BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Disinformazione su Ciampino, ci vogliono screditare”

Il Comitato aeroporto precisa che a luglio è stata deliberata la riduzione dei voli per lo scalo romano, ma non è stata ancora applicata.

Più informazioni su

Egregio direttore,
Nel luglio 2010 la conferenza dei servizi per Ciampino ha deliberato la riduzione dei voli da 160 a 60, per dimostrati danni alla salute dei residenti (vedi indagini epidemiologiche nel sito del Comitato aeroporto di Ciampino). 
Il Presidente della regione Lazio (Polverini) ha firmato la delibera solo in ottobre. La riduzione dei voli non è quindi ancora operativa e forse non lo sarà mai se in Italia non si rispetteranno le leggi. 
L’avv. Taormina era stato incaricato non dai cittadini, ma dai Comuni di Ciampino e Marino (uno di Destra, l’altro di Sinistra) per tutelare diritti ed interessi della cittadinanza. 
A Bergamo è successo l’esatto contrario: il Comune, approvando le curve isofoniche, condanna definitivamente all’inquinamento aeroportuale un popoloso quartiere della città, al quale sembra si voglia negare persino il diritto di difendersi.
Non siamo a conoscenza dei problemi sorti tra i cittadini del Comitato No fly, le loro Amministrazioni o l’avv. Taormina, siamo invece in contatto con il Comitato aeroporto di Ciampino, formato da cittadini che vivono una situazione simile alla nostra e che, in più occasioni, ci hanno incoraggiato a continuare nel nostro impegno per la tutela della salute e della sicurezza di più di 7.000 persone. 
Su invito del Sindaco di Orio, il 18 novembre u.s.,  il Sindaco di Ciampino è venuto a Bergamo, dove ha incontrato  il Comitato aeroporto e tutti i sindaci che lunedì approveranno le curve isofoniche. 
Speriamo che la sua esperienza possa essere stata di aiuto ai nostri amministratori per  capire meglio il complesso problema dell’aeroporto ed per fare scelte nell’interesse dei cittadini.
Resta il fatto che l’avv. Taormina ci offre la sua esperienza professionale (gratuita) per rivendicare i nostri diritti, calpestati da tutti, non per il bene comune ma per  salvaguardare precisi interessi economici
.
Consapevoli che da più parti si sta facendo di  tutto per screditare i cittadini che protestano, respingiamo al mittente le accuse e le insinuazioni che trapelano dall’articolo pubblicato oggi dal vostro giornale ed  invitiamo tutti a documentarsi per capire le ragioni di chi si batte non contro l’aeroporto ma il suo inquinamento. 

Comitato aeroporto di Bergamo EST ed OVEST

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da per mario

    guarda che a Colognola i voli c’erano anche prima del cambio di rotta!! al massimo ora si sentono di più all’azzanella, ma qui in via carso io li sento meno di prima!

  2. Scritto da screditare??

    caro Comitato di Colognola, per quale motivo un Comitato di abitanti di Ciampino vorrebbe screditarvi?? Avete preso un bel granchio! punto. Ammettetelo e poi nessuno vi obbligherà certo a fermarvi. Ma se continuate sulla linea di diffusione di notizie assolutamente FALSE vi state screditando da soli!!! Invito (o vi sfido??) il Comitato e la redazione a leggere i documenti di Ciampino (pubblici e scaricabili dalla rete) e a trascrivere il passo in cui si decreta l’obbligo di riduzione a 60 voli.

  3. Scritto da greatguy

    W L’AEROPORTO W LA SUA CRESCITA W I VANTAGGI ECONOMICI E CULTURALI CHE PORTA E PORTERA’ SPERIAMO CHE QUINTUPLICHI I VOLI….AVANTI AVANTI AVANTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

