BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Aeroporto, Colognola ?? rimasta inascoltata”

Un cittadino del quartiere: le associazioni, il comitato e i cittadini hanno parlato con il sindaco, senza essere ascoltati."

Più informazioni su

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4



/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-style-parent:””;
line-height:115%;
font-size:11.0pt;”Calibri”,”sans-serif”;
mso-fareast-“Times New Roman”;}

Pubblichiamo la lettera aperta di un cittadino di Colognola.

Al signor Sindaco Franco Tentorio,
All’assessore all’Ambiente Massimo Bandera,
Al presidente della Seconda Circoscrizione Giuseppe Epis,
Al consigliere delegato al decentramento Francesco Benigni,
agli organi di stampa,

sono un abitante di Colognola nonché, attualmente, consigliere della Circoscrizione 2. Apprendo dalla stampa che l’iter per l’approvazione delle curve isofoniche, strumento definito indispensabile per lo sviluppo dell’Aeroporto di Orio al Serio giungerà a conclusione il prossimo 22 novembre.
Vista l’importanza dell’argomento, la stampa ha dato ampio spazio alle opinioni dei vari attori: SACBO, Comune di Bergamo, Provincia, associazioni, cittadini; si potrebbe da questo affermare: quale maggiore trasparenza nell’affrontare l’argomento!
La realtà dei fatti però dice anche qualcos’altro: il comitato aeroporto, le associazioni di Colognola sono stati ricevuti dal Sindaco di Bergamo, Tentorio, e dall’Assessore all’ecologia, Bandera, hanno esposto le loro ragioni ma, alla prova dei fatti, non sono state ascoltate. Giace dall’ottobre 2009 in Circoscrizione 2 la richiesta di una seduta di un Consiglio circoscrizionale aperto alla popolazione da tenersi a Colognola, proprio sul tema dell’aeroporto. E’ stato rimandato prima perché era in atto la sperimentazione ed alcuni consiglieri in Circoscrizione non erano informati sull’argomento (sic!), poi perché si stavano elaborando i dati, infine perché non erano stati presentati: il risultato è che ad oggi il Consiglio circoscrizionale non ha avuto ancora l’opportunità di avere un incontro ufficiale, istituzionale, in cui conoscere la posizione del Sindaco e della Giunta di Bergamo sull’aeroporto ed il merito delle decisioni che si vanno a prendere.
Sembra una questione di poco conto, ma il confronto con i cittadini non si può esaurire con incontri privati o con interviste o proclami televisivi a mezzo stampa o televisione, ma passa attraverso l’informazione ed il confronto pubblico, attraverso gli organi di partecipazione eletti quali la Circoscrizione, mettendo formalmente agli atti di un consiglio Circoscrizionale o Comunale le posizioni assunte. Nei fatti il Comune di Bergamo da più di un anno tace. L’ultima speranza che rimane, sia come abitante di Colognola che come consigliere circoscrizionale è che prima dell’approvazione definitiva che si prospetta per il 22 novembre ci sia un confronto ufficiale e sostanziale, dove si possano ascoltare le richieste del quartiere di Colognola e le risposte ufficiali che l’Amministrazione di Bergamo da’ come istituzione. Il tempo stringe, ma se l’agenda è piena, non preoccupatevi, così come anche il sabato e la domenica gli aerei decollano sulla nostra testa, per confrontarsi con il quartiere prima del prossimo incontro della commissione aeroportuale, anche sabato 20 o domenica 21 si può convocare un Consiglio circoscrizionale straordinario per affrontare istituzionalmente l’argomento: la gente di Colognola ci sarà di sicuro.
I cittadini di Bergamo che abitano a Colognola, singoli o riuniti nel comitato hanno sempre rifiutato la demonizzazione dello scalo, riconoscendone l’importanza per l’economia bergamasca, ed hanno sempre richiesto solamente la compatibilità dello sviluppo con la vita delle persone e la distribuzione dei costi ambientali fra tutti, evitando ogni logica tipo “Non nel mio giardino” ma dicendo “ Non solo nel mio giardino”.
Dalle notizie sui giornali, Colognola è l’unica zona della città che rientra nell’intorno aeroportuale, cioè nel territorio in cui lo stato dell’ambiente è influenzato dalle attività aeroportuali, e quindi marchiato con un sigillo negativo di diversità dal resto della città. Dall’aeroporto si possono individuare più corridoi validi per il decollo, meno ingombri di abitazioni: perché non porsi l’obiettivo, nell’identificazione delle curve isofoniche di suddividere tutti i decolli su tutte le rotte percorribili con l’obiettivo di non avere interi quartieri inclusi, e di suddividere il più possibile il carico dello sviluppo di questo aeroporto?
La sensazione che emerge dalla stampa è che il percorso adottato per la definizione dei decolli ha come risultato che chi ci è sotto se li tiene, chi non li ha può brindare allo scampato pericolo. Tutte le amministrazioni comunali hanno difeso i loro territori mentre quella di Bergamo ha abbandonato un pezzo del suo dandogli un prezzo, ma soprattutto dandolo ai suoi abitanti: ciò che vale la mia comunità e il mio quartiere sono i soldi promessi da SACBO per gli isolamenti! Penso che ogni cittadino di Colognola preferisca rinunciare a questa elemosina, e preferisca continuare ad essere considerato un cittadino e non merce di scambio: venga il Sindaco, ufficialmente, a dirci qual’é per lui il significato di quella macchia che identifica l’area delle curve isofoniche sulla mappa di Bergamo.

