BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primarie a Milano, disastro Pd Si dimette Maurizio Martina

Il gruppo dirigente regionale, provinciale e cittadino del Pd di Milano, dopo la sconfitta alle primarie del candidato Stefano Boeri, ha deciso di rimettere il mandato.

Più informazioni su

Il gruppo dirigente regionale, provinciale e cittadino del Pd di Milano, dopo la sconfitta alle primarie del candidato Stefano Boeri, ha deciso di rimettere il mandato.
Hanno dato le dimissioni il bergamasco Maurizio Martina, segretario regionale, Roberto Cornelli, provinciale, e il capogruppo in consiglio comunale, Pierfrancesco Majorino. "Ci assumiamo la responsabilità politica di quanto è accaduto – ha spiegato il segretario provinciale Roberto Cordelli nel corso di una conferenza stampa -. Ci siamo scontrati con alcuni pregiudizi e stravolgimenti del senso delle primarie che ad un certo punto sono diventate come un test pro o contro il Pd".
I tre dirigenti annunciato la loro decisione nel corso di una conferenza stampa. L’obiettivo è "di avviare immediatamente, nel giro di una settimana, un percorso di confronto negli organi dirigenti e con la base che verifichi a 360 gradi la situazione politica".

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pavel

    la domanda da porsi non può essere: il PD è un partito inutile?

  2. Scritto da mario59

    Ecco perchè perdiamo….oggi chi ha la cadrega, non la vuole più mollare, e quando il popolo gli fa capire che gradisce essere amministrato da qualcun altro anche se della stessa coalizione, vanno in paranoia e invece di sostenere il candidato scelto dai cittadini, si dimettono..quello successo a Milano è solo uno spaccato di ciò che avviene a livello nazionale, che riguarda le varie beghe per la potrona, tra D’alema, Fassino, Veltroni, Bindi, Bersani, Franceschini..e guai se qualcuno osa pronunciare un altro nome..magari Vendola..che comunque nella sua regione a stravinto.
    Il male di questa sinistra è proprio la cadrega incollata al sedere.

  3. Scritto da Giuseppe Brembilla

    @68
    Egregio signor Claudio Carminati, ci conti, sarò suo elettore, purchè esprima proposte concrete e realizzabili e non filosofie astratte.
    Abbiamo troppi bla bla bla bla al potere in Italia ed all’opposizione, e serve qualcosa di nuovo. Ma dal suo post ho colto poche speranze nel suo pensiero intriso di banalità. Lo rispetto anche se banale: tutti sono per la pace, per la giustizia, per il buon senso ecc ecc ecc.
    Ma non abbiamo trovato ancora un leader concreto: cominci Lei, si dia da fare

  4. Scritto da Claudio Carminati

    @73 E’attraverso i “think tank” o, più modestamente, utilizzando scambi di pensiero e, in seguito, le piattaforme di condivisione di idee e di commenti,( come i blog p.e.)che si definiscono strategie nuove e,quindi, si affrontano meglio i problemi. In ultima analisi (molto sintetica necessariamente) si genera una CULTURA di ricerca, conoscenza, informazione, proposta, e ciò non è banale. infine: LEADER CERCASI! ( ci conosciamo signor alias Brembilla?)

  5. Scritto da Marco Cimmino

    Difficile replicare alle malevolenze: bisognerebbe essere malevoli. Così come mi risulta difficile anche rispondere a delle idiozie: bisognerebbe essere degli idioti. Comunque, se questa è la capacità di dialogo della sinistra, andiamo tranquilli: peccato che io non voti, altrimenti sarebbe il caso di votare Lega solo per far dispetto ai cretini. Speravo proprio si potesse discutere serenamente: mi sbagliavo. Godetevi la vostra conventicola autoreferenziale: io torno a lavorare. Das vidanje.

  6. Scritto da marilena

    per marco cimmino. da tempo non rispondo più ai suoi commenti però stavolta non posso fare a meno di replicare. Ancora una volta i suoi giudizi su chi non la pensa come lei sono molto gentili.. Dare degli idioti e minacciare di votare lega la dice lunga sulla sua personalità. Io rispetto la sua preparazione culturale ma devo constatare che non sempre questa è garanzia di signorilità..Un po’ meno permaloso magari? La saluto democraticamente.

  7. Scritto da rocco

    Si torna a lavorare che è meglio e parla come mangi! In quanto alla conventicola autoreferenziale, ma che ci sei entrato a fare??!!!