  4. Scritto da pavel

    facendo lavorare google sembra che per Ciampino ci siano due gruppi diversi:

    http://www.comitatoaeroportociampino.it/
    oppure
    http://www.no-fly.info/

  5. Scritto da Aragonesi S.

    @31
    ECCO L’ENNESIMA NOTIZIA BUFALA DEL COLOGNOLESE DI TURNO

  6. Scritto da Ceriani D.

    Loro almeno hanno specificato che cos’è il comitato loro.
    Voi avete l’ambiguità come vostra legge
    Non esistono i tifosi dell’aeroporto. Esistono i bergamaschi e i viaggiatori, ma anche i rompiballe che strumentalizzano diritti sacrosanti come la salute ma schiacciano la libertà di stampa dell’Eco di Bergamo, tenuto in ostaggio di questi qua e che così non si può più parlare di sviluppo per non offendere questa gente (si fa per dire), ma si può “offendere” gli altri. In Italia si sa che va così!!

  7. Scritto da e

    la cosa più divertente è leggere che “il comitato” censura e impedirebbe all’Eco di pubblicare notizie sullo sviluppo dell’aeroporto!!!
    Ma sapete quanto siete ridicoli?!?
    @ Complimentoni 22. Anche lei quanto a logica non scherza mica. Ribadisco i miei diritti di poter denunciare un sopruso, contro la mia salute e la mia vita quotidiana. Non sto chiedendo il SILENZIO di altri.
    Capisce che c’è una piccola differenza?
    O è troppo difficile?

  8. Scritto da luciano015

    Uno pensa allo sviluppo se migliora la qualità della vita e riduce i disagi.
    Questa idea di sviluppo per la quale i disagi sono inevitabili è tipica di paesi sottosviluppati o in via di sviluppo, che accettano appunto un male oggi per un bene maggiore in un prossimo futuro (non troppo lontano).
    Ma una nazione che è tra le prime potenze economiche al mondo, e un’area che si picca di avere lo sviluppo delle aree più evolute d’Europa, perchè poi ragiona come un pezzo di Congo ex belga?

  9. Scritto da parsifal

    condivido le parole di al 4.
    In questa vicenda tormentata, BgNews si distingue per equilibrio di servizio informativo.
    Dato che viene esaltato dal confronto con altri organi di informazione.

  10. Scritto da Gandalf

    @13
    L’unico in attivo che funziona seriamente, fino a prova contraria è Orio.
    Malpensa è un aeroporto che solo per forzato decreto ministeriale produce traffico, perché si fanno leggi di sistema “ad personam” atte a favorire quell’aeroporto e il suo decentrato sito, di fatto violando alla base le più elementari leggi della libera concorrenza.
    Orio ha mercato perché è baricentrico al nord. Brescia, non ne ha e non c’è la mafia che lo mantiene e Verona si è indebitato per l’acquisto di Brescia

  11. Scritto da Complimentoni!!

    @19
    Ah a proposito di diritti.
    D’accordo. E il diritto dei bergamaschi a pensarla diversamente da voi chi lo difende? senza essere tacciati di soci Sacbo, politic, lavoratori. Mai sentito parlare di pensiero libero? Ah già! Proprio voi che censurate il diritto di stampa dell’Eco di Bergamo a parlare dei piani di sviluppo.
    A proposito dei diritti di chi all’aeroporto ci lavora e che ha famiglia.
    Voi strumentalizzare la sacrosanta campagna della difesa dei vostri diritti, ma calpestate gli altri.

  12. Scritto da Viva la sincerità

    Semplice riflessione: …… ma scusate….. chi si ricorda negli anni 70 l’ITAVIA poi fallita anche a seguito della tragedia di Ustica?? Era la prima compagnia aerea su Bergamo, ma proprio nessuno pensava o prevedeva uno sviluppo dell’aeroporto?? Piace pensare così……soprattutto a chi ha acquistato case a Colognola a prezzi bassi per questo motivo, Azzanella è venuta dopo e chi ha costruito e acquistato era ben conscio di dove lo faceva…..Ma il commento di qualche occupato SACBO?

  13. Scritto da mario

    le rotte su colognola sono iniziate nell’ottobre 2009 con la giunta bruni e confermate nel febbraio 2010 dalla giunta tentorio.
    prima le rotte erano sull’asse urbano direzione treviolo.asse urbano con meno abitazioni di colognola. perchè si è deciso allora di fa fare agli aerei una virata di 45 gradi e passare su colognola quando una rotta rettilinea era più razionale?forse sulle rotta vecchia c’è ancora spazio per costruire altre case?