Fabrizio Pellegrini

consigliere Circoscrizione 2

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Michela

    @ 15 arroganti sono i tuoi modi da cafone kappero, probabilmente se tu andassi a lavorare potresti permetterti anche un volo low-cost……
    purtroppo preferisci ascoltare il “rumore” degli aerei, da un pò fastidio, ma e meno faticoso e puoi piangerti addosso.
    Finitela!!!!

  2. Scritto da meditate

    abito a colognola e gli aerei svolazzano rumorosi su tutto il quartiere!!!!e a tutti quelli che di colognola non gli importa nulla io prendero una bella auto diesel euro zero fumante e girero nei loro quartieri e paesi poi usero la mia bella moto da cross anni 70 2 tempi puzzolente e senza silenziatore con un bel rumore da md80 e se qualcuno si lamentera’ la mia risposta sara’ me ne frego!!!!!!!! deticato a tutti quelli che scrivono cose senza senso

  3. Scritto da LA MAESTRINA

    @ … mio padre ha acquistato la casa dove tutt’ora vivo nel 1970 … e non solo l’unica ad essere cresciuta in una colognola dove il solo rumore avvertito era quello dell’autostrada….
    per per favore, basta scrivere che le case a Colognola te le regalano ….
    Va bhè cambierò casa, magari la mia la vendo a te, visto che adesso
    non vale più niente!

  4. Scritto da gabriele

    sul sito della rassegna stampa del comune c’è un interessante articolo del “Il sole 24 ore” di mercoledì che dice:
    “Il piano di zonizzazione acustica avallato mercoledì scorso dalla commissione aeroportuale e che dovrebbe essere approvato la settimana prossima dai comuni della zona, di fatto «pone le premesse per uno sviluppo che ci potrebbe far arrivare a 90-95mila
    movimenti l’anno», anticipa Ravasio…”
    mentre la recita è in corso il copione delle prossime puntate è già scritto!!!!!

  5. Scritto da kappero

    @AZ pirla: dove hai mai letto che il comitato vuole abolire l’aeroporto? Chi t’ha raccontato la balla che le case a colognola costano poco? Vorresti vietarci di chiedere che vengano ridotti rumori e gas sulle nostre teste? Se a uno entra l’acqua nelle cantine come dici tu non deve cercare di farsela levare? Per me sei solo un poveraccio arrogante che per un volo a basso costo è pronto a tutto

  6. Scritto da A.Z. Bg

    cogratulazioni per gli insulti,la solita arrroganzo di chi non accetta i parreri altrui.Il comitato fa il paio con quelli anti smaltimento della spazzatura di napoli.Va bene tutto ma non vicino a casa mia!

