BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Mi danno dell’evasore e sono io a dover dimostrare di non esserlo”

Un cittadino bergamasco accusato di aver evaso una tassa governativa Tim racconta le proprie traversie non ancora finite.

Più informazioni su

Egregio sig. direttore
dopo 36 anni di lavoro, sia come dipendente che come libero professionista, ho scoperto che l’agenzia delle entrate di Bergamo 2, mi definisce evasore.
La faccenda comincia lo scorso anno quando mi giunge una cartella esattoriale in cui mi si chiede una tassa governativa per un canone Tim dei primi mesi del 2007.
Avendo l’abitudine di conservare tutta la documentazione che mi riguarda, fornisco, all’addetto della agenzia delle entrate, la disdetta per gravi mancanze da parte mia del servizio telefonico Tim già nel 10-2006 e la comunicazione della Tim che il contratto è cessato al 12-2006.
L’addetto della agenzia delle entrate mi segnala, via e-mail, che io sono il cittadino e quindi non può accettare la documentazione da me fornita, ma che deve richiedere conferma alla Tim di questa cessazione.
Da notare che ho fatto copia per l’addetto non della mia lettera alla Tim, ma della risposta della Tim!!
Non so se l’addetto ha fatto richiesta alla Tim
, se la Tim non ha risposto, se si ha avuto la volontà di compiere bene il proprio lavoro o se è stato più facile lasciare le cose come sono e quindi vessare il cittadino-suddito.
Fatto sta che mi arriva una cartella in cui vengo dichiarato evasore in quanto devo allo stato delle "tasse evase" per una cosa che non dovevo, non devo e non dovrei, e cioè il canone di concessione telefonica del 2007.
Perchè dico non dovrei? Il legale da me contattato mi dice: caro Adriano, ti conviene pagare e sperare che la cosa si fermi lì, tu come cittadino non hai scampo di fronte a questi birocrati (birocrati perchè più che scrivere non sembra producano lavoro come il sottoscritto è costretto a fare da 36 anni). E poi le spese sarebbero più di questa cifra, anche se iniqua, e forse, dato che non ti chiami Berlusconi e non hai l’attenzione dei giornali, poi pagheresti ancora di più.
Sei un suddito, per l’agenzia delle entrate tu sei comunque un evasore e devi dimostrare di non esserlo, non sono loro a dover dimostrare che lo sei.
Questa è l’Italia che nel mio piccolo, con le tasse che sostengo, ho contribuito a creare?
Spero comprenda la mia amarezza
Un "evasore"
Pelucchi Adriano

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marilena

    per 23 non capisco il tuo intervento, hai messo insieme ucraina e eritrea senza un nesso logico. Mi sembra strano il discorso sulla badante, comunque io mi riferisco all’italia e tanto basta.

  2. Scritto da ANTONIO

    che tristezza….e poi esistoni casi come berlusconi, che per giunta è il presidente del consiglio…

  3. Scritto da per Marilena

    in compenso la badante di mia suocera nel suo 740 risulta con due figli a carico. Sono maggiorenni, vivono in in Ucraina lavorano, ma guadagnano qualcosa meno di 2.800. In Ucraina le pensioni sono di 1 euro al giorno, per cui si può ben pensare che uno con circa 230 euro al mese se la cavi. Ma noi siamo un paese di persone generose. Ne consegue che 2800 euro in Eritrea valgono come in Italia. Rifletti Marilena!

  4. Scritto da gigi

    questo e’ uno dei numerosi esempi di spreco di denaro pubblico. Quanto costa alla collettivita’ il lavoro dell’ addetto che svolge queste pratiche? sicuramente piu’ della tassa non evasa tra l’ altro. Inoltre quanti poveri pensionati vengono convocati per mostrare le ricevute della farmacia, delle visite mediche, o lavoratori dipendenti che devono esibire le rate del mutuo ?

  5. Scritto da mx

    Lasciamo perdere la Tim, io sono in ballo da un paio di anni, mi hanno fatto partire un contratto mai firmato, spedito i telefonini compreso nell’offerta senza il mio consenso, chiesto di pagare bollette che non sapevo di aver fatto, con dati internet e spese per almeno 900 euro, poi quando la tim si e’ scusata e ci ha detto che il contratto era chiuso ancora ci mandano ogni due-tre mesi lettere da uffici diversi di riscossioni crediti!!!!
    e non sono l’unica!!!!

  6. Scritto da giovanni

    stessa identica cosa ma con VODAFONE identico periodo
    avrei potuto fare ricorso ma avrei speso molto ma molto di piùperchè comuinque i ricorsi con la nuova legge costano ho pagato w italia.
    ciao giovanni

  7. Scritto da Il Naggio

    Robe da matti……

  8. Scritto da pazzesco

    abuso di potere!!

  9. Scritto da Alex71

    Le solite pietose italianate di un paese allo sfascio!

  10. Scritto da TINO

    Federalismo, l’unica via di scampo bisogna capirla.