  14. Scritto da gabriele

    ma quando mai i prezzi a colognola sono stati bassi? basta con questa favola.
    potete semplicemente dire: a noi di Colognola non interessa niente, l’aeroporto faccia ciò che vuole e che si arrangino, senza cercare abili ..che forse servono solo alla vostra coscienza perchè in fondo sapete che gettare tutto il costo dei vantaggi che vengono dell’aeroporto su un solo quartiere è ingiusto e che questa volta la scampate, ma la stessa logica di ingiustizia prima o poi potrà riguardarvi…auguri!

  15. Scritto da verità

    Finalmente vengono sbugiardate le cassandre. L’aeroporto è una grande risorsa economica per Bergamo:18.000 persone lavorano grazie a questa infrastruttura. Signor Giobatta si dia da fare se vuole far chiudere l’aeroporto e poi vada da quelle 18.000 famiglie e gli spieghi che lo ha fatto per suoi semplici interessi personali. Per fortuna che almeno questa volta i partiti non si fanno trasportare da semplici interessi elettorali e difendono tutti l’infrastruttura

  16. Scritto da un vero bergamasco

    L’aeroporto del nordItalia? Uno dei tanti: Malpensa, Linate, Orio, Montichiari, Catullo. L’elenco dimostra la presenza di un aeroporto ogni 45/50 kilometri, non tutti in attivo, nell’arco di 200 km. serviti da autostrada. L’esigenza di un ripensamento e di una programmazione più sensata è nei fatti. Ci sono validi motivi per essere fieri di Bergamo, non si è mai tirata indietro nei momenti in cui occorreva rischiare la vita per salvare la libertà, dai 183 garibaldini, alle brigate partigiane.

  17. Scritto da giobatta

    per n.7 (narno). Ad esempio partendo dalla basella di urgnano verso ovest è aperta campagna. Oppure sulla direttrice est-ovest tra morengo e cologno. La zona dell’attuale aeroporto è urbanisticamente pregiata e potrebbe essere valorizzata da una serie di interventi: cittadella dello sport, parchi, ecc. E’ anche ideale per lo sviluppo a sud di una “grande bergamo” Quest’area ben servita, AL CENTRO della lombardia, potrebbe essere molto attraente per varie iniziative imprenditoriali.

  18. Scritto da g

    giobatta sicuramente vorrebbe l’appalto di queste opere, comitato
    ora capisco le intenzioni chiudere l’aeroporo per costruire
    wiva Bergamo e il suo aeroporto

  19. Scritto da A.Z. BG

    Se qualcuno proponesse un altro aereop. in aperta campagna si alzerebbero gli scudi degli abitanti di quelle zone.Utilizzare il terreno agricolo pre fare un aereop. è un’idiozia.Con l’agricoltura mangiamo.Spostandolo ad ovest sarebbe ancora più vicino a Montichiari e a Verona.Probabilmente fa comodo il comitato perchè combattendo l’aereop.si libererebbero aree pregiate per speculazioni edilizie,magari per riciclare i soldi mafiosi.A cologn.hanno costruito comunque e venduto abitazioni pio lament

  20. Scritto da e

    ma tutti questi fan di Orio chi sono? Lavoratori dell’aeroporto?
    Così avrebbe x lo meno un senso
    Ma è assolutamente inaccettabile chi parla di case costruite con l’aeroporto esistente. Forse costoro non sanno, o fingono di non sapere, che queste case sono una piccola, piccola parte, di Colognola.
    Di edifici costruiti dal 2007 a oggi quanti ce ne sono?
    Per quel che so io non arrivano alla decina.
    …un nulla rispetto all’esistente.
    Faziosi chi???

  21. Scritto da COM SUD E NORD

    SUD E NORD NO ???

  22. Scritto da e

    @12. Se l’interesse personale è la tutela della salute, mi sembra non solo un interesse legittimo, ma doveroso.
    Ma leggi quello che scrivi?

