BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Da Albano a Mapello senza deviazioni, ora si può

Da giovedì 25 si aprirà il nuovo tratto di collegamento con la Briantea: sarà possibile andare da Albano sant'Alessandro a Mapello senza deviazioni.

Più informazioni su

Il cantiere è concluso. E da giovedì 25 sarà possibile andare da Albano Sant’Alessandro a Mapello senza deviazioni.
Il cantiere fra Terno d’Isola e Mapello, che da anni aspettava di essere realizzato, è stato completato e tra pochi giorni potrà essere aperto.
E’ dunque un conto alla rovescia per i pendolari che dal 1988 – anno in cui era stato avviato il cantiere in vista dei mondiali di calcio di Italia ’90 – aspettano il collegamento dell’asse interurbano con la Briantea. Opera che ha sempre subito modifiche, aggiornamenti e quindi ritardi ma che ora sembra proprio essere stata conclusa.
Il cantiere è infatti agli sgoccioli: il tratto è asfaltato, la segnaletica è già stata posata e così pure i pali dell’illuminazione. Manca solo l’apertura ufficiale e il via libera dell’Anas che è incaricata dei lavori. E quando tutto sarà pronto il nuovo tratto passerà sotto il controllo della Provincia. Ma soprattutto i pendolari potranno viaggiare senza deviazioni da Albano a Mapello.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da contento

    5 – 10 – 20 anni l’importante è che adesso è aperta! poi dite e pensate quello che volete tanto non cambia niente.

  2. Scritto da giuseppe catolari

    che notizione! domani tutti i papaveri saranno li a farsi belli perche hanno inaugurato qualche manciata di km impiegandoci anni ed anni. VI ricordate il taglio del nastro in pompa magna del sottopasso pedonale della stazione di Bg? Che pena. In Cina che dovrebbero fare: le feste nazionali quando inaugurano opere mastodontiche in poco tempo? Siamo proprio un paese di sfigati! Ah, le code sulla Briantea ci sono ancora! Forse non sono le strade ad essere poche ma le auto ad essere troppe?

  3. Scritto da Raff

    I have a dream:arrivare a Lecco o almeno a Brivio senza deviazioni

  4. Scritto da LINFORD

    Speriamo che tra un paio d’anni si potrà viaggare da Mapello a Trescore grazie alla nuova statale del Tonale. Putroppo dove oggi finisce ad Albano ci sono gravi disagi.

  5. Scritto da stanco di balle

    Altro che popolo bue.Bue sarà lei @5 , che se anche le dicessero d’andare a piedi ,da mapello ad albano x motivi (organizzativi,contingenti,problematici,bliblò,blùbla,bla bla ,dì tempisticia,sovracomunali,provinciali,regionali costituzionali,nevralgia progettistica,acqua infiltrata”IMPROVVISAMENTE”.??.)ecc..ecc..E potrei continuare ,lei lo farebbe.!..Questa politica del rimando e inefficienza tutta Italiana ci sarà fin che ci sarà gente come lei,NON CRITICA,che beve tutto ciò che le propinano

  6. Scritto da Pazienza

    Uau, solo 22 anni d’attesa, per fortuna che siamo a Bergamo…

  7. Scritto da angi

    Sotto il controllo della provincia… ahime, vuol dire che non si faranno più manutenzioni anche le più ordinarie come il taglio delle erbacce ai lati della strada, la manutenzione all’illuminazione, la cura del manto stradale ecc. per almeno 3 anni.

  8. Scritto da angi

    Comunque è bene ciò che finisce bene; ma se pensiamo alle strade normali e alle ferrovie che collegano Bergamo con il resto delle città lombarde, c’è da farsi venire i “turciù dè pansa” pensando ad una regione, la Lombardia, fra le più industriali e con un tasso di urbanizzazione fra i più elevati d’Europa.

  9. Scritto da carmelo

    Condivido Cirano. Si è fatto un Km all’anno. Umiliante comunque la si veda

  10. Scritto da Cirano

    Evvivat utto risolto? No perchè c’è sempre un nodo un pò più in là quando si parla della disastrata Briantea.Ora i problemi si spostano solo poco più avanti con l’nnesto demenziale della vecchia strada Regia e l’incrocio di Prezzate con il suo caos del passaggio a livello, del parcheggio selvaggio di TIR del vicino ristorante, delle difficoltà di svolta e di visibilità,dell’attraversamento ciclopedonale(impossibile!)In attesa delle opere legate alla realizzazione dei centri commerciali…

  11. Scritto da Polemica

    @3 Pazienza
    E capirai se non c’è qualcuno che fa sempre polemica: se non si fa, perchè non si fa, se si fa, perchè non si è fatto prima. POPOLO BUE!