BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ruberemo voti anche alla Lega Doppia poltrona, Pirovano merita un 3” fotogallery

Fabio Belotti: "Stiamo crescendo, la porta ?? aperta agli ex di An. Nel Carroccio c'?? chi inizia a capire che certe istanze non si concretizzano mai. Vere le parole di Saviano sulle mafie. Il doppio incarico di Pirovano ?? ci?? che vorremmo non vedere pi??".

Si è conclusa l’intervista del direttore Cesare Zapperi a Fabio Belotti, coordinatore provinciale di Futuro e Libertà a Bergamo.

Guarda il video

Guarda l’intervista al segretario provinciale della Lega Nord Cristian Invernizzi

Guarda l’intervista al coordinatore provinciale del Pdl Carlo Saffioti

Zapperi: abbiamo ospite il coordinatore provinciale di Futuro e Libertà, creatura politica di Gianfranco Fini. C’è grande curiosità di sapere cosa è questa creatura, soprattutto a livello locale. A livello nazionale vediamo Fini, Bocchino, Granata. Ma a Bergamo? Ecco l’idea di invitare qui il coordinatore provinciale Fabio Belotti. Gli chiediamo anzitutto chi è? Da dove salta fuori?

Belotti: grazie, io sono coordinatore provinciale di Generazione Italia e aderente ai primi passi di Futuro e Libertà. Per Fli la fase costituente sarà a gennaio a Milano il 14,15 e 16 gennaio. In questo momento il partito non esiste, ma il referente a livello provinciale sono io. Io provengo da Brescia, dal Movimento sociale negli anni ’90, dove da 15enne mi occupavo di attacchinaggio e volantinaggio, e sono stato poi consigliere provinciale del partito. Da sempre finiano, da sempre vicino all’onorevole Cristina Muscardini.

Zapperi: lei diceva Brescia, cosa c’entra con Bergamo?

Belotti: mio padre bergamasco, sono nato a Sarnico, sono sette anni e mezzo che vivo a Bergamo.

Zapperi: aveva lasciato un po’ perdere l’impegno politico negli ultimi anni?

Belotti: ho un’amicizia personale con molti esponenti Msi, An, Fli. Ad esempio Adolfo Urso o l’onorevole Cristina Moscardini. Ho abbandonato per un certo periodo la politica a seguito della nascita dei miei tre figli. E oggi che sono un po’ più grandicelli ho ripreso le redini di questa grande avventura.

Zapperi: ma come nasce questo nuovo impegno?

Belotti: è nato attorno alla metà di maggio, quando generazione Italia aveva bisogno di referenti sul territorio. Ricevo telefonata da Fabio Granata e dalla Moscardini. E diciamo che non m
i è dispiaciuto. Ero da tanti anni nella politica attiva

Zapperi: quali sono stati i suoi primi atti?

Belotti: mi piace molto discutere e incontrare le persone, magari anche litigare. Ci sono baldi giovani in Fli che gestiscono in modo egregio i mezzi di comunicazione di oggi, come Facebook. Ma io prediligo la territorialità. I gazebo sono la cosa che preferisco. Siamo stati spesso in centro a Bergamo da giugno in poi.

Zapperi: adesso sono previsti a Bergamo appuntamenti con Bocchino, Granata, Bonfiglio…

Belotti: sì, domenica 28 novembre in piazza Pontida. Piazza con significato storico. Ci saranno importantissimi esponenti politici, ma nessuno terrà un intervento politico. Si parlerà di unità nazionale, che non è né di destra né di sinistra.

Zapperi: lei diceva di esser stato nel Msi e in An. E’ stato anche nel Pdl?

Belotti: non mi sono mai riconosciuto nel Pdl. L’arrivo del Pdl ha coinciso con la mia sospensione dell’attività politica.

Zapperi: quindi Fini commise un errore nel fondare il Pdl?

