BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Tremaglia, perchè rinnegare i vecchi ideali?”

Un lettore segnala un commento apparso su Il Giornale che richiama la storia del parlamentare bergamasco.

Più informazioni su

Esimo direttore,
mi rivolgo a lei in quanto la sua fama, di giornalista equidistante dai vari schieramenti politici, la precede.
Vorrei sottoporre a lei e a tutti i suoi numerosi lettori una riflessione pubblicata da IL GIORNALE di Vittorio Feltri, che trova qui di seguito riportata. Sarebbe costruttivo capire cosa ne pensano i miei concittadini Bergamaschi e cosa hanno da dire in merito. Certo che Il mio Appello verrà da lei colto, e che non perderà l’ occasione per dimostrare ancora una volta che la sua è una Voce LIBERA nel panorama dell’informazione italiana colgo l’occasione per porgerle i miei più cordiali Saluti
Mattia A. Baldis

"Caro Tremaglia da Salò, come puoi perfino tu rinnegare i vecchi ideali?
di Gianfranco de Turris

Egregio onorevole Mirko Tremaglia, lei ha concluso il suo intervento allo storico incontro di Bastia Umbra con un «alla faccia di Berlusconi!», facendo venire giù il fastoso e tecnologico teatro (già, ma chi ha pagato tutta quella berlusconiana grazia di Dio?) per gli applausi. 
La cosa mi ha lasciato un po’ perplesso. Forse alla sua veneranda età ha dimenticato un particolare non proprio trascurabile. È solo grazie al disprezzato Berlusca che lei, un «ex ragazzo di Salò», è potuto assurgere ai fasti di un ministero ancorché senza portafoglio nel 2001-2006; e per di più l’abominevole uomo di Arcore la difese quando veniva accusato di aver fatto giungere al governo il primo «ex repubblichino» nella storia della Repubblica italiana «nata dalla resistenza». Ed è grazie a questa insperata poltrona che lei è riuscito a coronare il sogno della sua lunghissima vita: quello di concedere il voto agli italiani all’estero, benché con una legge tanto pessima nel suo meccanismo e nella sua attuazione pratica che riuscì a portare – con sospetto di brogli – più voti al centrosinistra che al centrodestra nelle elezioni del 2006, contribuendo concretamente a far vincere l’Ulivo di Prodi & C. Nonostante ciò, non venne cacciato a pernacchie dal centrodestra medesimo. 
Oggi, dunque, onorevole Tremaglia, lei prorompe in un «alla faccia di Berlusconi!» per lasciare il Popolo della libertà e passare a Futuro e libertà. Benissimo. Ma si è mai chiesto chi è che guida il Fli? Non sarà per caso quel signore che ha portato lei e tanti altri in questo stesso Pdl sciogliendo Alleanza nazionale, e con questo Pdl vincere le elezioni del 2008 e farla rieleggere in Parlamento? Forse sì. E illustre onorevole, caro, vecchio, smemorato «ragazzo di Salò», padre di quell’unico e insostituibile Marzio che il fato ha sottratto a lei e a noi troppo presto, non si ricorda per ipotesi cosa questa guida, questo condottiero, questo duce democraticissimo, ha affermato in merito a certi argomenti ai quali lei dovrebbe essere particolarmente sensibile? Ad esempio, il fascismo: «Fu il male assoluto», ebbe a dire nel 2003. 
Ad esempio, rincarando la dose, la Repubblica sociale nelle cui file armate lei militò: «Una pagina vergognosa della storia italiana». E infine, per chiudere degnamente il cerchio: «L’antifascismo è un valore» e sinonimo di democrazia, e la resistenza anch’essa lo fu, a parte qualche trascurabile eccezione che voleva farci diventare un Paese stalinista. Però, nonostante tutto, come costui ha scritto all’Anpi di Bologna pochi giorni fa, «commemorare gli eroici combattenti partigiani che si opposero ai rastrellamenti degli antifascisti è un dovere delle istituzioni». 
Onorevole Tremaglia, devo dedurre che anche lei la pensi ormai così, nonostante che a tali rastrellamenti magari ha pure partecipato. Sicché, non ritiene, onorevole fillino, che suo figlio Marzio, che quale assessore alla Cultura della Regione Lombardia volle creare – forse anche pensando a suo padre – un istituto per la storia della Rsi, oggi diretto dal professor Roberto Chiarini, si stia rivoltando nella tomba?"

