BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Asse interurbano, 20 anni dopo finalmente apre l’ultimo tratto fotogallery video

I primi lavori dell'opera risalgono al passato remoto. Alle 17.30 del 25 novembre ha aperto al traffico l'ultimo tratto dell'Asse interurbano, tra Terno e Mapello.

Tutto è pronto, vent’anni dopo. Attorno alle 17.30 del 25 novembre 2010 ha aperto al traffico l’ultimo tratto dell’Asse interurbano, da Terno a Mapello. La cerimonia di inaugurazione si è svolta nella mattinata, con il sottosegretario alle Infrastrutture Roberto Castelli e l’assessore regionale Raffaele Cattaneo. Poi gli ultimi ritocchi e preparativi per l’apertura al traffico. Si compirà così il disegno originario dell’Asse interurbano, che consente di muoversi da Mapello fino ad Albano Sant’Alessandro, sul fronte Est dell’hinterland cittadino, senza interruzioni o stop obbligati. Una strada che negli anni non è stata esente da polemiche, sia per quanto riguarda la lievitazione dei costi rispetto alle basi d’asta, sia per i necessari interventi di manutenzione da realizzare di anno in anno.
“Questa è un’opera importante attesa da oltre vent’anni – ha dichiarato all’inaugurazione il vicepresidente della Provincia Giuliano Capetti -. Nonostante le difficoltà economiche nella Bergamasca vedremo l’apertura di altri cantieri come l’Albano-Trescore, la variante di Zogno, il tratto finale della tangenziale Sud. Siamo in attesa dellaa validazione del progetto della Treviolo-Paladina. Come Provincia abbiamo in programma investimenti per 160 milioni di euro”.
“Dobbiamo riconoscere che con l’Anas lavoriamo bene – ha aggiunto l’assessore Regionale alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo -. Il giorno in cui un’opera si conclude è da salutare con soddisfazione, soprattutto perché è un periodo difficile. Io credo che insieme dobbiamo prendere tre impegni, quelli su cui abbiamo discusso con Capetti: la tangenziale Sud di Bergamo, la variante di Zogno, il collegamento Lecco-Bergamo. In questo disegno ci sono anche opere autostradali come Pedemontana e Brebemi. Tutto questo per dire che dopo tante parole sono arrivati i giorni della concretezza e dei progetti”.

Guarda la galleria 1

Galleria 2

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rufus

    sono curioso di vedere se lasceranno al caso anche la manutenzione di questo ultimo pezzo come da bonate sopra a curno o viceversa….con alberi che crescono in parte alla strada,buche,rifiuti vari,allagamenti e tante altre belle cose..

  2. Scritto da gandalf

    Una strada attesa 20 anni e hanno anche il coraggio di fare l’inaugurazione !!!
    Mi piacerebbe sapere quale era il costo totale dell’opera preventivato 20 anni fa e quanto CI è costato realmente. Così,giusto per mangiarci un po’ il fegato. Qualcuno può fprnire questi dati o indicare dove trovarli?
    Grazie

  3. Scritto da LINFORD

    Gandalf non cè da scadalizzarsi sui costi ma sui tempi di realizzazione!
    E’ ovvio che nel tempo i costi lievitano: costruire una strada in un tessuto molto urbanizzato non è cosa semplice. Inoltre il progetto originario non prevedeva le gallerie. Inoltre le normative nel tempo si sono sempre piu’ divenute complesse, basti pensare a quella sulle gallerie dopo la tregedia del monte bianco.

  4. Scritto da lavoratore

    una strada ormai vecchia.
    Come la super-mulattiera della ValSeriana.

    Che paese l’Italia. Ad Arcene 2.5km in 7 anni. Qui 20 anni per una superstrada (super-mulattiera) che fa acqua da tutte le parti e pericolosissima quando piove (tratto orio al serio-seriate).
    E loro, tutti li a festeggiare.
    L’inaugurazione dovevano farla con una cariola carica di letame. Tanto per dare l’idea.

    PS: non fatene una questione partitica, altrimenti fate il “loro” gioco.

  5. Scritto da il giudice

    Ridicoli, e poi guardateli bene nella bella immaginetta, peccato siano solo in undici, uno di più e sarebbero stati ricordati in perpetuo.

  6. Scritto da satana

    Siccome non siete mai contenti di niente, tenetevi le vostre strade da quarto mondo che è quello che meritate. Del resto i politici sono lo specchio della loro popolazione

  7. Scritto da gianni

    HANNO APERTO?

  8. Scritto da LEO

    Opera importante: per chi da Lecco dovrà prendere la A4 avrà l’imbarazzo della scelta tra Dalmine, Bergamo e Seriate

  9. Scritto da SILVIO DELFARE

    concordo con tutti i commenti precedenti.
    @2 LINFORD
    I costi delle opere pubbliche in Italia lievitano anche a causa della corruzione. L’Alta Velocità in Spagna e Francia è costata 15 miliardi a km, in Italia 45.
    @redazione
    Un cenno a quello che sta succedendo in queste ore in Italia?
    La Gelmini ha sbagliato pulsante nel votare la SUA riforma, ha votato con le opposizioni. ASSURDO! Non era mai capitato che un ministro sbagliasse a votare la SUA riforma.
    c’è ancora qualcuno che li difende?

