BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“No al coprifuoco”, stasera festa in via Quarenghi

E' fissata per le 19 del 25 novembre la festa di protesta del gruppo "No al Coprifuoco", contro la recente ordinanza comunale che entra in vigore da oggi.

Più informazioni su

E’ fissata per stasera, 25 novembre alle 19, la festa di protesta organizzata dal gruppo "No al Coprifuoco", contro la recente ordinanza adottata dal Comune di Bergamo per la sicurezza di via Quarenghi, provvedimento che entra in vigore da oggi. L’evento si terrà nella parte bassa della via, nei pressi del civico 33. "Gli organizzatori – si legge in una mail del gruppo – si aspettano un’ampia partecipazione da parte dei cittadini" e sono pronti a distribuire un volantino di questo tenore:

"Signore e signori, ecco a voi “l’altra via Quarenghi”! Non quella spenta, vuota e piena di paura che l’amministrazione comunale vorrebbe proporci: no, questa è quella accesa, aperta, vissuta, percorsa… viva! La via Quarenghi di cui Bergamo ha bisogno! Oggi fermiamo il coprifuoco, per dire che non riusciranno ad imporlo né qui né in nessuna altra zona della città: perché il coprifuoco non fa bene a nessuno. Danneggia i commercianti e i loro clienti, svuota le strade, crea inutilmente allarmismo e paura: gli unici che ne beneficiano sono gli stessi inventori del coprifuoco, che con questa folle idea si fanno tanta propaganda. Basta sfruttare via Quarenghi come simbolo della criminalità: questa è una strada che va vissuta come tutte le altre! A Bergamo nessun coprifuoco!"

All’incontro aderisce anche Rifondazione comunista
, per ora unica tra le forze politiche ad aver dato il proprio supporto all’evento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da NINO

    I soliti disfattisti

  2. Scritto da Nik

    Tentorio e il suo fido assessore sono riusciti a propinarci anche il coprifuoco, roba da anni ’20. ora la stampa come voi farebbe bene a occuparsi a dovere del problema e non finire a parlare dei prevedibili contro-fatti, che sono la manifestazione di Rifonda e il sit-in del Pacì. uno legge sta roba e dice “roba da comunistoni”, invece si dovrebbe sapere cosa hanno proposto i due fascistelli. scusate lo sproloquio, ma almeno bgnews dovrebbe scrivere qualcosa di completo, sennò uno torna a l’eco

  3. Scritto da CCCP

    Coloriamo la via !! Tentorio e Nazinvernizzi dimettetevi !!
    BUNGA-BUNGA !!!

  4. Scritto da verita'

    L’hai detto tu stesso ,il tuo e’ proprio uno sproloquio.Via Quarenghi con certa gente e’ ormai un ghetto,chi non lo vede e’ solo perche’ non lo vuol vedere.Chi ha il coraggio di passare di li’ di notte da solo?

  5. Scritto da M-16

    No al coprifuoco su via Quarenghi! Il napalm ci vuole!

  6. Scritto da mario59

    Ci passo tante di quelle volte a piedi in via quarenghi, anche la sera tardi.. ma a me non è mai successo nulla..bohh.
    Si capisce che questa amministrazione vuole la legalità a modo suo…di sicuro non vanno a dare noia a quei locali frequentati dai “benpensanti” magari anche consumatori di costose polverine.
    Dunque anche questo è un modo come un altro, per distogliere l’attenzione da chi non ama che si sappia troppo in giro quale hobbie una certa fetta della società… possa praticare.

  7. Scritto da MARIO

    RICORDO A TUTTI I LETTORI CHE ALLE ULTIME ELEZIONI RIFONDAZIONE COMUNISTA CON IL SUO ESPONENTE LOCATELLI HA PRESO 1,5% DEI VOTI.
    A CASA

  8. Scritto da JERRY

    Il Comitato dei negozianti di Via Quarenghi è certo che, animando la via con negozi sempre aperti, si possa garantire ricchezza, bellezza e sicurezza alla via.
    Il nostro motto: more work to be more beautiful !
    Il Comitato dei negozianti è formato sia da bergamaschi che da extra comunitari e cerca con i fatti l’integrazione.
    Il Comitato propone:
    1. un’isola pedonale con negozi sempre aperti anche la domenica;
    2. la concessione gratuita ai negozianti di parte del marciapiede.

  9. Scritto da Vittorio Valle

    @Verità (n°3): io, per dirne uno. Abito a 50 metri e ci passo tutti i giorni e a tutte le ore e non ho MAI avuto problemi. Forse sei un po’ prevenuto. Prova ad andarci invece di giudicare senza sapere nulla.

  10. Scritto da Gianluca

    Mario… Cosa c’entra?!
    PS: l’Atalante era meglio quando allenava Mondonico. A casa
    PPS: Mi piace fare affermazioni a caso. Come mario.

  11. Scritto da verita'

    @VITTORIO VALLE-Io non sono prevenuto,ma di sicuro non ci vado a piedi dopo le 23,quando passo in macchina vedo certi ceffi,per cui non sto’ a sfidare la sorte.Certo come dici tu potrebbe andarmi bene,ma chi me lo fa fare di rischiare?A te e’ sempre andata bene finora,speriamo che continui cosi’,poi se abiti in zona evidentemente ti conoscranno di vista,per cui sei gia’ avvantaggiato.

  12. Scritto da verita'

    @mario59-Ma sara’ mai possibile che tu di rifondazione ogni argomento lo butti in politica?Che feta,e sempre a dire che nei salotti si sniffa.Se e’ come dici tu ,evidentemente sai i lugohi e i nominativi delle persone,quindi denunciali,cosa centra destra o sinista,ricchi o poveri,chi infrange la legge deve essere punito da qualunque parte sta’.Ma certo il vittimismo di voi comunisti e’ senza fine,come il vs. motto”Quel che e’ mio e’ mio e quel che e’ tuo e’ mio”.

  13. Scritto da ex residente

    Ah la via Quarenghi degli anni ’80! Avevo 7 anni e con gli amichetti andavamo a vedere le prostitute che battevano in zona hotel Salemino… la via era quotidianamente percorsa da tossici che andavano al sert di via Paleocapa (alla mia famiglia saranno state rubate almeno 4 biciclette in cortile), nella via viveva gente che faceva dentro e fuori di galera, ma li conoscevamo… non come adesso, che la via è pericolosa!