BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Cattolici e musulmani devono confrontarsi”

Cattolici e musulmani: la necessit?? ?? conoscersi. E??? quanto ?? emerso dal convegno ???Conoscere l???Islam per dialogare??? organizzato dalla Diocesi.

Più informazioni su

Cattolici e musulmani: la necessità è conoscersi, confrontarsi. E’ quanto è emerso dal convegno “Conoscere l’Islam per dialogare” organizzato dal segretariato migranti della Diocesi di Bergamo. I risultati di una ricerca promossa da Curia evidenziano che tra immigrati musulmani e bergamaschi c’è grande bisogno di spazio di confronto. “Questa ricerca è impressionante e illuminante per completezza. C’è la necessità di una reciproca di conoscenza – ha spiegato il vescovo Francesco Beschi – . Un dialogo ufficiale esiste già, ma va sviluppato a livello personale. Conoscere e conoscersi non è compromesso né sincretismo, ma una ricerca tra pari. Un approfondimento delle ragioni degli uni e degli altri, per arrivare nel profondo e individuare ciò che può unire. Serve una verità praticata, e confido che da questo convegno si arrivi a spazi partecipativi comuni con cui
crescere conoscenza e responsabilità”. Una necessità, quella di avere spazi di confronto, sottolineata anche dagli altri partecipanti al convegno, come l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Bergamo Leonio Callioni, monsignor Maurizio Gervasoni e Mohamed Saleh, vicepresidente del centro islamico di via Cenisio.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marilena

    per 6 7 8. ho specificato “per me”: so di essere una nullità in confronto a tanta gente più colta di me ma, dopo un percorso in cui ho cercato di approfondire il più possibile che cosa è la religione, sono arrivata alla conclusione che ho dichiarato. Rispetto le vostre idee, voi rispettate la mia, se potete. Non è una certezza la mia, come non lo è la vostra; la colpa maggiore della chiesa è proprio quella di voler imporre i suoi dogmi e lo fa indottrinandoci da quando siamo bambini. Grazie

  2. Scritto da Mohamed

    @Cara Marilena, Forse dovremmo ripartire dalla persona. Proprio come vorrebbe Gesù storico: chi e’ senza peccato scagli la prima pietra…Questo concetto, anche dal lato filosofico non religioso e’ straordinario. In esso si rachiude il principio della tolleranza di cui parla Lei. Quindi meno sovvrastrutture mettiamo meno incomprensioni avremmo. Pace e bene laicamente!

  3. Scritto da uarr bergamo

    cattolici e musulmani dialogate, dialogate,… sul nulla

  4. Scritto da cuìn

    qui dovrebbe arrivare quello con la variante del commento standard “confrontarsi sì, ma a casa loro”.

  5. Scritto da Mohamed

    Un confronto tra religiosi e’ cosa buona. Da non confondere con la convivenza tra cittadino e stato. Su questo fronte il rapporto tra cittadino e istituzione non é mediato ne mediabile. La cosa che non mi convince e’ questa termonologia che dà per scontato che tutti i cittadini provvenienti dai paesi islamici siano ghettizzabili nel pseudo-concetto del “cittadino musulmano” quindi siano rappresentati dal centro islamico! Questo simplificare per pigrizia e’ altretanto pericoloso del non dialogo.

  6. Scritto da Mirela Schaefer

    Sono pie illusioni, legete il corano
    1. O credenti, non prendetevi per alleati il Mio nemico e il vostro, dimostrando loro amicizia, … Chi di voi agisse in questo modo si allontanerebbe dalla retta via.

    2. Il Vangello di LUCA 6,35: Ma amate i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e il vostro premio sarà grande e sarete i figli dell’Altissimo, perché egli è benigno verso gli ingrati e i malvagi

  7. Scritto da marilena

    E’ logico che le religioni tendano a dialogare, soprattutto il cristianesimo ha bisogno di mantenere il potere cercando di evitare scontri con una religione che è più forte. Questo, per me, è la dimostrazione che non esiste nessun dio e che degli uomini chiamati profeti lo hanno inventato per poter predicare regole e costumi diversi definendoli religione.

  8. Scritto da Dialogo

    Giusto dialogare, ma anche a casa loro. Troppo comodo se no!

  9. Scritto da Il cavolo

    Marilena, Dio non esiste e tu sei nata sotto un cavolo per una casualità.
    Se per te non esiste un Dio, chi esiste allora? Certamente Marilena, e il cavolo sotto il quale sei nata. O neppure quello?

  10. Scritto da confusione

    @4
    Che confusione nella testa in questa bella testolina.
    Cerca di esprimere qualcosa che solo lei capisce.

  11. Scritto da meno certezze

    @4 “questo è la dimostrazione”????
    Marilena, apprezzo quasi sempre i suoi interventi, ma questo mi sembra tra i meno ragionevoli che lei ha scritto.
    Se vuole diciamo che la religione, la fede è una sfida, con Voltaire.
    Ma certe banalizzazioni lasciamole perdere.