BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“A Bergamo appena sbagliamo ci mettono in croce”

Cos?? il tecnico atalantino commenta l'ambiente bergamasco: "E pure i passi falsi le fanno anche le altre big che non vengono bersagliate come noi".

Più informazioni su

Stefano Colantuno si presenta davanti ai giornalisti al secondo giorno di raduno anticipato ed in vista della partita di sabato pomeriggio contro il Crotone. Imperativo? Reagire all’umiliazione di Empoli. “Chiunque scenderà in campo farà una partita di sostanza, vedrete un’Atalanta bella tonica con molta cattiveria agonistica. La botta mentale del 3-0 ad Empoli è recuperata e vogliamo reagire”, le parole dell’allenatore che poi dà un paio di indicazioni sulla partita che si aspetta: “ Il Crotone davanti ha giocatori rapidi mentre il nostro sistema di gioco sarà vincolato dalle assenze. Ci sarà spazio per chi ha giocato poco ma nel decidere la formazione dovrò tenere conto di molti fattori”. Già, perché negli undici in campo troveranno, complici le squalifiche di Bellini, Carmona e Barreto, alcune facce poco note dal primo minuto. “Quali fattori? Uno della tenuta fisica dei giocatori che abbiamo recuperato da poco, come ad esempio Pinto che comunque ha fatto una gara settimana scorsa con la primavera ed è recuperato dall’infortunio al ginocchio – la spiegazione di Colantuono -. Due, conteranno molto le condizioni atmosferiche considerato che le previsioni danno un nubifragio per domani pomeriggio: non vorrei partire con una formazione che esige troppi cambi programmati perché ci saranno molte insidie”. E per far fronte a queste insidie il tecnico chiama a raccolta i tifosi nerazzurri (“Sono convinto che tutti allo stadio saranno più compatti che mai perché abbiamo, in questo momento, più bisogno del loro sostegno rispetto ad altri periodi”) quindi palesa il malessere di una piazza troppo rigida nei confronti della Dea. “Qui si esaspera tutto: la squadra appena fa un passo falso o sbaglia una partita dopo averne vinte tre di fila, viene subito messo in croce, sembra che scoppi la rivoluzione mondiale – lo sfogo del romano -. A me non importa nulla, io rimango tranquillo perché ho vissuto nella mia carriera situazione ben più peggiori, basta vedere dove ho allenato per capirlo. E’ una situazione strana perché altre squadre blasonate qui in B hanno fatto degli scivoloni mica male e non sono state criticate in questa maniera. Passi falsi che poi erano stati preventivati perché una squadra che proviene da una retrocessione ha sempre problematiche, basta vedere l’anno scorso dove stavano, a questo punto della stagione, le tre retrocesse nella scorsa stagione. Insomma qui tutto è esasperato, ma ripeto, sono tranquillo perchè se anche sbagliamo mica mi mandano al patibolo!”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sergio-Svizzera

    Ammesso che oggi piova a dirotto, per i giocatori del Crotone splenderà il sole? L’atalanta dispone di una rosa di giocatori da fare invidia all’Inter , di cosa si lagna Colantuono? Empoli, Novara e Piacenza sono dei semplici episodi? A sentire queste affermazioni viene davvero voglia di mandare il mister a quel paese..

  2. Scritto da fino

    lavori e faccia lavorare l’ottima squadra…..con umiltà……..e vedrà che i risultati arrivano……….altrimenti torni da dove è venuto

  3. Scritto da guido da bg

    Ma quali previsioni meteo vede mister Colantuono per usare il termine nubifragio per domani pomeriggio?
    Nubifragio rimane nella Sua testa, come il vento a Varese e il sintetico a Novara, senza dimenticare” Bergamo casa mia”, certo se non arriva un altro Zamparini, ma stavolta si deve decidere Percassi a toglierlo di mezzo, Lui e le sue scuse, che già accampa nella conferenza stampa, ancor prima di giocare.
    Bel modo di dare la carica alla squadra,” sapete domani previsto nubifragio” RIDICOLO

  4. Scritto da aaa

    bergamo è diventata una piazza troppo esigente,ma sopratutto per la stampa locale impegnata a trovare il pelo nel l uovo in alcune circostanze.Impariamo ad avere pazienza e a gridare forza atalanta!!!!!!!!!!!!!!!torneremo in serie AAAAAAAAAAAAAAAAAA