  7. Scritto da pavel

    ecco, che paura hanno?
    Tentorio (uno di noi?) e company vengano, spieghino e ascoltino

  8. Scritto da gilse

    certo che Tentorio ha paura : dovrebbe spiegare perchè come sindaco non ha difeso Colognola e perchè dovrebbe anche dire dei 95000 previsti nel prossimo futuro ( fonte Il Sole 24 ore del 17.11.2010)

  9. Scritto da Artiani

    Perché? Semplice! Perchè ci sono i dati di fatto che parlano: cioè l’analisi scientifica dei decibel fatta dall’Arpa. Da lì emerge che Colognola NON è più inquinata degli altri quartieri, ma è nella norma. Un test lo si può ripetere, se proprio si vuole, ma non lo si può ignorare. E il fatto di ignorarlo fa sospettare il comitato di faziosità. Allora il sindaco fa bene a non ascoltarvi!
    La verità, a differenza delle opinioni, dipende dai fatti e non dalle persone, perchè sussiste in se stessa

  10. Scritto da pavel

    (@3)..e allora se non è più inquinata perchè entrerà nella zona di rispetto aeroportuale? SI decida

    i voli fanno il rumore, il rumore (misurato) è abbastanza per finire nella zona di rispetto e la gente è in*****ta
    meno voli (qualcuno, basta qualcuno, da qualche altra parte), meno rumore (misurato) e fuori dalla zona di rispetto

  11. Scritto da usiamo il cervello

    Bisogna partire dai dati per dare giudizi.
    Ebbene, per la Zonizzazione acustica proposta (calcolata sulle tre settimane peggiori dell’anno) il quartiere di Campagnola è al di sotto della curva dei 60 LVA. Peccato che i dati rilevati dalla centralina SACBO per utti i mesi dell’anno segnino valori medi mensili oltre i 62 LVA. Poichè il valore è logaritmico è più del doppio di quello utilizzato per la zonizzazione, A ancora una volta stanno taroccando i dati.

  12. Scritto da pavel

    quindi Colognola ancora peggio che di suo è già sopra 60?

  13. Scritto da Mix

    Perchè non spostare l’aeroporto…. ,magari ampliando il volo a vela di Valbrembo, in fondo cosa sono 7/8milioni di viaggiatori in confronto ai 4 gatti di Colognola!!

  14. Scritto da pavel

    non divaghiamo. spararla sempre grossa per screditare Colognola.

    basta distribuire i voli che decollano verso ovest un pò su Colognola e un pò sull’asse interurbano (dove andavano fino ad un anno fa e dove non è che per Colognola fosse un paradiso, ma un pò meglio si), non si chiede altro.

    troppo ragionevole per essere accolta? oppure troppo ragionevole per venire a dire che non la si vuole ascoltare?

  15. Scritto da polaroid

    dai commenti acritici pro aeroporto (che diventano sempre contro colognola), sembra che il fatto che i cittadini di colognola non vogliano sentirsi sudditi, dispiaccia…
    chi trova gusto a sentirsi suddito è libero di farlo…

  16. Scritto da gilse

    io so solo che i SINDACI di Seriate, Azzano , Orio , Stezzano , e paesi limitrofi all’aeroporto difendono e tutelano le loro comunità , il SINDACO di Bergamo non difende e tutela la comunità di Colognola che a prova contraria fa parte di Bergamo.

  17. Scritto da Mix

    Colognola……
    chi vi è nato è stato cullato dal “rumore” degli aerei, chi ha acquistato casa sapeva bene dove andava ad abitare…….oggi protestate, ma la scelta di abitare lì l’avete fatta voi…..
    La rotta è quella! Salvo in un futuro il decollo verticale.

  18. Scritto da A.Z. Bg

    non se ne può più di colognola e dei suoi perenni piagnistei.Hanno comprato lì la casa pagandola meno che in altre zone della città e continuano a lamentarsi.Tutti hanno dei problemi in città,chi ha troppi extracom.chi ha troppo traffico,chi ha l’acqua che entra nelle cantine,chi ha la ferrovia vicina,chi ha le prostitute,ecc.Questo comitato ha rotto.vogliono tornare all’età della pietra?Lo facciano.loro però.L’aereoporto è l’unica struttura decente di Bergamo e loro lo vorrebbero eliminare.