  8. Scritto da rocco

    Il solito MARCO CIMMINO …. la bocca della verità!
    Ma lascia in pace Kautsky e Lenin morti rispettivamente da circa 75 e 150 anni !
    Rientra nel mondo attuale, prendi atto della realtà, accetta la democrazia e non giustificare i tuoi amici perdenti.
    Ormai hanno capito tutti che i dirigenti attuali del PD sono da rottamare!
    Forza Civati!
    E complimenti a Pisapia.

  9. Scritto da Claudio Carminati

    Egregio Signor Brembilla, ritengo sia sempre meglio “filosofare” e affermare pensieri utili, che prendersela con chi non la pensa come lei.Per quanto riguarda la”discesa in campo”, la ringrazio per il consiglio e, mi auguro, di averla fra i miei elettori.

  10. Scritto da muratore

    è tipico di quelli come martina, non accettare le scielte.della gente.
    lui doveva accettare il risultato delle primarie, e sostenere pisapia.
    purtroppo essendo uno abituato alla autoreferinzialità, come il suo capo formigoni. da questo avrà ricevuto l’ordine di non dimettersi da consigliere regionale ma solo da segretrario del, pd per mettere in crisi la campagna elettorale per il sindaco di milano

  11. Scritto da pgb

    Credo che le primarie servano a far conoscere potenziali candidati e che in questa fase gli organi di partito debbano limitarsi a guardare e a non esprimere preferenze neppure nei confronti di un proprio dirigente.
    Chiedere di scegliere ma nello stesso tempo pretendere che scelgano quello che vogliono loro, per me è una presa in giro.
    D’altra parte quale altro criterio usare per scegliere i candidati?
    Adesso però Pisapia deve coinvolgere gli altri candidati per la conquista di Palazzo Marino.

  12. Scritto da D'ALEMA SILVIO

    L’ho sempre pensato che il miglior alleato di Berlusconi fosse Massimo D’Alema. Grazie a lui Berlusconi ha potuto governare per 16 anni ininterrotti, anche dei 7 in cui non era al governo. Se non fosse così, D’Alema dal 1996 al 2001 avrebbe fatto la legge sul conflitto d’interessi, negando la possibilità a Berlusconi di ricandidarsi. Nell’ultimo anno, con tutti gli scandali “presunti” che hanno interessato B. un’opposizione normale avrebbe guadagnato sul governo, invece sempre più in basso.

  13. Scritto da sacchi

    X KAPPERO
    A parte Vendola (ha vinto giustamente e meritatamente in Puglia) mi porta qualche altro esempio? mi sembra che la sinistra – sinistra alle ultime politiche non ha raggiunto nemmeno il 4%. Siete sicuramente coerenti con il vs. “pensiero”, ma ricordatevi che non è il VANGELO. Infatti ha sempre vinto Berlusconi, e vincerà ancora, ha perso due volte contro PRODI, guarda caso uomo di centro, che voi avevte fatto cadere.

  14. Scritto da bjhj

    Nati vecchi!

  15. Scritto da kappero

    per sacchi: mai negato i problemi e gli errori della sinistra, dico solo che questa manìa del centro fa male all’Italia e porta alla vittoria gente come Berlusconi, un centrista anche lui, o no? Su Prodi poi, ha vinto anche perché ha fatto una scelta chiara, laica, non certo simile a quella di casini & co

  16. Scritto da CAPITANIO

    CARO MAURIZIO, IL PROBLEMA E’ CHE I DIRIGENTI DEL PD DEVONO REALMENTE TORNARE A FARE IL PORTA A PORTA. OCCORRE PIANTARLA DI STARE NEL PALAZZO E “FARE I CONTI SENZA L’OSTE”. FORSE E’ NECESSARIO RIPRENDERE VECCHIE ABITUDINI QUANDO I NOSTRI PARTITI DI SINISTRA ERANO STABILMENTE E REALMENTE ORGANIZZATI NELLE AZIENDE E FRA LA GENTE. LA FARSA DELLE DIMISSIONI CHE POI VENGONO RITIRATE NON SERVONO A NULLA. DOVETE REALMENTE CAMBIARE E NON LITIGARE FRA CHI ROTTAMA E CHI CONSERVA. PENSATE AI BISOGNI REALI.

  17. Scritto da Giovanni

    Il Pd che rifiuta il risultato delle primarie è un Pd che nega sè stesso.

  18. Scritto da SERIANO

    Le dimissioni sono comprensibili, ha perso il suo disegno e quindi rinuncia all’incarico.
    Ma sarà vero? Forse ha ragione il #37:LA FARSA DELLE DIMISSIONI CHE POI VENGONO RITIRATE.

