BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Ims Deltamatic successo del PMI Day

L'azienda presieduta da Raffaele Ghilardi ha accolto 150 studenti che sono stati guidati nella visita ai reparti produttivi.

Più informazioni su

Non serve per giocare alla Playstation, ma il joystick ha lo stesso un’aria molto attraente, soprattutto per tredicenni cresciuti a pane e giochi elettronici. E se poi con quel joystick è possibile guidare senza fatica un silenziosissimo e precisissimo robot che, infaticabile, taglia e misura, ecco che il lavoro e la fabbrica sembrano qualcosa di radicalmente diverso dalle officine buie e polverose della prima industrializzazione e dalle alienanti catene di montaggio dei film di Charlie Chaplin.
Siamo alla Ims Deltamatic di Calcinate, produttrice di macchine speciali vendute in tutto il mondo, 180 addetti di cui la metà tecnici qualificati e ingegneri. L’azienda sabato mattina ha accolto circa 150 ragazzi delle classi terze delle scuole medie di Calcinate e di Osio Sotto e i loro insegnanti per il primo PMI Day nazionale organizzato dalla Piccola Industria di Confindustria con l’obiettivo di mettere in luce la capacità innovativa delle imprese, valorizzandone anche il ruolo sociale, e contribuire ad un orientamento scolastico e professionale più consapevole.
Nel “quartier generale” del gruppo Ims Deltamatic, che conta 4 stabilimenti, l’amministratore unico Raffaele Ghilardi, sua moglie ed alcuni collaboratori hanno accompagnato i ragazzi alla scoperta dei vari reparti, dando loro la possibilità di vedere all’opera alcuni dei sofisticati macchinari.
Complessivamente le aziende associate a Confindustria Bergamo che hanno aderito al progetto sono 13, oltre a IMS Deltamatic, Clay Paky di Seriate, Colombo Filippetti di Casirate d’Adda, Cosberg di Terno d’Isola, Elframo di Bergamo, Giasini di Grassobbio, Gualini Lamiere International di Bolgare, Lamiflex di Ponte Nossa, Marlegno Tecnologie del Legno di Bolgare, Nuova Termostampi di Lallio, Persico di Nembro, Piazzalunga di Sorisole e Plastik di Albano S.Alessandro.
Gli studenti coinvolti stati circa un migliaio, provenienti da 15 diverse scuole dislocate su tutto il territorio provinciale.
L’iniziativa nazionale ha trovato a Bergamo un terreno particolarmente fertile, dato che sono già attivi diversi progetti pensati per favorire i contatti fra le scuole e il mondo delle imprese, fra cui “Industriamoci”, quest’anno rivolto per la prima volta anche alle medie. 
Nell’ambito di questo progetto le medie di Osio Sotto collaboreranno con Ims Deltamatic realizzando un elaborato su alcuni aspetti della visita ed accogliendo a sua volta in classe l’imprenditore per proseguire una riflessione sull’orientamento scolastico. Gli elaborati migliori saranno poi premiati durante la manifestazione conclusiva di “Industriamoci”. “Ci sembra importante – spiega Alfredo Teocchi, docente – misurarci con il lavoro. Il sapere è anche questo. Fin dalla 1a media abbiamo cominciato un percorso che è partito dall’analisi delle proprie aspirazioni, inevitabilmente confrontate con la realtà”.
E se, come nel caso della Ims Deltamatic, la tecnologia e l’innovazione si toccano con mano, questa realtà colpisce ed emoziona, come hanno sottolineato i ragazzi alla fine della visita. 
“L’Italia – commenta Raffaele Ghilardi – è un Paese unico, dove c’è una cultura industriale diffusa che è importante preservare perché ci rende competitivi, per questo è vitale collaborare con le scuole, con i più giovani, per fare in modo che i ragazzi vedano la realtà della fabbrica come è oggi”.
“Le nostre macchine vanno in tutto il mondo – ha spiegato agli studenti – dall’Australia alla Mongolia, e i nostri tecnici vanno con loro, perché la fase dell’avviamento di un nuovo macchinario è essenziale. Tutti da noi sanno l’inglese, tutti continuano ad aggiornarsi in azienda”.
Infine un invito a non saltare troppo presto dall’altra parte della barricata.
“Alcuni dei miei collaboratori più preziosi sono entrati in azienda tanti anni fa subito dopo la 3a media, ma il mio consiglio oggi è di continuare a studiare, magari con le idee già chiare sui propri progetti di lavoro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Enzo

    Un’altra brillante iniziativa di Raffaele Ghilardi dedicata ai giovani. Speriamo rispondano positivamente.
    Bravo Raffa!!!