Belotti: aveva certamente convinzioni diverse da oggi. Pensava davvero di costruire un grande partito nazionale di centrodestra. Purtroppo non ha trovato un grande interlocutore e c’è stata poi la grande cacciata. Perché ricorderei che il 29 luglio del 2010 è stato cacciato in modo bulgaro.

Zapperi: quello però per molti è l’epilogo. Per molti Fini e altri suoi sostenitori avevano iniziato ben prima…

Belotti: ma questa è l’anima della politica. Prendere critiche come affronto personale è sbagliato. Doveva esserci qualcuno che prendeva quelle critiche e le elaborava.

Zapperi: forse non ha del tutto torto chi dice che avete scoperto i difetti di Berlusconi molto tardi, visto che lo frequentavate da 15 anni…

Belotti: l’aspetto più emblematico si è concretizzato negli ultimi anni. Lodo alfano, intercettazioni. Ecco poi, sulla casa di Montecarlo, di quella sanno tutto tutti in tutta Italia. Ma il caso dei rapporti tra il coordinatore nazionale del Pdl Denis e Flavio Carboni, la cosiddetta P3, è conosciuto solo dal 10 % della società. E forse è più rilevante.

Zapperi: ma scoprire che Berlusconi è una specie di oligarca, che ha fatto scelte anche grazie ai voti di An, è un po’ tardivo. Qual è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso?

Belotti: i media, la cittadinanza, il popolo, vengono a conoscenza di questa situazione, quest’anno. Ma questa situazione viene da molto prima. Però per il grande senso di correttezza istituzionale di Fini si è sempre parlato e dialogato cercando di farla capire a Berlusconi. Ma si è arrivati ad un certo punto dove ci si scontrava con un muro di gomma e poi la gomma è scoppiata.

Zapperi: il dado è tratto, le storie politiche e personali si sono separate in modo molto netta e ora vi avviate a fondare il partito. E cominciano ad arrivare anche le prime adesioni di persone che hanno fatto politica anche in altri movimenti. Fa discutere ad esempio l’adesione di Agostino Lenisa, attuale sindaco di Sedrina. Ha iniziato nella Lega, poi ha fatto altre scelte (la Lega rimarca che è stato il Carroccio a metterlo fuori…). Qualche lettore rimarca una figura non proprio limpidissima. Non c’è il rischio che arrivino sul carro persone di varia umanità?

Belotti: bhè il partito è in crescita, il rischio c’è. Qualcuno che voglia salire sul carro c’è. Noi staremo attenti a capire quali sono gli interessi, le aspettative, i valori di chi vuole venire da noi.

Zapperi: quindi lei a Lenisa ha chiesto bene queste cose?

Belotti: Lenisa ha i valori che noi cerchiamo di rappresentare e ci sembrava corretto accettare il suo ingresso, come primo sindaco bergamasco in Fli.

Zapperi: ma prendete un po’ tutto?

Belotti: diviso il movimento in quattro categorie. La prima è la costituzione di generazione italia, dove molta gente è entrata subito a far parte con le istanze di Fini; la seconda la identificherei tra Mirabello e Perugia, altrettanto valevole dal punto di vista della moralità politica; la terza categoria è quella post Perugia e qui iniziamo ad avere difficoltà dal punto di vista della moralità politica…

Zapperi: ma lei ha avvertito un interesse crescente?

Belotti: dopo Perugia sì, soprattutto da parte di gente Comune.

Zapperi: non si può dire che Fini non goda di buona stampa?

Belotti: gode sicuramente di buona reputazione…

Zapperi: sì ma per molti è colui che può togliere la sedia a Berlusconi, forse in tanti si avvicinano anche per questo, per far fuori il “dittatore” come viene definito.

Belotti: dopo Perugia sabato abbiamo avuto un gazebo in via XX Settembre. E’ arrivata un sacco di gente che in realtà di politica non si è mai occupata. Era gente comune, con un successo straordinario.

Zapperi: ma le persone che si avvicinano a Fli da dove vengono? Dal Movimento sociale, da An, dal Pdl, da dove vengono?

