BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dieta Mediterranea è patrimonio dell’umanità

E' la prima pratica alimentare tradizionale al mondo ad essere iscritta nella lista del Patrimonio immateriale dell’umanità.

Più informazioni su

L’Unesco ha proclamato la Dieta Mediterranea patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Lo rende noto il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Giancarlo Galan, spiegando di essere stato “appena informato” dalla sua delegazione a Nairobi in Kenya, dove era in corso il dibattito del Comitato intergovernativo della Convenzione sul Patrimonio immateriale dell’Unesco.
“Questo prestigioso successo mi riempie d’orgoglio e di soddisfazione e rappresenta un traguardo storico per la nostra tradizione alimentare e per la cultura dell’intero Paese”, dice Galan in una nota. Il Comitato, riferisce il Ministero, ha accolto la candidatura della Dieta Mediterranea ed ha approvato all’unanimità la sua iscrizione nella lista del Patrimonio culturale immateriale dell’umanità.Nella lista terzo elemento italiano con pupi e canto sardo. La Dieta Mediterranea è la prima pratica alimentare tradizionale al mondo ad essere iscritta nella lista del Patrimonio immateriale dell’umanità. La candidatura era già presentata 4 anni fa da Italia, Spagna, Grecia e Marocco, ma era stata inizialmente bocciata in quanto per l’Unesco non erano soddisfatti i requisiti previsti dalla Convenzione del 2003 sul Patrimonio Immateriale dell’Umanità, per cui i 4 paesi decisero di ritirarla.
Nel maggio 2009, ricorda il Ministero, l’Italia ha ripresentato la candidatura insieme a Spagna, Grecia e Marocco, e Roma ha assunto il coordinamento del gruppo di lavoro internazionale, riscrivendo il dossier di candidatura e sottolineando il valore culturale della Dieta Mediterranea. Ad agosto 2010 era giunta una prima valutazione positiva dell’Unesco, con la quale era stata accertata la conformità della nuova candidatura con i requisiti previsti. Oggi la proclamazione.
La Dieta Mediterranea rappresenta il terzo elemento italiano presente nella lista del Patrimonio immateriale dell’umanità, insieme all’Opera dei pupi siciliani e al Canto a tenore sardo.Nella lista, istituita dall’Unesco del 2003, ci sono 166 elementi di 132 Paesi diversi. Il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali sta ora lavorando alle candidature per il prossimo anno de ‘L’arte della pizza napoletana’ e ‘La coltivazione ad alberello dello Zibibbo di Pantelleria’.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.