BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Studente penalizzato alla maturit??: divergenze e docente in toga ma comportamento corretto”

Il provveditore Roffia rende noto il risultato dell'indagine aperta dopo la denuncia di uno studente del Lussana che aveva lamentato di essere stato deriso all'esame.

Più informazioni su

Gent. le Direttore,
si fa riferimento alle risultanze ispettive contenute nella relazione redatta dall’Ispettore Tecnico Zitolo, relazione pervenuta allo scrivente Ufficio in data 27 luglio 2010, in seguito alla visita condotta presso il Liceo Scientifico “Lussana” di Bergamo in occasione degli esami di maturità tenuti al termine dell’a.s. 2009/2010. L’ispezione era stata determinata dalla comparsa sul giornale telematico di Bergamonews di una lettera scritta da uno studente frequentante la classe 5H del Liceo Scientifico “Lussana” di Bergamo, dalla quale rilevava una pesante critica nei confronti del comportamento tenuto dai commissari d’esame, in particolare durante le prove orali, comportamento che, per il tenore della lettera e le accuse contenute nella stessa, appariva non del tutto conforme e consono a quello che professionalmente un docente deve tenere nella fase di riscontro della preparazione e della maturità raggiunta dagli alunni.
Dalla lettura della relazione ispettiva emerge in tutta evidenza che la Commissione ha tenuto un comportamento corretto, sia dal punto di vista formale che da quello del riscontro sostanziale della preparazione dei candidati. Un appunto, sia pure in forma lieve, viene sollevato nei confronti di un commissario, in quanto presentatosi in sede d’esame vestito di toga ha generato, sul piano psicologico, un po’ di tensione tra gli studenti. La questione, però, è stata chiarita dallo scrivente con l’invito a non utilizzare in futuro certi espedienti che possono generare tensioni sul piano psicologico, timori e paure al punto tale da poter incidere negativamente sul rendimento degli alunni in sede di esami.
L’ispezione, altresì, ha messo in evidenza alcune diversità di vedute avutesi tra i commissari, sia per quanto attiene alla conduzione degli esami sia per quanto attiene alla valutazione degli allievi, diversità che però, a fronte di una critica negativa esagerata e per certi aspetti deviata fatta sui media nei confronti dell’Amministrazione scolastica, sono risultate contenute nei toni e nei fatti al punto da non richiedere un intervento sul piano disciplinare, in quanto inquadrabili nell’ottica di una dialettica di confronto accettabile.
E&squo; apparso allo scrivente opportuno inviare la presente lettera alla Sua attenzione con l’evidente duplice scopo di, da un lato, sollevare la Commissione da responsabilità che non ha avuto e dall’altro, rappresentare all’opinione della gente la validità e l’affidamento dell’organizzazione scolastica pubblica che, in particolar modo nella Provincia di Bergamo, non ha avuto rilievi da parte degli Ispettori ministeriali sia sotto il profilo formale che sotto quello sostanziale.
Lo scrivente è certo che la S.V. vorrà raccogliere l’invito a pubblicare la presente lettera, anche per rendere giustizia nei confronti dei docenti membri della più volte richiamata Commissione d’esami e restituire serenità a tutto l’Istituto Scolastico del Liceo Scientifico “Lussana” di Bergamo, indirettamente coinvolto.

Cordiali saluti.

Il Dirigente
Luigi Roffia

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lilli

    @17 EURO CAVENATI: Concordo pienamente con Lei, nessuno meglio di Lei può sapere e giudicare ciò che ha fatto suo figlio e l’impegno che ci ha messo nel corso dell’anno. So che fa male sentire certe cose specialmente se sappiamo(ho anch’io un figlio) come si sono impegnati, purtroppo c’è troppa gente che pensa di avere in mano lo scettro della giustizia. non dia peso.

    @19 Andrea: è vero può succedere che il voto sia quello giusto. ma può succedere anche che non lo sia.

  2. Scritto da giorgio57

    per ITALIANI
    finalmente tra tanti che URLANO (a sproposito) e senza riflettere, un po’ di pacatezza e, forse, di buon senso.
    P.S. avete visto quanti errori ci sono nei messaggi ? Bene, sappiate che gli alunni li fanno comunemente in quello che scrivono tutti i giorni a scuola. Secondo voi il professore cosa dovrebbe fare ? Passarci sopra o dargli 2 ? Ma se gli stessi errori li fanno i loro genitori, come la mettiamo ?
    La scuola è lo specchio della società civile….purtroppo.