Belotti: arriva chi con senso critico ha iniziato a interpretare la realtà degli ultimi mesi e ha capito che qualcuno ci sta prendendo in giro. Vedo anche parte della Lega Lombarda che inizia a capire che non si concretizzano molte istanze portate avanti dalla Lega. Poi c’è grossa fetta di assenteismo e astensionismo che rivede in Fini un ritorno alla Legalità alla moralità, al senso civico, allo stato, alle istituzioni, al tricolore…

Zapperi: ma quanti sono i delusi in percentuale?

Belotti: io direi tre su 10

Zapperi: quindi una buona percentuale. Però ci sono persone che non hanno mai avvicinato la politica e lo farebbero per la prima volta.

Belotti: assolutamente, i miei collaboratori sono così, giovani che entrano ora in politica. Fino ad oggi la politica è stata bravissima ad allontanare soprattutto i giovani. Noi vorremmo ripartire da loro.

Zapperi: impazza e impazzerà sempre più il ragionamento sulla campagna acquisti. Chi altro si sta avvicinando a Fli?

Belotti: Fabio Foglieni, consigliere comunale di Bolgare, è passato con noi. Manca la comunicazione ufficiale in consiglio.

Zapperi: ma nel Pdl e nella Lega c’è qualcuno interessato a Fli o no?

Belotti: non ne so uno.

Zapperi: è vero?

Belotti: vero.

Zapperi: ma si augura che qualcuno venga da lì?

Belotti: mah…la delusione avuta da Fini da quando è iniziato questo percorso di distacco è forte. Gente che deve la sua vita politica a lui l’ha tradito…

Zapperi: ma a Bergamo allora il 99% degli ex An è traditore? O è Fini che ha tradito? Tremaglia si è ritrovato solo a Bergamo. Che sensazione ha lei?

Belotti: il potere nell’istituzione coinvolge di più dell’idea politica.

Zapperi: la poltrona, traduciamo così?

Belotti: traduce bene.

Zapperi: ma rispetto ai bergamaschi finiani doc di Bergamo, o ex finiani, lei come si spiega che non seguono Fini?

Belotti: penso che abbiano perso molte occasioni di confronto e riflessione.

Zapperi: ma loro dicono di essere coerenti rispetto al Pdl e rispetto agli elettori

Belotti: ma bando a polemiche e tradimenti. Se vogliamo parlare davvero di politica credo che il distacco di Fini e Fli sia stato doveroso. Perché non era più possibile continuare con politica di leggi ad personam, una politica di grandi numeri sulla carta, poi in realtà non si fa nulla. Si faccia davvero qualcosa per la piccola e media impresa…E invece si guarda tutto dal punto di vista globale senza far nulla.

Zapperi: ma torniamo all’aspetto locale. Se Franco Tentorio o Alessandra Gallone volessero entrare in Futuro e Libertà li accoglierebbe a braccia aperte?

Belotti: io abbraccio solo mia moglie. Credo che in primis dovrebbero parlare con il presidente. Prima parlavo di categorie in ingresso in Fli. Quelli della prima e seconda categoria sono davvero quelli che meritano. Chi vuole entrare dopo sappia di entrare dietro chi è già in prima linea a lavorare…

Zapperi: banalizzo, dovrebbero stare in castigo almeno un giro per rispetto a chi ha creduto in Fli fin dall’inizio…

Belotti: ma la capacità deve essere quella di approfittare di questa situazione anche per un ricambio generazionale, per non vedere più le stesse facce.

Zapperi: non che quello di Fini sia già un volto noto

Belotti: ma la colonna vertebrale deve essere quella di chi sa già far politica.

Zapperi: quindi lei dice che intorno a lui ci può essere un grande rinnovamento. Ci sarà anche una tornata amministrativa importante nella prox primavera. Quindi ci saranno volti nuovi?

Belotti: sarà il primo vero banco di prova, tentando di inserire persone nuove nei Comuni dove si andrà a votare.

Zapperi: a Treviglio ci sarete?

Belotti: certamente, c’è già il coordinatore, Giorgio Fabbrucci.

