BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una guida per i film che “non vi fanno vedere”

Curatore del libro il regista varesino Carlo Prevosti: “Una sorta di guida al cinema che non c’è, dettagliata e parziale”

Più informazioni su

Dispersi, i film che non vi fanno vedere”. È il titolo del libro che vede tra gli autori Carlo Prevosti, recente vincitore del Festival del cinema sportivo, che ha scritto per edizioni Falsopiano il curioso libro, curato insieme alla redazione della rivista on line www.hideout.it di cui è vicedirettore. Una sorta di “guida al cinema che non c’è”, le cui presentazioni sono state fatte sia a Varese che a Milano.
«Ogni anno, nel mondo, vengono prodotti circa 25.000 film. Di questi, meno di 500 vengono distribuiti in Italia –  spiegano gli autori -. Su questo dato la webzine Hideout ha iniziato un lavoro di ricerca e analisi del cinema che non c’è ovvero di quei titoli, che pur interessanti e/o commerciali, non hanno trovato distribuzione nel nostro Paese. Hideout ormai da anni cerca di pescare dal mare dei titoli non distribuiti i film più validi da recuperare. Prima una sezione del sito, poi un blog e quindi una rassegna di successo iniziata nel 2008 a Milano e ora arrivata alla sua quarta edizione, in collaborazione con ItaSA (Italians Subs Addicted), la community italiana dei sottotitoli, e l’associazione culturale milanese La Scheggia».
 
Il libro è un’utile e dettagliata rassegna in grado di proporre 100 titoli mai distribuiti in Italia, suddivisa in 10 capitoli e completata da 10 approfondimenti tematici. Film dispersi, ma non introvabili, recuperabili attraverso in rete: per ogni scheda, i titoli proposti sono presentati attraverso una recensione, curiosità, una breve biografia del regista, i premi vinti, le indicazioni per l’acquisto del Dvd, le eventuali differenti edizioni in vendita, e, se disponibili, dove recuperare gratuitamente i sottotitoli in italiano.
«Una guida pratica, una selezione ovviamente parziale ma efficace – concludono gli autori -, per conoscere meglio la proposta cinematografica mondiale, con un occhio sempre ben aperto al mercato italiano. Negli approfondimenti tematici, infatti, sono stati inseriti interventi esterni del regista italiano Mirko Locatelli, dell’esercente milanese Antonio Sancassani, della community dei sottottitolatori ItaSA, del distributore Officine Ubu e della community di file sharing TNT».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.