  3. Scritto da Beppe

    @27 Se guardiamo il “pelo nell’uovo” per strumentalizzare, che dire del tuo….
    “Passarci sopra”???
    Smettiamola di fare i pedanti!

  4. Scritto da Andrea

    Concordo con Angelo,
    nella lettera dello studente la questione dell’insegnante in toga (comportamento ovviamente fuori luogo) era del tutto marginale mentre venivano invece poste gravi accuse circa lo svolgimento degli esami. Tali accuse sono risultate infondate.
    Forse il voto attribuito era quello che si meritava… può succedere no?

  5. Scritto da fv

    ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah.
    cavolo si è presentato anche in toga? Mi ricorda quella puntata di tutti pazzi per amore 2 dove il profe (Dario Argento) si era presentato da becchino agli esami di maturità…

  6. Scritto da Rid

    Quanto accaduto è lo specchio della scuola e più in generale della società italiana, dove ciò che conta non sono volontà, capacità e preparazione, bensì conoscenze, lecchinaggio e arrivismo.

  7. Scritto da Bea

    Sfortunatamente ero un alunna di quella classe…è inutile che si stia ancora qui a parlare di questo fatto. Quello che conta è che io e tutti i miei compagni sappiamo come è andata veramente…e questo ci basta! Auguro a nessun altro di avere una commissione come la nostra…ma probabilmente peggio di così non può essere!

  8. Scritto da jack

    Ma scusate ma il Signor Roffia,che ogni anno nel messaggio inaugurale per l’apertura dell’anno scolastico,verso gli studenti dice ai suoi professori che bisogna usare il pugno di ferro,e verso i professori invece è tutto dolcino quasi timoroso di inimicarsi la categoria,controlli di piu’ la classe docente,e prenda di piu’ in considerazione le lamentele,perchè di ignoranti che insegnano ce ne sono tantissimi,esca dalla tana e vada a controllare.

  9. Scritto da w la squola!!!!

    Per 23@ Bea
    Non so come siano andate veramente le cose, ma, a giudicare da come scrivi in Italiano, se sei stata promossa, la Commissione deve aver largheggiato non poco…..

  10. Scritto da giacchetta nera

    Mi sembra di ricordare che il Provveditore non fosse meglio come arbitro di calcio, ma voi non potete ricordarlo, eppure teneva alla divisa, come ora alla toga……. e perdeva la faccia, come nella lettera che scrive arrampicandosi sui vetri, senza più disporre dei cartellini gialli e rossi a difenderlo.
    Che tristezza Provveditore

  11. Scritto da EURO CAVENATI

    VERGOGNA,VERGOGNA,VERGOGNA. SONO IL PADRE DEL RAGAZZO CHE HA “DENUNCIATO” QUANTO SUCCESSO AL LUSSANA!!! RAGAZZI CHE LAVORANO INTESAMENTE PER CINQUE ANNI NON POSSONO ESSERE TRATTATI COSI!!!
    IL PROBLEMA NON E’ L’ESSERE USCITI CON IL 68 (MEDIA ENTRATA ALLA MATURITA’ 7,8) PERCHE’ NELLA VITA SONO I FATTI CHE CONTANO NON IL VOTO DELLA MATURITA’. MA L’IMPEGNO E QUANTO FATTO IN CINQUE ANNI NON SI PUO’ “PESARE”DAL MODO DI FARE O DAL CAPELLO LUNGO DI UN BRAVO RAGAZZO E SOTTOLINEO BRAVO!!! .

  12. Scritto da p.g.

    Ammirabile il finale della lettera di Roffia, con la richiesta di pubblicazione a Bergamo News: c’è o ci fa? Possiamo anche dirgli cosa ne pensiamo direttamente: roffia@istruzione.bergamo.it

  13. Scritto da expaul

    un commissario d’esame che si presenta in toga dovrebbe come minimo portarsi ben visibile un attestato di sana e robusta condotta psichica…e il presidente di commissione che faceva? era in bermuda?

  14. Scritto da NUOVI ESAMI

    COMMISSARIO IN TOGA ? da dove arrivava ? il prossimo sarà in DIVISA ?

  15. Scritto da michele

    piena solidarietà allo studente.

