BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I transessuali e la lagge italiana: convegno

“L’identità di genere nell’ordinamento italiano”: organizzato da Rete Lenford, l’incontro si svolge oggi dalle 14.30 alla Facoltà di Giurisprudenza in via dei Caniana.

Più informazioni su

Bergamo discute delle difficoltà incontrate con la legge dalle persone transessuali. L’occasione è un convegno, “L’identità di genere nell’ordinamento italiano”: organizzato da Rete Lenford, l’incontro si terrà venerdì 26 novembre, dalle 14.30 alle 18.30, nella sala Galeotti della Facoltà di Giurisprudenza in via dei Caniana. Il convegno è patrocinato dall’Università degli Studi di Bergamo ed accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Bergamo.
Numerosi gli interventi in programma, tutti con un unico denominatore: discutere della vita, dei diritti e delle responsabilità di quanti decidono di sottoporsi ad interventi per modificare la propria sessualità. Inoltre, l’evento offrirà ad avvocati e operatori del diritto la possibilità di conoscere il mondo del transessualismo: in questo modo, quanti in futuro si troveranno ad offrire assistenza giudiziale a persone che hanno adeguato il proprio sesso, avranno le conoscenze tecniche e la sensibilità umana necessarie a svolgere con professionalità il mandato.
L’evento si inserisce nel progetto europeo “Equal Jus, European Network for the Legal Support of LGBT Rightsc” e viene organizzato ad una settimana di distanza dalla giornata mondiale contro la transfobia. L’intento è quello di far passare un messaggio chiaro: nel 2010, le discriminazioni subite dalla comunità transessuale sono ancora troppo pesanti in campo sociale come in quello lavorativo.
Questo nonostante l’Italia sia stato uno dei primi paesi europei a legiferare sull’adeguamento di sesso. Già nel 1982, infatti, la legge 164 prevedeva l’attribuzione con sentenza del nuovo sesso e del nuovo nome, seguita da un intervento chirurgico e da una modifica agli atti anagrafici. Solo Svezia e Germania erano intervenute in materia prima del 1982. Da allora, però, molto poco si è mosso in Italia.
Nel corso dell’incontro si analizzerà la situazione attuale, discutendo degli eventuali sviluppi futuri in campo legislativo.
Il programma del convegno è disponibile sul sito www.retelenford.it.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Renzo

    un dato per riflettere ( a voi i commenti ) : i due terzi delle donne che si vogliono sottoporre a pesanti interventi di chirurgia estetica ( non si accettano) rinuncia dopo una serie di colloqui con lo psicoterapeuta.