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da walter semperboni

    per miky,sono il portavoce di me stesso e mi basta

  2. Scritto da Michy

    @27 Non sapevo fossi il portavoce della famiglia. Adesso sappiamo che solo il mitico Mirko ha cambiato idea. Grazie della notizia. Per FB non ti spio il problema è che hai tanti di quelli amici che FB continua a propormi la tua amicizia.

  3. Scritto da Il Gallo

    Condivido pienamente i contenuti della lettera, e mi complimento col sig. Gianfranco de Turris, ho l’impressione che Fini e la sua cricca siano gli esperti degli 8 settembre, chiaramente con le dovute proporzioni. Partire da una parte ed arrivare dall’altra.

  4. Scritto da mario 56

    @9
    Anche io vorrei sapere notizie da casa Tremaglia: il nipote candidato PDL che fa? il genero pirata che fa? Insomma questi fanno cadere il governo, ci impongono la candiatura di un consiglere alla regionale e adesso stanno zitti? fateci sapere?

  5. Scritto da Michy

    ma il walter seriano che aveva le foto di casa tremaglia e adesso su facebook mette la foto con russa ha cambiato ancora bandierina?

  6. Scritto da FRANCESCO

    TREMAGLIA SI DEVE VERGOGNARE DI AVER PRESO IN GIRO PER 40 ANNI GLI ELETTORI DI BERGAMO CHE LO HANNO MANDATO IN PARLAMENTO A DIFESA DEI PRINCIPI SACROSANTI DELLA DESTRA COME LA DIFESA DELLA FAMIGLIA NATURALE ,CONTRO L’EUTANASIA, LA SALVAGUARDIA DELL’IDENTITA’ CRISTIANA DEL NOSTRO PAESE,LA CONTRARIETA’ AI MATRIMONI GAY ETC ETC …TUTTI PRINCIPI TRADITI DA FINI.
    IL POVERO MARZIO SI RIVOLTER’ VERAMENTE NELLA TOMBA!

  7. Scritto da Gian Mario

    Tremeglia è dalla legge sul voto agli italiani all’estero che mette in crisi il governo , rappresenta la vecchia classe dirigente col sedere incollato alla poltrona con la mille chiodi che pur di restarvi incollato !!!

  8. Scritto da eugenio l.

    si parla tanto di ricambio generazionale ma Tremaglia è quello con il c…. sulla poltrona da 50 anni ed ha ingessato il partito per lungo tempo..ha fatto una legge che ci ha fatto clamorosamente perdere le elezioni, ha candidato un nipote che non si è mai visto prima…
    forse è meglio che se ne sia andato in fli

  9. Scritto da gitantedomenicale

    Un uomo deve essere innanzitutto fedele ai propri principi e ai propri valori nel contesto di quello che conosce. La fedeltà cieca e acritica a un “capo” non è un valore di destra. Quali sarebbero i vecchi ideali incarnati da PdL? La difesa della famiglia (i comportamenti valgono più di mille leggi)? La salvaguardia dell’identità cristiana (il dio Po dove sta esattamente nella cristianità?) Non vedo valori nel PdL, sono “atteggiamenti” e business.

  10. Scritto da mino

    mino
    All’on. Tremaglia vorrei dire, con rispetto per la Sua età, che farà perdere tanti e tanti voti al suo ex partito. Non vale la pena ricordargli che se in passato veniva onorato per il suo passato e per la sua coerenza, oggi “mutatis mutandis” si é adeguato ad un costume che purtroppo molti nostri politici hanno totalmente dimenticato: serietà e correttezza nei confronti di chi li ha votati. Ciò che sbalordisce é che si troverà alleato a tanti ex pci, oggi democratizzati ma eterni suoi…

  11. Scritto da Claudia

    Sig Tremaglia, conservi il rispetto che molti le danno e non lo perda: dia le dimissioni da parlamentare subito tanto tre mesi in piu’ non le cambiano la vita.