    Staremo a vedere…
    Intando il giovane Martina, non perde il sonno, con l’indennità da Consigliere Regionale
    (ma perché la chiamano indennità? E’ una cosa faticosa? Se stare in Regione fosse così tremendo, perché nessuno ha mai rinunciato mai alla cadrega?)
    AH… SAPERLO !

  19. Scritto da capra & cavoli

    Il problema del PD è che a forza di voler salvare CAPRA (gli affari tipo TAV, grandi opere ecc. ecc.) e CAVOLI (quel che resta dell’ideologia) si finisce a scontentare gli elettori.

  20. Scritto da elettore pd deluso

    Le dimissioni di Martina sanno di autorottamazione

  21. Scritto da Ljs

    …non mi preoccuperei più di tanto…tanto la decisione verrà presa altrove, come al solito, con buona pace delle primarie farlocche…

  22. Scritto da amis

    bbe vabe, quate storie, al finirà mia sota u put, chesto che l’è u zuen politico chel farà strada. per me fra des agn al sarà al goerno o comunque zo a roma in parlament. Olet fa so scomessa?!?!?!?

  23. Scritto da marilena

    pisapia è una persona preparata, buona e generosa, sono felicissima per la sua vittoria. Il pd è presuntuoso, ha voluto ripetere l’errore fatto con vendola, ben gli sta! Paradossalmente, se non avesse appoggiato nessuno, probabilmente boeri avrebbe vinto. Perciò è stata una mossa anche tatticamente sbagliata: ma questi qui non hanno fatto scuola di politica?

  24. Scritto da gigi

    Ma con chi cavolo volete sostituire Berlusconi al governo? Con Fini, Casini, Rutelli, Bersani, Di Pietro,
    Non vedo l’ora che cioò avvenga cosi mi farò delle grasse risate. Anzi, comincio ora …… ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha!
    Vedremo poi i vostri commenti ….. ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha!

  25. Scritto da Scuola di politica

    @45
    Marilena, falla tu scuola di politica, ma se non c’è materiale politico a sinistra il divino Berlusconi governerà finche campa.
    Alla faccia tua!

  26. Scritto da Rino

    @3 gino
    Successo di Pisapia per quattro gatti che votano? Ma fammi il piacere: Pisapia chi? quello di rifondazione? Ma fammi il piacere.

  27. Scritto da SINISTRA FLOP

    SINISTRI, SIETE MESSI PEGGIO DEL DIVINO SILVIO!
    MA DOVE VOLETE ANDARE? A GOVERNARE IL PAESE? A GOVERNARE MILANO? MA PER PIACERE, SIATE SERI E RASSEGNATEVI: TORNATE TRA 20 ANNI, QUANDO AVRETE TROVATO QUALCHE PERSONAGGIO SPENDIBILE CHE RAPPRESENTI SERIAMENTE LA SINISTRA ITALIANA.
    C’E’ BISOGNO DI SINISTRA, VE LO DICE UNO DI DESTRA, MA NON UNA SINISTRA DI ACCATTONI: SIETE IMPRESENTABILI. SILVIO GOVERNERA’ PER ALTRI 20 ANNI SE NON SE LO PORTA VIA IL CREATORE.

  28. Scritto da Democrazia

    @33 D’ALEMA SILVIO
    Non fare il comunista, non si fanno le leggi per impedire a qualcuno di candidarsi alle elezioni, se no che democrazia è?

  29. Scritto da Impotenti

    @34 sacchi
    Berlusconi ha perso non contro Prodi ma contro l’ammucchiata di Prodi che non era per sostenere Prodi ma per mandare a casa Berlusconi. Questa è la serietà IMPOTENTE degli avversari di Berlusconi.

  30. Scritto da ruggero

    @36 kappero
    Prodi non ha vinto perchè ha fatto una scelta chiara e laica, ma perchè è stato sostenuto da una indecorosa ammucchiata, come quella che avverrà tra breve contro il divino Berlusconi

  31. Scritto da Impotenti

    @52 Il centrosinistra ha perso non contro Berlusconi ma contro l’ammucchiata di Berlusconi che non era per sostenere Berlusconi ma per mandare a casa Prodi. Questa è la serietà IMPOTENTE degli avversari del centrosinistra.

  32. Scritto da poco da rallegrarsi

    @50 scritto non da sinistra.
    Ma a lei piace esser rappresentato da Silvio?
    (senza contar diversi della sua…area)
    A me no.

