BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“PromoSerio non ?? calata dall’alto, perci?? ce la far??”

Guido Fratta, presidente della neonata agenzia della Valseriana, illustra obiettivi e strategie: pensiamo subito a un marchio unitario per la vallata.

Più informazioni su

Guido Fratta è stato eletto presidente della neonata società PromoSerio, la cabina di regìa che, costituita ufficialmente domenica scorsa, intende lanciare la Valseriana mettendo al bando divisioni e  concorrenze interne per finalmente giocare come una squadra unica e unita.
Nella giornata del lancio è stato nominato il Consiglio di amministrazione dell’agenzia che conta già 200 soci tra enti, associazioni di categoria, imprenditori del turismo e non solo, banche. Ecco come è composto il Cda che poi ha scelto l’assessore di Songavazzo e della Comunità montana Guido Fratta a leader: Giorgio Bonassoli, assessore al Turismo della Provincia, Paolo Olini, sindaco di Clusone, Giovanni Balduzzi, presidente del consorzio alberghiero Astra di Clusone, Cristian Messa, rappresentante della Cooraltur di Castione, Andrea Chiesa, assessore alla Cultura di Albino,  Maurizio Forchini di Confcooperative, Paolo Cassina della Gipsy di Comenduno e Amedeo Tomasoni, assessore a Castione, a  rappresentare il gruppo dei cinque Comuni a maggior attività turistica della Valle (Castione, Clusone, Gromo, Valbondione e Selvino).
Sugli obiettivi, le strategie, le speranze di PromoSerio abbiamo sentito il neo presidente Guido Fratta.
Presidente, non è che si sta creando un nuovo carrozzone?
Il rischio c’era, ma non è il caso di PromoSerio, per due motivi. Il primo è che questa agenzia è stata creata dal territorio, non c’è nulla di calato dall’alto: sono le tante realtà della vallata ad averla voluta e a essersi impegnate per realizzarla. E il secondo motivo è che per la prima volta chi opera in questa vallata, tutta, si è messo insieme: non era mai accaduto.
Nei vostri obiettivi c’è quello di cambiarla la Valseriana o soltanto di lanciarla?
Diciamo che il futuro della valle si gioca su come si riesce a promuoverla, praticamente la valle si cambia se c’è un lancio adeguato.
E quali sono dunque i primi passi di PromoSerio?
Il primo è lo studio con conseguente realizzazione di un marchio della valle, un marchio che veicoli  la zona e che si possa abbinare anche alle aziende locali. Un marchio che tramite internet dia visibilità unitaria al patrimonio, alla ricettività alberghiera e agli eventi del territorio. Poi costituiremo lo Iat, che non c’è.
Il progetto Valseriana in qualche modo riguarda PromoSerio?
Diciamo che la spinta iniziale è la stessa, anche se noi abbiamo bruciato le tappe e siamo già operativi. Certo, col manifatturiero in crisi è d’obbligo tentare di rafforzare e rendere competitiva la seconda stampella economica della zona, il turismo.
Che rapporti con l’aeroporto di Orio al Serio?
Ecco, diciamo che la valle è accessibile facilmente da Milano e lo è altrettanto dall’aeroporto di Bergamo, però finora la promozione da Orio verso questo territorio è stata solo briciole: invece vogliamo potenziarla, eccome.
La recente unificazione delle due Comunità della valle Seriana è stata un incentivo a unificare anche i progetti di promozione?
Il vantaggio è stato per me, assessore della nuova Comunità, poter spaziare da Villa di Serio a Valbondione. Però questa fusione è stata fatta dall’alto, a freddo. Mettiamola così: noi daremo cuore e spirito a questa unificazione.

VALSERIANA Nasce PromoSerio, scommessa sul turismo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pietro Zambaiti

    Spett.le REDAZIONE,
    SE si vuole contribuire ad un DIALOGO COSTRUTTIVO per il TERRITORIO attraverso lo strumento dei FORUM ON LINE/COMMENTI – CHE CONDIVIDO SE DIVENTANO MOTORI DI IDEE – si debba esigere la FIRMA. Troppo facile gettare il sasso e nascondere SEMPRE la mano. VIVO IN VALSERIANA E COME ALTRI MI IMPEGNO A CONTRIBUIRE AL MIGLIORAMENTO METTENDOCI LA FACCIA E PRENDENDO CRITICHE. L’alimentazione dell’invidia sociale – che spesso trovo nei commenti alle notizie – diventa un FRENO.

  2. Scritto da julius

    buon lavoro, sig. fratta.

    io appartengo al comitato dei si

  3. Scritto da la Volpe,logo indovinatissimo!

    Si,è in arrivo l’ennesimo Posto per dar Posti,ai soliti 4 raccomandati a piedi e con Titolo di Studio che non serve ha nulla se non saltare sul nuovo Carrozzone in partenza… Buon viaggio.

  4. Scritto da C.M.?

    Ma scusate la mega Comunitá Montana della Valle Seriana a che azz serve? Cé qualcuno,che sa elencarmi almeno tré dei compiti che dovrebbe svolgere oltre alla promozione Turistica?