  11. Scritto da alessandro rossi

    l’inversione dell’onere della prova che viene regolarmente utilizzato dall’agenzia delle entrate è una violazione del principio civile e legale della presunzione di innocenza. queste pratiche incivili (e contrarie ai principi costituzionali della repubblica italiana) sono tipiche di uno stato di polizia, di un regime di colonnelli…. ora queste idiote e incredibili misure (ma non era il governo della libertà e della civiltà?)… a quando i primi desaparecidos?

  12. Scritto da Piero Sauro

    Purtroppo, in Italia non si è cittadini a tutti gli effetti come in qualunque altro Paese europeo, ma – come sostenuto da anni da Massimo Fini – solo sudditi. L’onesto è sbeffeggiato quotidianamente da evasori, prepotenti e furbi e deve anche subire le angherie di imbroglioni e truffatori (società o privati). E non può neppure rivolgersi alla giustizia, perché questa, con le sue lentezze e le sue inefficienze, favorisce solo i disonesti.

  13. Scritto da Giulio

    Beh in questo caso la colpa è di tim.
    comunque non si capisce com’è possibile che tutti si lamentino dello “stato di polizia” cauasato dall’agenzia delle entrate e poi si abbia tutta questa evasione fiscale.
    forse che in fondo non sono poi così severi come li dipingete?

  14. Scritto da andrea

    per@10 caro Giulio l’evasione fiscale c’è ed è tantissima ma gli addetti dell?agenzia con questi comportamenti stanno davvero inseguendo gli evasori. Eppure basterebbe togliere l’iva ai privati e rendere deducibili anche in minima parte le spese per fare diventare noi stessi cittadini un pò controllori dell’onestà di tutti NO?

  15. Scritto da Carlo Pezzotta

    Perchè non chiediamo a EQUITALIA, nata per aiutare a combattere l’evasione, come funziona e se funziona. Vorrei capire da loro, se nella loro rete cadono solo i piccoli evasori ma anche i grandi evasori e se la risposta è affermativa, facessero conoscere chi hanno beccato. QUALCUNO DI EQUITALIA MI VUOLE RISPONDERE, PER FAVORE?

  16. Scritto da Burocrazia. Il grande fallimento di B&B

    Lo scandaloso fatto raccontato è la prova più profonda del fallimento del quindicennio di B&B.
    La rivoluzione liberale, la meritocrazia, l’efficienza, la normalizzazione dei rapporti tra cittadino e Stato. Tutto mancato.

  17. Scritto da beppe

    se posso vi racconto quello che é successo a me. Ho chiesto all ag delle entrare una rateizzazione…. risposta > vada sul sito e via internet chieda la rateizzazione. io mi chiedo se ho 80 anni e non ho il pc o non lo so usare? divento un evasore oppure mi attacco al tram! sciopero fiscale subito! non paghiamo piu nulla!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  18. Scritto da Ma va là

    @7- Che c’entra ? La burocrazia è una variabile indipendente , ci può essere con o senza federalismo . I suoi fautori governano da quasi 10 anni !!!!!! Cosa fanno ? le belle statuine che ritirano lo stipendio.
    Piantiamola di citare a sproposito la parola magica che risolve tutti i mali o col prossimo raffreddore finirai col prendere una pastiglia di “federalismo”.

  19. Scritto da tino

    quoto il n. 11 : un giorno si e due anche, in tv compaiono notizie di roboanti operazioni GDF e Agenzia Entrate su recuperi milionari di imponibili, prego informateci anche quanto viene effetivamente recuperato dopo le sentenze definitive! solo dipendenti e pensionati pagano tutto e subito !

  20. Scritto da PRO AGENZIA DELLE ENTRATE

    Sicuramente il caso in questione rappresenta un’anomalia di sistema. Per il resto….NON PRENDIAMOCI IN GIRO!!!!…..Siamo in una delle province dove l’evasione fiscale è altissima…e nonostante il lodevole impegno di Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate nella lotta contro il fenomeno evasivo/elusivo. Altro che federalismo fiscale!!! Introduciamo il reato penale con tanto di galera su questi delinquenti (che poi sono quelli che si lamentano dei servizi scadenti etc. etc.)

  21. Scritto da marilena

    io vi racconto questa. Se un giovane che vive in famiglia lavora due tre mesi all’anno e supera la GROSSA CIFRA di euro 2800 non è più a carico dei genitori e se per caso questi compilando il 730 non l’hanno fatto presente al caf, ricevono subito la richiesta di rimborso delle detrazioni. Ne la destra ne la sinistra hanno mai cambiato l’importo elevandolo, così un sacco di famiglie sta ricevendo l’ingiunzione: ecco perchè tanti studenti lavorano in nero! Oggi il sindacatoèoberatodaquestepratich

  22. Scritto da marilena

    contnua 20. Mi hanno raccontato di vedove che si vedono togliere il figlio a carico perchè la reversibiltà del padre morto supera di poco la cifra che ho indicato prima, vi rendete conto di come va l’italia? Il fisco è forte con ideboli e debole con i forti e i politici di entrambi gli schieramenti stanno zitti. E’ comodo chiedere di pagare le tasse a chi lavora alle dipendenze ed è subito rintracciabile e lasciar perdere gli evasori veri che mantengono fuori strada e fuori bordo e fuori moglie!