BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

340mila euro per una bottiglia di Whisky

il ?Macallan in Lalique Cire Perdue?

Più informazioni su

MILANO – Dall’unione fra la famosa distilleria Macallan e il leggendario artigiano del cristallo Lalique è nata una bottiglia assolutamente unica nel suo genere, appositamente realizzata a mano dai maestri vetrai francesi per celebrare il 150 anniversario della nascita di René Lalique e ispirata alla bellezza del paesaggio scozzese, all’interno della quale è stato racchiuso il più vecchio e raro whisky di puro malto mai prodotto dall’antica azienda nel nord-est della Scozia. E ieri il “Macallan in Lalique Cire Perdue” ((http://www.themacallan.com/home.aspx)) è stato battuto all’asta di Sotheby’s per 460mila dollari (oltre 340mila euro), finiti nelle casse della “charity water” (http://www.charitywater.org/), un’organizzazione no profit che si occupa di fornire acqua pulita alle nazioni in via di sviluppo.
COMPRATORE SCONOSCIUTO – Sconosciuta l’identità del compratore, si sa solo che l’offerta vincente è stata fatta da una donna. Negli ultimi otto mesi il prezioso decanter ha girato il mondo, in un tour che l’ha portato da Parigi a Madrid, passando per Londra, Mosca, Seul, Hong Kong, Johannesburg, Taipei, Shanghai, Singapore e Tokyo, fino all’approdo definitivo a New York, dove si è tenuta la vendita. «Abbiamo ottenuto una risposta eccezionale per questa bottiglia così rara e speciale – ha ammesso David Cox, direttore della divisione “Fine and Rare Whiskies” per Macallan – e siamo assolutamente elettrizzati dalla cifra che abbiamo raggiunto e che ha polverizzato ogni precedente record per il più caro whisky al mondo».
WHISKY ANTICO – L’eccezionalità dello scotch whisky in questione è stata data dalla lavorazione con 21 alambicchi di rame battuto a mano e dalla conservazione in tre botti di rovere di sherry spagnolo stagionate, riempite nel 1942, nel 1945 e nel 1946. In precedenza, il più vecchio Macallan prodotto dalla distilleria aveva 60 anni: distillato nel 1926 e imbottigliato nel 1986, ne esistono solo quattro bottiglie al mondo.
I PRECEDENTI – Ma questo prezioso decanter è solo l’ultima delle spese folli che si possono fare, portafoglio permettendo. E un giro in rete ci ha permesso di stilare una sorta di “classifica delle meraviglie”. Eccola:
– Il vestito da sposa creato dallo stilista Lorenzo Riva per una principessa indonesiana: tempestato con 250 carati di diamanti, costa 2 milioni di euro.
– Il collare “I Love Dogs Diamonds” che, lo si capisce già nel nome, ha una serie di brillanti incastonati e costa 1,3 milioni di euro
– La bottiglia di Cognac Grande Champagne: liquore invecchiato 100 anni e contenuto in una bottiglia rivestita in platino e oro 24 carati, decorata con 6500 brillanti, opera del gioielliere Jose Davalos. Valutazione: circa 1,1 milioni di euro
– La penna MontBlanc e Van Cleef & Arpels è composta da 840 diamanti e 20 carati di pietre preziose. Costo: circa 560mila euro
– La borsa Chanel Diamond Forever in coccodrillo, oro bianco e quasi 350 diamanti. Prezzo: oltre 200mila euro
– La tv realizzata da una ditta italiana con 20 carati di diamanti incastonati in oro bianco. Non leggerissima sia nel peso (40 kg) che nel prezzo (100mila euro)
– La scarpa-gioiello di René Caovilla, con cobra tempestato di pietre preziose per un totale di 20 carati. Prezzo: 91mila euro
– Il gatto Ashera, creato su misura in laboratorio, che costa fra i 15mila e i 19mila euro

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.