legge una serie di osservazioni al PGT volte a ridurre le ingiuste sperequazioni poste in essere da questo PGT a limitarne l’impatto speculativo sul territorio ed una serie di ampie osservazioni volte a valorizzare e tutelare il territorio con l’obiettivo di stimolare la crescita del valore del patrimonio immobiliare esistente, che non può essere lasciato deprezzare con così facile disinvoltura da questo PGT.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da castione bandiera nera :(

    Inutile dire che mi pare un’iniziativa lodevole, però il loro sito non mi pare frequentatissimo, segno che forse alla gente non è che interessi più di tanto…

    http://www.vivipresolana.it

  2. Scritto da John

    A quanto pare il solito percorso che ha fatto a pezzi le valli bergamasche. Non saper guardare oltre il naso . In trentino la gente li farebbe correre

  3. Scritto da Furbetti della Valle

    Bravo John ! il problema è che certa “gente” non ha limiti .. ma più siamo a combattere queste ruberie , meglio sarà per tutti !

  4. Scritto da modello Trentino

    Il bello è che certa gente si sente la più furba, e delle furberie fa uno stile di vita.
    Certo che in Trentino li avrebbero fatti correre. Invece siamo in val Seriana, e i furbi pensano che tutti abbiano le fette di salame sugli occhi. Intanto, là le valli hanno uno sviluppo. Qui le valli si stanno spegnendo. Popolate di cattedrali edilizie degne delle periferie delle metropoli, ma vuote. Che bella eredità lasceranno ai posteri!