Zapperi: ma a Treviglio andrete da soli, con altri…?

Belotti: attualmente è una domanda un po’ difficile. Deve essere chiaro che noi siamo un partito di centrodestra, si è chiesto un nuovo governo con un allargamento all’Udc e all’Api di Rutelli, per fare delle riforme. Ma siamo di centrodestra.

Zapperi: è evidente che un tema di alleanza ve lo dovete porre

Belotti: certamente ce lo siamo posti.

Zapperi: a meno che voi non pensiate di svuotare il Pdl, dato che i sondaggi vi danno all’8%.

Belotti: sono convinto che cresceremo ancora di più dal momento in cui Fini potrà fare politica sul territorio. Dove raccoglieremo più voti sarà soprattutto al Nord, nella Lega. Portiamo avanti istanze che la gente riconosce come fondamentali.

Zapperi: resta sorprendente come tutta l’anima di An bergamasca non si riconosca per nulla in Fli. Chi amministra ok, ma perché i militanti non fanno un passo verso Fli? Lo faranno domani?

Belotti: probabile. Posso dirle che abbiamo una buona media giornaliera di iscritti. E posso dirle che il 70% sono missini.

Zapperi: quindi le pecorelle tornano all’ovile piano piano?

Belotti: non solo ex An. Abbiamo una grande sfera di possibilità. Ci sono tante altre persone che entrano e che arrivano da posizioni quasi opposte.

Zapperi: anche Fini di idee ne ha cambiate parecchie…

Belotti: solo gli stolti non cambiano idea.

Zapperi: guarda caso si potrebbero trovare alleati Fini e Rutelli, gli avversari candidati sindaco di Roma di quel 93 in cui Berlusconi prese posizione per Fini…

Belotti: li potremmo vedere insieme solo per grandi riforme. Ma vederli insieme più avanti, magari per le politiche, questo non lo sappiamo.

Zapperi: ci avviamo a concludere. Che voti da agli amministratori bergamaschi di Pdl e Lega?

Belotti: all’Amministrazione comunale di Bergamo una sufficienza. Al sindaco un 6 meno meno. Vedo un certo immobilismo. E’ vero che chi non fa non sbaglia, ma…A Bergamo si potrebbe fare molto di più. Ad esempio sulla sicurezza. Per le famiglie si potrebbe fare molto di più. A Parma ad esempio, parte delle risorse destinate ad un qualcosa di inutile, potrebbero essere destinate ad una sorta di quoziente familiare locale.

Zapperi: quindi certe politiche di sicurezza così definita non la convolgono molto. A Bergamo si punta molto su via Quarenghi?

Belotti: va monitorata, ma non credo che il 15% del bilancio comunale possa essere destinato a via Quarenghi, per fare un esempio.

Zapperi: e dell’Amministrazione provinciale cosa dice?

Belotti: è stato ottenuto un finanziamento sulla variante di Zogno, un bel risultato. Vedremo.

Zapperi: ma che voto dà?

Belotti: un cinque, un cinque e mezzo ecco. L’impronta leghista ha la sua valenza, perché è molto irruente nei confronti delle istituzioni. E anche qui quell’impronta porta a immobilismo. Vale anche per il governo. Il governo Berlusconi è in realtà un governo Bossi, che in realtà impedisce di portare avanti e istanze e riforme.

Zapperi: un giudizio insufficiente alla Provincia. Al presidente Pirovano?

Belotti: Pirovano rappresenta ciò che combattiamo da mesi. Per il suo doppio incarico si merita un bel 3. Vogliamo la modifica della legge che garantisce due incarichi.

Zapperi: lui dice e sottolinea di prendere solo uno stipendio

Belotti: resta comunque inaccettabile.

Zapperi: ma dovrebbe dedicarsi al presidente della Provincia o parlamentare?