  5. Scritto da doll

    Sono con angelo 2. Colantuono, è la pochezza del suo contributo che fa rizzare i capelli. I passi falsi, comi li definisce lei, sono la logica conseguenza della squadra più attrezzata della B.
    Quali sono i passi falsi di Siena, Novara, Empoli, di grazia?
    ma che decenza…

  6. Scritto da angelo

    E chiamali passi falsi…piacenza ed empoli sono rotoloni

  7. Scritto da Mr Crowley

    ma per favore basta c…! Bergamo è una piazza esigente come tutte le altre ma molto più calorosa e attaccata alla squadra di tutte le altre. Lo dimostrano i 16 mila abbonati in serie b! E un seguito che tutti ci invidiano! Qui se ce n’ è uno che esaspera tutto, e sta esasperando tutti noi tifosi con i suoi atteggiamenti strafottenti, è proprio Colantuono! Non ti sopportiamo più, se non ti sta bene la piazza di Bergamo vattene invece di lagnarti

  8. Scritto da alessandro

    Sta già mettendo le mani avanti con la storia del NUBIFRAGIO!

  9. Scritto da renzo

    E’ vero, pero’ siamo in Serie B, e’ normale che ci sia pressione, se alleni il Portogruaro puoi stare piu’ tranquillo

  10. Scritto da giacomo

    poverino!!!!come lo capisco!!!!troppa pressione!!!!!
    se stava a Torino stava sicuramente piu’ tranquillo!!!
    anche noi stavamo piu’ tranquilli!!!
    va a laura’!!!!

  11. Scritto da verita'

    E si lamenta anche con la squadra che ha?La miglior rosa di tutta la categoria,e questo non lo dico solo io ma anche gli addetti ai lavori.Il problema e’ che non si vede gioco,salvo rare eccezioni.Non mi sembra un allenatore che sa vedere la parita.Insomma in questo prima di raggiungere un Del Neri o un Mondonico,ne deve mangiare di polenta.

  12. Scritto da formica

    Alcuni anni fa, alla sua prima esperienza a Bergamo, mi era proprio piaciuto anche se un po’ spiritato ma i risultati erano stati ottimi. Ora mi sa che é arrivato a Bergamo la sua controfigura: piagnone, lamentoso, sempre pronto a trovare scuse – alcune infantili- senza uno straccio di idea di calcio e soprattutto “bollito”. Mi spiace ma Percassi ha proprio sbagliato allenatore.
    Speriamo se ne renda conto al più presto.

  13. Scritto da REDS 65

    Colantuono, forse dipende da quanto è falso il passo … o no ?

  14. Scritto da il giudice

    Tre giorni filati senza sparare strampalate prediche il portodanzese non può farli.
    Le altre big a noi non interessano minimamente, qui o si vince oppure si torna a dorso di mulo al paesello in attesa del nuovo sbarco.
    Il capellone proprio non vuole capirlo che più esterna a questo modo e più si rende odioso, i Bergamaschi sono gente seria e buona, ma è meglio lasciarli tranquilli senza predicare a vanvera, per quello c’è già il vescovado e basta e avanza.

  15. Scritto da x giudice

    lei Tre giorni filati senza sparare strampalati commenti non può farli. se non dice la parola portodanzese non è felice.che esisti a fare? detto questo colantuono e giocatori si diano una svegliata. capiscano cosa stanno facendo e sistemino modulo e gioco. niente cose assurde e la A sarà nostrA…nostra…non dei gufi rosiconi

  16. Scritto da 1907/b

    che cosa ti aspetti da certa pseudotiforeria ?

  17. Scritto da 1907/b

    che certa tifoseria vorrebe nella rosa calciatori messi, ronaldo……….tutti bravi a fare i megalomani con i soldi altrui

  18. Scritto da 1907/b

    saprei io chi mettere in croce

  19. Scritto da 1907/b

    forsa ragassssi non abattiamoci, dai che ce la facciamo

  20. Scritto da il giudice

    @ 12 il saggio
    Lei uno di Anzio come lo chiama ? Tirolese !!
    Per il resto non la controbatto perchè ho di meglio da fare in questo momento.
    Anzi no, la smetta di predicare la lieta novella senza nemmeno una STRAMPALATA firma di comodo.