BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Valanga a Valbondione Travolto un escusionista E’ in condizioni disperate

La massa di neve ?? caduta poco prima delle 9 sul sentiero estivo che porta al rifugio Cur??. L'uomo, un 43enne di Parre, ?? stato recuperato dai volontari del soccorso alpino.

Più informazioni su

Un escursionista è stato travolto da una valanga a Valbondione. La massa di neve è caduta poco prima delle 9 sul sentiero estivo che porta al rifugio Curò, vicino al bivio che conduce verso Lizzola. Andrea Imberti, 43enne muratore di Parre, è stato recuperato dai volontari del soccorso alpino. E’ rimasto più di quattro ore sepolto dalla neve. Trasportato in elicottero prima all’ospedale di Piario e poi ai Riuniti, è in gravissime condizioni, in stato di ipotermia acuta a causa del freddo glaciale che lo ha colto sotto la neve per lungo tempo.
L’uomo stava salendo al rifugio Curò in compagnia di due amici, che hanno avvisato i soccorsi pochi minuti dopo la caduta della valanga. La valanga ha investito anche un altro escursionista, un 38enne, riuscito però a liberarsi immediatamente. Per lui solo qualche graffio e tanto spavento. E’ stato trasportato per precauzione all’ospedale di Piario. Le sue condizioni non sono gravi.
Più di venti volontari del Soccorso alpino hanno setacciato per ore il fronte della valanga per cercare di recuperare l’escursionista disperso. In azione anche cinque unità cinofile. Le ricerche sono state difficoltose a causa della lunghezza della valanga. I volontari infatti sono stati impegnati lungo un canalone, con tutti i rischi del caso, viste le condizioni climatiche proibitive. Dopo un paio d’ore di affannoso lavoro, i responsabili del soccorso alpino sono stati sul punto di abbandonare il luogo delle ricerche a causa del rischio di possibili nuove valanghe. Nonostante la nevicata e i pericoli, i volontari hanno continuato a sondare la neve. Intorno a mezzogiorno un cane dell’unità cinofila ha circoscritto una zona in cui ha fiutato la presenza dell’escursionista. A quel punto i soccorritori hanno iniziato a setacciare fino a trovare il 43enne. Era sepolto sotto un metro di neve, in stato di incoscienza. E’ stato trasportato d’urgenza prima alla piazzola dell’elisoccorso e poi all’ospedale. L’elicottero è riuscito ad alzarsi in volo nonostante la nevicata.

Il soccorso alpino ha recuperato anche due escursionisti rimasti bloccati al rifugio Coca. I due sono stati rintracciati ed ora stanno scendendo accompagnati dagli esperti volontari.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.