Belotti: sembrerebbe più orientato alla Provincia perché qui nessuno gli romperebbe le scatole, così dice lui. Quanto alla politica della Provincia molti costi elevati hanno portato ad una cattiva gestione della macchina provinciale. Ma anche qui ritorno a Fini, che proponeva abolizione delle province, al quale la Lega si è assolutamente opposta.

Zapperi: lei abolirebbe le province?

Belotti: assolutamente sì. Ma anche qui, solito discorso. Le poltrone sono davvero molte. Mi permette un’ultima battuta?

Zapperi: prego…

Belotti: vorrei citare le parole di Roberto Saviano sulle infiltrazioni mafiose al Nord che qualche leghista propone di combattere con il dialetto…Le cose che dice Saviano non le ha inventate Saviano. Le dicono i procuratori distrettuali antimafia. Un magistrato mi ha confermato pienamente quelle parole. Sono cose vere.

Zapperi: perché la Lega alza così tanto la voce allora?

Belotti: perché vuole dipingere un paradiso del Nord dove tutto va bene.

Zapperi: ma quindi questa Lega ha fatto più bene che male negli ultimi decenni al Nord?

Belotti: male no, ma neanche troppo bene. Non si può parlare di federalismo così…Serve un federalismo che vada bene per tutti e per sempre, per tutta Italia. Serve una responsabilizzazione di tutti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da belotti il VERO però

    x Belotti…. mi dispiace moltissimo e tantissimo, che fra me e te,ci sia il lo stesso cognome che ci unisce. E mi dà un’enorme fastidio questo,perchè tu sei un altro fra i tanti,che mira SOLO ALLA POLTRONA .

  2. Scritto da fabio foglieni

    X MEMENTO……
    mi piacerebbe sapere perchè sarei ‘incoerente e con la faccia tosta’ ? io ho sempre gli stessi ideali, pensavo che il PDL li rappresentasse , mi ero completamente sbagliato. In FLI li ho ritrovati (LEGALITA’ , ONESTA’, TRASPARENZA , MERITOCRAZIA …..)e sopratutto NON HO ritrovato tante brutte facce (una sarà sicuramente la tua!) che c’erano e ci sono nel PDL.
    Un’ultima cosa, abbi almeno il coraggio di firmarti con il tuo vero nome, codardo!

  3. Scritto da Marco

    L’unica cosa che può raccogliere sono le nostre risate… il solito cooptato che di politica locale sa poco o nulla….

  4. Scritto da pippo

    sono gli ultimi momenti di gloria che avete… godeteveli perchè poi tornere a zappare la terra che è “forse” la cosa che vi riesce meglio

  5. Scritto da blablabla

    dopo aver votato la lega e visto ciò che ha fatto e come l’ha fatto, sicuramente il mio voto non l’avranno MAi PIU’

  6. Scritto da Stefano Franchioni

    Ottimo intervento, soprattutto nella parte in cui Fabio Belotti parla della Lega: i leghisti parlano di politica vicina alla gente, ma poi sono i primi ad avventarsi su tutte le poltrone disponibili. Non per nulla sono contrari all’abolizione delle Province e alla liberalizzazione delle municipalizzate. Tra doppi incarichi e parenti piazzati un po’ ovunque, i leghisti dovrebbero avere il buon gusto di tacere.

  7. Scritto da Enrico Flavio

    Oltre le giuste considerazioni di Fabio Belotti, è bene rammentare che Futuro e Libertà non è una riedizione di reduci del Msi-An e non può prescindere dall’attenzione ai nuovi elettorati, alla comunità gay, ai diritti e doveri ignorati e a una declinazione innovativa del patriottismo repubblicano. Rileggiamo il filosofo francese Ernest Renan, farà bene a noi tutti: ci aiuterà a distogliere il nostro sguardo dal passato. Definitivamente.