  12. Scritto da Silvio

    Ma il nipote GENERAZIONE PDL cosa ne pensa? dove andra’? questo silenzio non mi piace, coraggio vogliamo chiarezza

  13. Scritto da M. Preda

    @1
    Vedo che Lei non ha capito il senso della lettera.
    Che c’azzeccano gli …. che non sbagliano mai con il senso della riconoscenza verso chi ti ha sdoganato dagli ….. (questo si) dell’ex arco costituzionale, facendoti diventare ministro della repubblica, in quella repubblica dove da tempo siedono ex comunisti e partigiani rossi?

  14. Scritto da Opportunisti

    Il Carminati confonde i principi di coerenza con lo stravagante ed opportunistico concetto che solo gli imbecilli non cambiano idea.
    Troppo comodo sig. Carminati: un uomo che nella vita ritiene di aver sbagliato ideale, deve sparire e stare zitto per sempre. Il riciclarsi è veramente vergognoso, ma questo, dal suo intervento, sig. Carminati, si evince non far parte della sua cultura. Il sig. Fini , come Tremaglia, sono semplicemente squallidi opportunisti come i tanti partigiani prima fascisti

  15. Scritto da Camicia rossonera

    Quanta verità in quella lettera, e che fine ingloriosa del ragazzo di Salò. Ha perso l’onore e l’età avanzata non lo giustifica.
    Sembre un fascista dell’ultima ora che, cambiato il vento, ha cambiato la camicia: da nera in rossa.

  16. Scritto da sfruttatomissino

    40 anni con i voti dei bergamaschi per fare gli affaracci suoi !!! una vergogna mai dato niente al partito militante sempre solo per lui, anche a costo di passare sopra il proprio gene pur di raccimolare un posto in lista a 82 anni altro che SAlo’ da ministro neanche un bergamasco ha portato certo ha saputo bene aiutare fini a sdoganarsi con il marchese TErzi vergogna sempre afafri loro , ed il nipote? pronto a sfruttare la mediaticità del nome sarà cosi anche nei contenuti vergogna

  17. Scritto da saviano

    Ma sbaglio a dire che questo tremaglia voleva mettere in regione lombardia suo nipote’ ” baby “Che coraggio a parlare di valori quando non conoscono ancora la meritocrazia certi personaggi. Alla faccia dei valori.

  18. Scritto da luciano

    Evocare il disprezzo dei figli che non sono più per colpire i padri, non trovo niente di più spregevole di questo. Feltri si merita la considerazione che di lui hanno a maggior parte degli italiani. Tremaglia, non ti curar di loro, come diceva la Tmaro “Va dove ti porta il cuore”. Fondamentale per un uomo è essere coerente con se stesso. Un uomo di destra non potrà mai essere belusconiano, a quel ruolo lasciamo i servi.

  19. Scritto da claudio carminati

    @11 Mi inchino alla sua coerenza e al fatto che, così si evince, lei non ha mai cambiato idea nella sua vita.Diverso è il discorso per quanto riguarda i voltaggabana e i”Poltronatutticosti” che anche a me non piacciono. Ho più clemenza per i novelli Paolo di Tarso.

  20. Scritto da Marco Cimmino

    Mi perdoni, caro Luciano: se un uomo di destra non potrà mai essere berlusconiano, com’è che Tremaglia ha seguito Fini dritto tra le braccia di Berlusconi, finchè a Fini ha fatto comodo tifare PdL? Guardi che An con Berlusconi ci si è perfino fusa e che il segretario non era Mieville o Rauti. Cos’è, essere di destra a corrente alternata o essere berlusconiani quando fa comodo? Quelli di destra che non sono mai stati berlusconiani vanno cercati altrove: non nei salotti buoni del palazzo.

  21. Scritto da v 46

    Ma Tremaglia ci è stato nell’appartamento di Montecarlo?? E Fini che diceva che si dimetteva ? Che fine ha fatto.