  10. Scritto da "Non col vento"

    E’ una buona cosa, ma l’asse è ormai saturo.
    Occorrerebbe ora che si completasse in fretta la tangenziale sud (Dalmine /Seriate) affinchè lo stesso possa assumere il ruolo di cinconvallazione urbana, creando la possibilità di eliminare molto traffico di attraversamento della città e consentendo di applicare politiche di ingresso più selettive.

  11. Scritto da naevus

    più che italia, ricordiamoci che qui si parla della operosa Lombardia e della superoperosa Bergamo: la dimostrazione che la Calabria non è poi così lontana come a qualcuno piace pensare in barba all’evidenza

  12. Scritto da Burlon

    Agli 11 della foto potremmo chiedere se vogliono formare una squadra di calcio ?
    Potremmo chiamarla Termapello U.S.

  13. Scritto da G.Comi

    Peccato che ora i problemi si spostino solo di poche centinaia di metri con i punti critici della disastrata Briantea come il caotico incrocio di Prezzate pericoloso come l’innesto della vecchia strada Regia, quello della strada degli Almenni e quello in corrispondenza dell’hotel Adriano.Per nn parlare dello stato del manto stradale, delle banchine, della segnaletica etc. In attesa della fatidica riqualificazione della Bergamo-Lecco evocata dall’on. Roberto Castelli…

  14. Scritto da caal vert

    che bello !!!!!!! si rivede il buon Castelli … qualche anno fa ha innaugurato il pezzo della stessa strada che comprendeva anche la galleria san roberto dimenticandosi di dirci che in galleria si deve portare l’ombrello … questa volta ha consigliato di portare almeno l’impermeabile ?

  15. Scritto da il giudice

    @ 5 satana
    Non siamo mai contenti perchè con le tasse che paghiamo ci ritroviamo strade simili a mulattiere, e non mi vengano a dire che è colpa nostra se abbiamo questi strampalati politici, si candidi lei ed avrà il mio voto.
    E’ abbastanza andare in provincia di Brescia per rendersi conto che da noi qualcosa non quadra con i lavori pubblici, Prandini e Citaristi non hanno lavorato alla stessa maniera, qualcosa d’altro si, ma non l’interessamento per la propria terra.
    Buona serata.

  16. Scritto da jack

    Mi auguro che non ci ritroviamo fra poco tempo,nella stessa situazione del tratto del Cassinone,dove per tempo immemorabile mancava un pezzo di spartitraffico,ci sono voluti morti e feriti,statistiche su l’eco di bergamo dell’assessore Capetti dopo una lettera a bergamonews per chiudere lo spazio,non subito,logicamente dopo 8 mesi.Sarà la solita stradina bergamasca,che viene inaugurata in pompa magna,da un ciellino,un socialista,e un leghista,vero consociativismo o….saluti

  17. Scritto da Saputello

    @1
    Gandalf, ma tu 20 anni fa dove eri? Se ti impegnavi a far l’amministratore pubblico allora, sicuramente l’opera sarebbe gia stata finita da anni, visto che sei un saputello.
    Adesso crtitichi dietro una tastiera. Bravo, saputello

  18. Scritto da rino

    io non sorriderei e gioirei troppo……….a tagliare i nastri tutti presenti ma in tutti questi anii???? stanno facendo campagna elettorale???????

  19. Scritto da Che monotonia

    @4
    Ridicoli siete voi che avete sempre e comunque di che lamentarvi.
    Che monotonia questo muro del pianto dietro tastiere anonime.
    Non vi va mai bene niente: se si fa, perchè non si è fatto peima. Se si faceva prima, costava di meno. Fatto in ritardo, è obsoleto.
    Ma perchè non andate voi ad amministrare? Ah, ho capito, vi è stato precluso dalla casta.
    Sempre critiche, critiche, critiche …. questi sono disturbi mentali.

  20. Scritto da ANTONIO

    20 anni per fare questa strada UTILE e poco tempo invece per trovare i soldi dell’inutile Bre.BE.Mi.
    COME MAI?????

  21. Scritto da Nik

    anche con la camorra i lavori stradali lievitano nei costi…ma naturalmente è solo un caso…

  22. Scritto da angelo

    Addirittura brindano a champagne? Che coraggio…

  23. Scritto da kim

    è già saturo…………vergogna

  24. Scritto da ox

    i vasi poi li lasciano???????????? che ridicoli politici magna magna

  25. Scritto da TONE

    ma che vadano tutti a casa sti ciarlatani!! lega, pdl, pd, idv, ecc…tutti uguali. li manderei davvero tutti a lavorare in miniera, hanno rovinato l’italia!

  26. Scritto da il-guercio

    a casaaaaaaaaa ve ne dovete andareeeeeee pdl e lega fli udc con pd-l a casaaaaa!!!basta politicanti usurpatori del popolo!!!!

  27. Scritto da akm

    Leggo commenti molto vergognosi, siete proprio dei comunisti, vergognatevi. Ricordo che lo champagne lo offre il Sindaco Reduzzi di Ponte San Pietro……
    Forza Lega, forza Bossi avanti cosi’
    Grande che monotonia