BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Battere le mafie passa anche dal federalismo”

Il ministro dell'Interno Roberto Maroni, intervenuto a Vieni via con me, ha letto un elenco delle azioni svolte per combattere le mafie

Più informazioni su

maroni fazio"Le mafie si combattono". È questo il titolo della lista letta da Roberto Maroni a Vieni via con me. Il ministro è entrato alle 22 e ha rivendicato i meriti di tutto lo Stato "delle forze dell’ordine, della Magistratura e un po’ anche del mio ministero" nella ferma battaglia contro la criminalità organizzata. Risultati eccezionali come l’arresto di 28 superlatitanti, il sequestro e la confisca di beni per il valore di 18 miliardi di euro. "L’ultimo che abbiamo catturato è stato Iovine. Mancano Michele Zagaria e Matteo Messina Denaro, ma il cerchio si stringe attorno a loro. Da oltre due anni colpiamo la criminalità organizzata al cuore del suo patrimonio economico. Le mafie si combattono contrastando il loro insediamento territoriale, eliminando gli storici squilibri territoriali". Maroni, dopo aver citato le ultime operazioni proprio in Lombardia dove sono stati arrestati anche esponenti politici, nessuno leghista, ha citato Gaetano Salvemini e la sua richiesta di avere una costituzione federalista anche per il Sud. "Battere le mafie passa anche da qui".
Il ministro si è poi fermato per uno scambio di battute con Fabio Fazio. "Sono molto contento che lei sia venuto, è però possibile che, visto che la Lega al Nord è il partito più forte, la n’drangheta cerchi di stringere rapporti con qualche esponete di quel partito". Il conduttore ha cercato così di motivare la replica di Maroni alle prese di posizione di Saviano nella puntata precedente.
maroni fazio"Quelle parole sulla Lega erano ingiuste e offensive, basta guardare quello che è successo in Lombardia. La percezione su quanto detto nella puntata precedente è stata diversa", ha replicato l’esponente della Lega. "Noi ci battiamo contro le mafie". Fazio e Maroni hanno poi scherzato sulla possibilità di far partecipare i cittadini alle attività del Viminale. "Se lei verrà a fare il ministro dell’Interno per una settimana, io posso andare in vacanza per una settimana e mi renderà l’uomo più felice del mondo".
La trasmissione aveva già visto la partecipazione di Luca Zingaretti che ha letto una lista di cose originali scritte da Andrea Camilleri con cui si mangia grazie alla cultura. 
Dopo Maroni sono intervenuti Ilaria Cucchi, Ivano Fossati, un immigrato di quelli della gru di Brescia, Renzo Piano e Corrado Guzzanti.
Poi verso la fine uno spazio tutto al femminile con le liste lette da Emma Bonino, Susanna Camusso, Laura Morante e una canzone di Fiorella Mannoia. 

Il video con la lista di Maroni

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.