BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Toyota, pronte 11 nuove auto ibride

Il colosso nipponico ha fatto sapere che all'interno della gamma di vetture ibride programmata per il 2012 uscirà una nuova compact

Più informazioni su

Segnali di risveglio del mercato delle quattroruote. Mentre la Fiat 500 debutta negli Usa, il numero uno mondiale dell’auto Toyota punta a lanciare 11 nuove auto ibride entro il 2012. Il segmento green del mercato dell’auto rappresenta infatti una delle due grandi direttrici di sviluppo per l’industria automobilistica mentre l’altra è rappresentata dai mercati dei Paesi emergenti. Cina, Russia, Brasile e India in primis. Toyota, infatti, finora ha dominato il
mercato delle auto ibride grazie alla sua Prius, ma dovrà far fronte alla concorrenza in questo settore di altre case automobilistiche, a partire dalla Chevrolet Volt di General Motors.
Il colosso nipponico ha fatto sapere che all’interno della gamma di vetture ibride programmata per il 2012 uscirà una nuova compact elettronicamente ricaricabile e con una capacità di consumare 40 Km al litro di benzina.
Sempre negli States, il presidente Barack Obama ha commentato l’Ipo di General Motors, che ha fissato prezzo e quantità delle azioni, definendola "una pietra miliare della storia dell’auto". "Con l’Ipo – ha detto Obama – il governo dimezzerà la propria quota e continua il nostro disciplinato impegno a uscire da questo investimento, proteggendo i contribuenti americani". GM ha fissato a 33 dollari ad azione il prezzo dell’Ipo, che si prospetta un ritorno in Borsa record.
La quota del Tesoro Usa scenderà dall’attuale 60% a circa il 37%. Secondo quanto rivelano fonti bene informate circa il 90% delle azioni GM messe in vendita finiranno in mano a investitori americani. Gm ha venduto 478 milioni di azioni ordinarie a 33 dollari l’una, rastrellando 20,1 miliardi di dollari, piu’ altri 4,35 miliardi di dollari per le azioni privilegiate. In totale la compagnia automobilistica dovrebbe dunque rastrellare 23,1 miliardi di dollari. Un’Ipo record per la storia della Borsa Usa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.