  8. Scritto da cervello

    da ex iscritto ad A.N., ora Lega Nord, mi chiedo, quando Fini ha fondato con Berlusconi il PDL, ha chiesto agli iscritti se erano d’accordo, ha indetto un referendum…Se questa è Democrazia, preferisco la Lega Nord..Addio

  9. Scritto da Fra Gargario

    Così giusto per gradire leggete qua .
    http://www.corriere.it/politica/10_novembre_18/sondaggio-demos-centrosinistra-avanti_98b75056-f2ee-11df-8691-00144f02aabc.shtml

  10. Scritto da Vic

    Fabio Belotti: don Abbondio avrebbe detto Carneade chi è costui?

  11. Scritto da beppe

    chi vive sperando muore c…..!!! meditate voltagabbana meditate! non vi basta aver distrutto prima l msi poi allenaza nazionale……. la gente non dimentica e mi dispiace per Tremaglia ma visto l eta’ capisco!

  12. Scritto da Sempre Più Lega

    Caro Belotti é bello sapere che Tu vivi felicemente, pensando di portar via voti alla Lega al Nord. Peccato che quando si andrà a votare, se i nuovi DEMOCRISTIANI CE ,LO PERMETTERANNO, prednderai unab atosta che non ti si vedrà in giro per mesi !! Quando parli di poltrone, ti dimentichi di quelle della CASA DI MONTECARLO !! E guai se Pirtovano ha un doppio incarico: solo Fini può permettersi di fare il Presidente della Camera ed il Leader di partito !! Purtroppo LA COERENZA NON LA CONOSCETE !!

  13. Scritto da alberto

    Basta votare questa gente tutti a casa ,basta privilegi x questa casta,sono tutti uguali….piu’ giustizia sociale.

  14. Scritto da lvca

    Io sono un ex-militante di An, ahime nostalgico di An (non del suo ex-presidente) che rientra in quel 99% di An che a bergamo che non ha seguito il suo ex-presidente Fini in questa avventura. Fini puo’ giusto pescare tra nuovi volti, perche il militanti storici, che hanno conosciuto il personaggio, un trasformista e arrivista, se ne stanno alla larga.

  15. Scritto da FINI COME PRODI

    IO VOTO FINI PERCHE’ PERCHE’ FASCISTA… E PERCHE VUOLE FAR VOTARE I NEGRETTI… E PERCHE’ ORA E’ COMUNISTA… E PERCHE’ ORA VUOLE COMANDARE… E PERCHE’ ORA COME PRIMA NON HA INTERESSI PERSONALI… VUOLE SOLO COMANDARE… PER COMPRARE VILLE A MONTECARLO… MA DAI FINI… TU… IN QUESTO MOMENTO NON FARESTI PAURA NEMMENO AL MORTADELLONE PRODI…

  16. Scritto da v.g.

    Non voglio addentrarmi troppo nel mare di banalità e sciocchezze che ho letto. Una sola domanda, Fini non sta ricoprendo due incarichi: presidente della camera e “tribuno” del partito che non c’è?

  17. Scritto da anna

    x 11 : condivido e sono dello stesso parere.

  18. Scritto da TEX

    Non ho ancora capito, la casa di Montecarlo di chi è, di AN?
    Tanti giornali scrivono che è del cognato di FINI, ma è vero?
    Fini dice che se la casa è del cognato lui dà subito le dimissioni, e vero?
    Non ci credo! Come può una persona cosi raffinata, educata, garbata, sapere che la casa di AN ora è del cognato, c’è un malinteso.
    E’ per quel malinteso che FINI non ha dato le dimissioni, lui non sa.
    Allora è per questo che i voti della LEGA vanno verso Fli.

  19. Scritto da Claudia

    Tra il dire ed il fare……..

  20. Scritto da ureidacan

    @ 17.La vicenda della casa di Montecarlo è simile a quella dei 200 milioni di tangente Enimont intascati da Bossi e dalla Lega nel 92. Anche allora si disse che la busta dei soldi fu portata in via Bellerio a Milano da un dirigente del partito (bergamasco) e che misteriosamente fu rubata. Se dobbiamo credere a Bossi perchè non credere a Fini?

  21. Scritto da claudio carminati

    Ho gradito l’intervista. Meno il fatto che non gli siano state poste alcune delle domande formulate dai lettori. Se è solo una questione di tempo, spero che risponda in altra sede. Grazie.

