BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rifiuti campani in altre regioni? La Lega contro Fitto

No di Castelli alla richiesta ministeriale di un'intesa d'emergenza per smaltire parte dei rifiuti campani fuori dalla Campania.

Più informazioni su

Si riaccende la polemica sui rifiuti e la Lega torna sulle barricate. E’ scontro tra il Carroccio e il ministro per i rapporti con le Regioni Raffaele Fitto dopo la sua richiesta di un  accordo d’emergenza per smaltire parte dei rifiuti campani fuori dalla Campania, richiesta che ha raccolto subito il no del sottosegretario lumbard Roberto Castelli. ”Dobbiamo trovare un accordo con le regioni per affrontare la questione rifiuti in Campania” ha detto il ministro Fitto, al termine della conferenza Stato-Regioni. ”Abbiamo definito un percorso e ci siamo confrontati sul decreto varato oggi – ha aggiunto – abbiamo poi concordato di convocare un tavolo tecnico-politico entro martedi’-mercoledi’ prossimi per verificare la disponibilita’ delle regioni per quella parte dei rifiuti campani che eccedono alla disponibilita’ delle discariche”. Il ministro ha chiarito che l’accordo con le Regioni su questo punto avra’ valenza per un mese.
A stretto giro di posta la risposta del sottosegretario Castelli: ”Le dichiarazioni del ministro Fitto sulla necessita’ di un accordo con le Regioni per lo smaltimento dei rifiuti napoletani, destano gravi preoccupazioni. Dopo due anni in cui abbiamo speso centinaia di milioni (circa 600 milioni solo per bruciare i rifiuti in Germania) e aperto discariche e termovalorizzatori rischiamo di precipitare di nuovo nel passato”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ciccino

    Ma perchè continuate a dire Dalmine???
    Lo smistamento delle 700t di rifiuti della monnezza campana risalente all’estate 2008,sono state scaricate e smistate a Montello…dopodiche partivanoalla volta di Dalmine e Brescia.Tutto questo avveniva tra le ore una e le 5 della mattina in modo che la gente non vedesse niente e i camion con i loro cassoni ben puliti nei nostri autolavaggi alle ore 6 erano già in ripartenza per Napoli.
    E il nostro Umbertone non sapeva niene?o era il dazio per il federalis

  2. Scritto da rispettiamo la terra

    Ognuno deve essere resposabile e non deve scaricare le proprie mancanze ad altri.

  3. Scritto da mario59

    E’ chiaro che un paese moderno deve saper smaltire i suoi rifiuti riducendo il più possibile l’impatto con l’ambiente.
    Nessuno nega che la vicenda rifiuti di Napoli ormai si protrae nel tempo da anni.. solo berlusconi con l’ennesima presa per il c..o degli Italiani, ha voluto far credere che tutto era risolto..ghè pensi mì…ma ora il problema è più grande di prima, chiaramente in questa vicenda vi sono enormi responsabilità, da parte degli amministratori campani.
    (continua)…

  4. Scritto da aureliobelingheri

    SONO contrario alla richiesta del SIG. FITTO ma ricordo al SIG CASTELLI che in LOMBARDIA ,(REA-DALMINE)l’inceneritore riceve i rifiuti da VARESE E SONDRIO da tanto tempo, nonostante le decisioni prese a suo tempo dal SIG. FORMIGONI E SIG. CRISTIANI IN REGIONE che diceva che ogni provincia LOMBARDA doveva essere indipendente rispetto allo smaltimento rifiuti è solo in caso di guasto in altri impianti in regione scattava il piano di solidarietà.VARESE E SONDRIO COSTRUITE L’INCENERITORE! aurelioB

  5. Scritto da Libertà

    Se dobbiamo smaltire i loro rifiuti, smaltiamo anche loro (i napoletani) che almeno risolviamo il problema alla fonte

  6. Scritto da berghem

    Poi che altro dobbiamo fare?Devo girare direttamente parte del mio stipendio a una famiglia napoletana?Oppure gli devo pagare la settimana bianca xkè loro poverini non hanno la neve?Pensavo che il federalismo fosse ormai una priorità della politica….ma mi sbagliavo…l’unica soluzione è davvero una secessione!

  7. Scritto da ciro

    I Napoletani imparino prima di tutto a non gettare la monnezza dalla finestra e se proprio non riescono prima facciano la differenziata

  8. Scritto da Paolo Comi

    Scusate tutti.Napoli ha un sindaco che dovrebbe essere responsabile del comportamento dei suoi cittadini.Come mai i sindaci del nord fanno da anni una politica della raccolta differenziata,aggiudicandosi primati mentre invece tutto questo a Napoli non succede?Abbiamo abituato certe popolazioni che potevano fare quello che volevano perchè sarebbero state coperte dai politici.La pacchia è finita ed i nodi vengono al pettine.Imparino i napoletani a vivere come noi che differenziamo!

  9. Scritto da ugo

    A Dalmine, a Dalmine !
    Portate tutto a Dalmine !
    L’inceneritore della Lega attende con gioia il pattume di Napoli.

  10. Scritto da RIFIUTO I RIFIUTI

    vedremo ancora le comiche come la volta scorsa che arrivavano i camion pieni di rifiuti e scaricAno a DALMINE mentre i leghistinon volevano farli entrare cosi si creava caos sulle strade ma ALLA FINE I RIFIUTI TERRONICI SONO ARRIVATI BRUCIATI E SMALTITI E NOI DI DALMINE PRENDIAMO LO SMOG O I RIMASUGLI DI QUEL CHE BRUCIANO E IL COMUNE O I COMUNI LIMITROFI SI DIVIDONO I SOLDI.Comunque non cambierà nulla.
    VISTO che si tratta di salute voglio vedere se i coglioni del PACIPACIANA BLOCCHERANNO ì TIR

  11. Scritto da Mario

    Tranquilli i rifiuti arriveranno arriveranno, insieme ai piagnistei dei tromboni che faranno finta di protestare , di vietare ma alla fine tutto finirà come la volta scorsa.
    La Lombardia è terra generosa sempre pronta ad aiutare .

  12. Scritto da andrea padano

    Bossi basta accordi con il Berlusconi,ci vuole la secessione!!!
    Padania libera!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  13. Scritto da C.G.

    Domanda (purtroppo retorica): ma a Napoli c’è una raccolta differenziata che valorizzi il “rifiuto” a materia prima per l’industria????
    Perchè???? Per responsabilità di chi????? Per interesse di chi???
    La politica dovrebbe dare delle risposte.
    Pensate come nel resto d’italia la gestione di ciò che si ricava dai rifiuti sia diventato un bisness su cui sono nate tante aziende che danno pure lavoro a tanta gente. Non mi sembra che a Napoli siano tutti occupati!!!!