  23. Scritto da senza polemica

    Chiedo a BG News se sia stato mai spiegato come sono suddivisi, in che aziende sono occupati, con che contratto lavorano questi 18,000 o più lavoratori che vengono sempre sbandierati come indotto. Sappiamo che alla SACBO sono occupate circa 360 persone (molte con contratti non adeguati ad una società controllata da amministrazioni pubbliche), chiederei quindi un confronto con le realtà industriali bergamasche in termini di fatturato e occupazione.

  24. Scritto da infestazione di don abbondi

    interessante sentire chi partlava di “silenzio assordante” e di granchI e di “umiltà”.
    Di fronte alla correttezza di questa replica ci stanno i vostri volgari pernacchi, motivati da cosa non si capisce.
    Non so se siete PEGGIO voi o i politici e la loro indifferenza da DON ABBONDIO 2010.

  25. Scritto da bergamasco vero fiero dell'aeroporto del norditalia

    Io sono di Colognola, e vi garantisco al 100% che sto collezionando link e informazioni su tutto ciò che fate per provare un giorno (se ci costringerete a questo) che voi:
    1) avete come solo scopo il fine di chiudere l’aeroporto, solo che voi continuate a negare
    2) negate la realtà, come ad esempio i dati Arpa
    3) in varie occasioni falsificate le notizie
    4) faziosità
    Di tutto questo non c’è spazio per lencare, ma abbiate fiducia, se continuate così ve lo spiegheremo davanti a un giudice

  26. Scritto da giobatta

    c’è poco da essere “fieri” di un aeroporto che si è sviluppato senza alcuna programmazione del territorio, ma per l’interesse di UNA compagnia aerea. C’è poco da essere “fieri” del disagio provocato a migliaia di bergamaschi che si trovano questa infrastruttura dentro a casa. Perché il “bergamasco” possa essere “invero” “fiero” di questo “hub del basso costo” bisogna pensare di spostarlo più a sud, in aperta campagna.

  27. Scritto da al

    tutta la mia stima al comitato aeroporto che rivendica giustamente i propri diritti. Il resto avanza, la situazione è chiarissima.
    Non si può non essere d’accordo con quanto è scritto nella lettera, rivendicare i propri diritti è sacrosanto.
    Mi permetto di manifestare un plauso a Bg News che, a differenza d’altri, da spazio a tutte le campane.

  28. Scritto da l8llo

    colognola vergogna cinema di faziosita

  29. Scritto da Narno Pinotti

    3, la salute è sacra e le leggi che la tutelano anche, ma l’idea di spostare l’aeroporto «più a sud, in aperta campagna» è insensata. Prima di tutto perché non c’è aperta campagna fino alla provincia di Cremona inoltrata. Poi per i costi, che qualcuno qui non immagina nemmeno. Infine, un aeroporto così ce l’abbiamo già: si chiama Malpensa e nessuno ci va proprio perché è in aperta campagna e mal collegato. Ma chi fa questa proposta ha in mente un Comune preciso? Faccia un nome plausibile. Uno.

  30. Scritto da Risi Claudio

    @3
    c’èpoco da essere fieri di certi architetti che prendono concesisoni edilizie e realizzano condomini a ridosso degli aeroporto e poi le popolazioni rompono le scatole perché di lì passano gli aerei.
    Anche questa è una cosa illegale, comunque!!!

  31. Scritto da Bisso

    @1 … o la cecità dei colognola

  32. Scritto da cittadino di Colognola

    Ma un comitato che combatte l’aeroporto (anche se lo negano, è così) come può chiamarsi Comitato Aeroporto e pretendere di non essere screditato, visto che già il nome è un inganno?

  33. Scritto da Ghielli Contran Astolfo

    Comunque, dite quello che volete, ma nel vostro sito ancora c’è scritto che Ciampino ha ridotto i voli
    E poi c’è il pretesto di attacco sul fatto delle merci radioattive. Questione già risolta. Nessuno, nemmeno i pro Orio come li chiamate voi, vogliono la radioattività, ci mancherebbe altro.
    Certo, vi attaccate proprio alle c……e. Siete peggio degli interisti…