  22. Scritto da Franco Girelli

    Bene Belotti,tieniti LENISA sul carro!
    Io vado in montagna a spasso,cerca gente non la voto.
    grazie

  23. Scritto da matteo ghetti

    Grandiossimo Fabio….
    complimenti davvero, hai tenuto una linea molto diplomatica e hai stuzzicato dove dovevi stuzzicare….

  24. Scritto da gianni

    Auguri! La % dei voti che prenderete la si vedrà ad urne chiuse e allora ci sarà da ridere. Non so se avrete rubato e rimarrete in mutande.

  25. Scritto da slogan beceri

    Che intervento banale: frasi scontate che dicono tutti, e poi le solite frasi pseudoidiote:
    SOLO GLI STOLTI NON CAMBIANO IDEA
    Solo gli imbecilli non si sbagliano mai. (Charles De Gaulle).
    Con queste frase si giustifica tutto, anche il più becero trasformismo: E il popolino magari abbocca a questi slogan.
    Nessuno si ricorda che il valore di un uomo si misura dal valore della sua parola, e se questa parola cambia all’occorrenza l’uomo non è più un uomo ma un guappo.

  26. Scritto da un amico di pianerottolo

    bravo belotti, io però consiglierei di ritornare a fare l’attacchino….

  27. Scritto da basta voti

    al posto dei talk show politici propongo documentari naturalistici……..che è molto meglio………boicottiamo quelli che a loro dire vogliono farci del bene…………benefici ne hanno solo loro i cittadini solo mazzate……..

  28. Scritto da no voto

    quando ci saranno le elezioni andrò in montagna………….nessuno è degno della mia fiducia……..stesse promesse che fanno tutti e poi si concretizza in niente……..il signor Fini ha parecchi scheletri negli armadi………come tutti e ora non gli permetto di venire a fare il salvatore dei cittadini…….

  29. Scritto da MEMENTO

    Fabio Foglieni, consigliere comunale a Bolgare, passa dal PDL a FL. Complimenti per l’incoerenza e la faccia tosta! Da attacchino di manifesti che inneggiavano a “Meno male che Silvio c’è” alla volontà di rifarsi una verginità impossibile dentro FL. Ma ricordati che a Bolgare abbiamo buona memoria e

  30. Scritto da Antonio Belotti (anch'io)

    Povero Belotti, che sterile partenza … auguri comunque, l’Italia è piena di personaggi come lei in cerca di emozioni politiche basate sul nulla (pardon, sul bene della comunità). Ma lo fanno tutti o dicono tutti di mettersi in campo per il bene della comunità. i suoi discorsi li abbiamo sentiti centinaia di volte. Si, convengo, torni a fare l’attacchino!

  31. Scritto da bingo

    che poltrona mira???????? vedere rutelli casini e fini mi fa pena………il bene che vogliono creare è solo per loro…per continuare a fare le lampade come stanno facendo adesso…..ho visto i filmati dell’incontro napolitano schifani e fini,…….. fini era solo preoocupato di continuare a sistemarsi la cravatta e il vestito……….tutti politici vergognosi……..si andrà a votare a marzo solo perche prima i politici non maturano la pensione di legislatura……..perchè non si dice…

  32. Scritto da ANTONIO

    io voto tutto quello che può essere ANTIPIROVANO.
    quest’uomo sta facendo una miriade di porcate in provincia…inoltre ha la doppia poltrona , ma pensa un po’ te! SVEGLIA!!!!
    Ma vi rendete conto da chi siamo rappresentati, o avete dimenticato il cervello nella cassaforte assieme all’unico interesse che vi è rimasto§?

  33. Scritto da luigi

    Al nord di voti ne prenderete gran pochi. Solo il Sud vi darà consensi per evitare il federalismo che non piace al vostro capo. Ecco il primo iscritto al vostro nuovo partito sarà Saviano, uno che va dove ha più interesse: mi ricorda qualcuno.