  16. Scritto da guido da bg

    PER EXPAUL: Sono perfettamente d’accordo
    Mi chiedo ma se gli studenti si fossero presentati con lo stesso abbigliamento?
    Divergenze di vedute tra i commissari ?
    Ma allo studente chi ripaga la votazione penalizzante, per quanto ovvio da divergenze di vedute, da strani abbigliamenti, a chi la vuoi far intendere provveditore?

  17. Scritto da Tiziano Trivella

    Bravo expaul!
    Sono d’accordo con te.
    Soprattutto perchè sono un insegnante e non credo necessarie le carnevalate durante gli esami di maturità.
    Ed esprimo solidarietà allo studente incappato in un commissario quantomeno “fuori registro”…

  18. Scritto da Emilio

    Purtroppo il mondo della scuola è la brutta copia dello specchio della società: gentilissimo Provveditore, si renda conto che ci sono molti psicopatici che si fanno passare per “insegnati” che invece di educare al bello ed alla cultura istigano violenza, soprattutto nelle scuole medie dove si parte dal presupposto che gli alunni siano delinquenti. Ciò a scapito dei ragazzi, della società futura e di tutti i veri, bravi insegnanti che fanno della loro professione una missione.

  19. Scritto da verita'

    Un commissario d’esame che si presenta con la toga,evidentemente ha qualche problema(megalomania,complesso di inferiorita’?)spero solo che sia allontanato per sempre da una commissione.Gia’ agli studenti monta la fifa all’esame,ma provocarli e’ proprio da imbeci..i.

  20. Scritto da Druido

    Sono il padre di una ragazza che, sia pur promossa, è stata penalizzata in maniera sensbile da quella commissione, così come tutti gli altri esaminandi; un solo commento alla conclusione a cui si è giunti: CHE SCHIFO!!!!!!!

  21. Scritto da angelo

    Corporativismo allo stato puro. A lavorare.

  22. Scritto da Marco Cimmino

    Mi state dicendo che, veramente, uno si è presentato agli esami indossando una toga? No, dai, non ci credo! E come si è giustificato? Aveva un appuntamento con Catilina nel pomeriggio e gli seccava passare da casa a cambiarsi? O era una toga da giudice? Doppio lavoro per arrotondare il magro stipendio? Questa è davvero grandiosa: devo approfondirla, perchè ci tiro fuori almeno tre elzeviri, due editoriali e un paio di rubriche! Corretto finchè si vuole, ma anche un tantino eccentrico mi pare!

  23. Scritto da è uno scherzo, vero?

    no dai, ditemi che non è vero.
    un professore si è presentato agli esami con la toga (immagino sia questo il significato di “vestito di toga”)?
    davvero, ditemi che è uno scherzo, non ci credo.

    p.s.
    se per caso uno studente si fosse presentato con la toga, secondo voi la commissione cosa gli avrebbe detto?

  24. Scritto da andrea locatelli

    Che il provveditire giustifichi un docente che si è presentato in toga lo trovo semplicemente vergognoso. Uno studentye che avesse fatto la stessa cosa sarebbe stato giustamente punito perchè anche l’abito fa il monaco. ma a che livello sono caduti i costumi per arrivare a giustificare ciò che non è giustificabile. Ma professor Roffia, ha almeno il senso del ridicolo? Questa sua nota è un vero boomerang

  25. Scritto da d.f

    Da genitore nnon direttamente coinvolto nella vicenda trovo le parole di Roffia inaccettabili. Non si possono derubricare a quisquilie comportamenti fuori dalla normalità di coloro i quali dovrebbero dare l’esempio. Che razza di scuola stiamo costruendo? Che esempi diamo ai nostri ragazzi? Io non mi sentirei tutelato. Chiedo a Roffia di prendere provvedimenti che servano da monito affinchè certi episodi non si ripetano.

  26. Scritto da julius

    nessuno di noi potrà sapere se il comportamento del profe sia stato corretto o scorretto.
    tutte le altre illazioni sono gratuite e inutili… difendiamo il ragazzo o li profe? tutti e due, ovviamente!

  27. Scritto da ANGELO

    è assurdo che uno studente spavaldo si sia spaventato per una toga !
    il contenuto della lettera era tutt’altro che riferito alla toga, ma accusava la commissione di gravi irregolarità comportamentali,
    risultate del tutto infondate.
    non è il caso di pensare e riflettere sul tipo di preparazione dello studente.