  22. Scritto da Marco Cimmino

    Inoltre, l’articolo non è di Feltri: capisco che il misofeltrismo possa far attribuire a lui qualunque colpa, dalla Shoah al fatto che piova, ma l’articolo è di GdT. Il quale GdT, per chi non lo sapesse, è un giornalista che, pur essendo di destra, è sempre stato odiato più a destra che a sinistra, per il fatto di essere un assoluto galantuomo, che scrive quel che pensa. Tant’è che è l’unico in Rai a non aver fatto carriera a colpi di marchetta. Si ascolti “L”Argonauta” su Radiouno: merita.

  23. Scritto da luca

    ma tremaglia junior questa estate ha fatto le vacanze a motecarlo?

  24. Scritto da va dove ...

    @14 luciano
    Era Berlusconiano quando gli faceva comodo per diventar ministro della repubblica? Non “va dove ti porta il cuore”, ma va “dove ti porta il portafoglio”. SQUALLIDO ED OPPORTUNISTA.

  25. Scritto da Clemenza di comodo

    @15
    Scommetto che se Tremaglia non avesse dimostrato che solo gli stupidi non cambiano idea, lei, caro Carminati, non avrebbe perorato la causa. Un bell’esempio di opportunismo strumentale suo. Io mi inchino alla sua incoerenza, altro che clemenza per i novelli Paolo di Tarso

  26. Scritto da pensionato

    l’on.le tremaglia effettivamente farebbe bene a farsi da parte. appena dichiaratosi aderente a fli, ha addotto come motivazione il fatto che berlusconi non lo avesse coinvolto nella creazione dei circoli del pdl all’estero, non pago di avere creato solo grazie a berlusconi una legge in attuazione di un’ideale astrattamente valido (riconoscere con il voto l’importanza degli italiani all’estero) ma nella pratica rivelatosi un’idiozia totale nonché un ulteriore sperpero di danaro pubblico..

  27. Scritto da walter semperboni

    Caro Michy,io per il Grande Mirko Tremaglia e per tutta la Famiglia Tremaglia,Corsaro compreso,hò un rispetto dovuto al fatto che hò avuto contrapposizioni poi ragionate da uomini;io non andrò mai con fini e non tutta la famiglia Tremaglia è andata ma solamente Mirko,che comunque io hò nel mio cuore..detto questo,io non son nessuno e non capisco il perchè mi spii su fb,la mia forza è il presentarmi con la mia faccia e preseguire l’onestà cosa che tu non hai e me ne sdispiace per te!!!

  28. Scritto da il giudice

    Ma basta, tutte queste strampalate lettere scritte o richiamanti a notabili deputati che per il troppo buon tempo si intrufolano spavaldamente ovunque gli si concede asilo e visibilità.
    E poi Tremaglia, bisogna sapere quando fare un passo indietro, ed il suo presenzialismo costante in adunate sempre più minori ed inutili è triste a vedersi, e solo per rispetto della sua veneranda età non mi dilungo oltre.

  29. Scritto da claudio carminati

    Solo gli imbecilli non si sbagliano mai. (Charles De Gaulle).

    l’onorevole TREMAGLIA certo non lo è, e così Fini e TUTTI coloro che ammettono, in qualsiasi campo, d’essersi sbagliati o, quelli che (magari dopo una profonda riflessione) hanno semplicemente cambiato idea.
    Poi possiamo, serenamente, discutere sugli ideali e sui valori della destra, della sinistra e di tutti quanti.

  30. Scritto da delusissimo

    claudio carminati dimentica che fini e tremaglia devono tutta la loro carriera politica agli elettori che avevano queste idee “sbagliate”. su queste idee sbagliate hanno fondato la loro carriera politica !!!! e, per inciso, e’ solo grazie a berlusconi ce l’uno e’ divetato prima ministro degli esteri e poi pres della camera e l’altro ministro!!! ma almeo si fossero dimessi!!! coereza e lealta’ e anche rispetto degli elettori on fanno piu’ parte delle loro idee giuste!!!!!