BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Favolosofia”, la favola della bellezza

Sabato 20 alle 16 al teatro Sociale la Fondazione Teatro Ragazzi di Torino porter?? in scena per i pi?? piccoli uno spettacolo dedicato al "senso della bellezza".

Più informazioni su

La storia di un’avventura favolosa di un Re e del suo Buffone. In mezzo un Regno che loro vogliono diventi il più bello (e il buono) possibile. E’ la storia di “Favolosofia n.3, la favola della bellezza” che la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani di Torino porterà in scena al teatro Sociale a Bergamo Alta sabato 20 novembre alle 16, nell’ambito del cartellone “La casa delle arti” organizzata dal Teatro Donizetti. 
Lo spettacolo ha vinto, nel 2009, l’ “Eolo Awards 2009” come Miglior Progetto Produttivo per il Progetto Favole Filosofiche: la bellezza è il terzo tema affrontato dal “Progetto Favole Filosofiche” sulla quale la compagnia torinese lavora da tempo e "Favolosofia N. 3", rivolto ai bambini a partire dai 6 anni, non è che una nuova favola che raccoglie domande, ragionamenti, immagini e pensieri fatti insieme ai ragazzi per capire cosa può essere bello e cosa no, e per capire l’importanza di scegliere “il senso della bellezza”.
La storia racconta infatti di un giovane Re che aveva promesso al vecchio Re, suo padre, che avrebbe fatto del suo regno un regno decisamente più bello. Ma a distanza di anni il nuovo Re sentì di non essere riuscito nel suo impegno e vide, negli occhi dei suoi sudditi e di sua figlia Gertrude, solo noia e tristezza. Un giorno ebbe un’idea un po’ bizzarra e, insieme al suo buffone, diede inizio ad una serie di cambiamenti che porteranno i due protagonisti a vedere il mondo e le persone con occhi nuovi.
Sul palco Pasquale Buonarota, Alessandro Pisci e Lucio Diana. I costumi sono di Monica Di Pasqua, le luci di Bruno Pochettino.
Costo del biglietto: 6 euro.
I biglietti sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Donizetti aperta dalle 13 alle 20.30 (tel. 035.4160 601 / 602 / 603) e al teatro Sociale, solo nei giorni di spettacolo 1 ora e mezza prima dell’inizio dello spettacolo stesso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.