  33. Scritto da Censura per @

    Sic,

  34. Scritto da Antonio

    Desri rosicate pure, intanto noi godiamo come dei ricci!

  35. Scritto da cuìn

    50, ma se ha vinto il candidato più a sx! ho la vaga impressione che non abbia capito niente. rilegga la notizia e la smetta di postare con divino qui, divino là.

  36. Scritto da Marco Cimmino

    Se posso, credo che il problema della sinistra, oggi, si riassuma in queste primarie: in teoria, sono una bellissima cosa e, in realtà, sono terreno di caccia degli estremisti. Pisapia, secondo me, è una brava persona, anche se non condivido mezza idea con lui: il punto è che non vincerà contro la Moratti, perchè i moderati difficilmente lo voteranno. I candidati della sinistra dividono, anzichè unire: sono troppo diversi. Sono le solite due anime, che esistono da Kautsky e Lenin in poi: ricorsi

  37. Scritto da Giuseppe Brembilla

    @55
    Claudio Carminati, scendi per terra e comincia tu a farti avanti con le belle idee.
    Impegnati, fatti eleggere, diventa amministratore pubblico, e comincia a sparar fuori le tue belle idee.
    Ci son tanti filosofi come te sulla piazza, tante parole ma nulla di concreto. Solo bla bla
    E smettiamola con l’armiamoci e partite, con la vulgata del BENE COMUNE. Non se ne può più di queste predica lanciate dietro una tastiera da profeti del bene pubblico.
    Fatti avanti Claudio Carminati!

  38. Scritto da POVERA SINISTRA

    @50
    A me si, e allora? Lasciamo decidere il popolo con le elezioni

  39. Scritto da GODERE

    @58
    ANTONIO, ALLE ELEZIONI ROSICHERA’ QUALCUN ALTRO, COME ALLE PASSATE! ALLORA RIGODREMO NOI COME RICCI, STANNE CERTO

  40. Scritto da Democratico?

    Mossa sbagliata, doppiamente sbagliata. Le primarie le ha sempre volute il Pd. La prima cosa da dire era “sosteniamo Pisapia”, come si è fatto in Puglia con Vendola. E invece ci si dimette, quasi non riconoscendo il risultato delle primarie e lasciando sempre più allo sbando il proprio elettorato. Male, male, male.

  41. Scritto da Pino

    Comunione e Liberazione perde un suo riferimento politico a livello regionale. Davvero un peccato.

  42. Scritto da dubbioso

    Cimmino come andranno le cose lo vedremo dopo.

  43. Scritto da Diego

    @ Marco Cimmino, e già anche per Vendola in Puglia si era fatto questo ragionamento, forse vi consola, ma non credo che sia scritto che vada così. Non è andata così in Puglia e forse non andrà così a Milano, certo se vince Pisapia la destra a e la Lega hanno chiuso per 50 anni.

  44. Scritto da gino

    Sostenere Pisapia a partire dal suo successo era troppo difficile?

  45. Scritto da alpino

    Mi sfugge il motivo delle dimissioni di Martina, si è votato per le primarie ed è naturale che si sia scelto uno dei candidati altrimenti che primarie erano.

  46. Scritto da luigi

    A casa a coltivare il loro orticello devono andare tutti i dirigenti del PD!
    Siamo stanchi delle solite facce!!!

  47. Scritto da dario

    accettiamole al volo, prima che ci ripensino

  48. Scritto da chiari paolo

    scusa sinistra tanti diversi simbli per questo mai maggioranza e meglio unici simbolo sinistro se non lo va italia crolla ma non colpa italiani la colpa solo depudati peerche interesse poltrona e pieni privileggi chiaro addio voto sinistra ok la colpa chi massimo d alema uniso che e staccato paotito sinistra e poi diventa pieni pulcini e mai maggioranza chiaro deve cambiare 3 republicca ok

  49. Scritto da karl marx

    nessuno si accorgera’ della differenza. a parte qualche amico come dice Pino.

  50. Scritto da e

    sono con alpino 4. Mi sembra molto grave.
    Ma che se ne vada, i cl non lasciano rimpianti

  51. Scritto da Luca

    L’enfent prodige si dimette. C’è da capire se le primarie sono una scusa o meno. Perchè nessuno ha mai capito, anche prima delle primarie, quali fossero i meriti e i risultati politici di questo enfent prodige della politica bergamasca e lombarda. A casa, che è ora di cambiare.

  52. Scritto da vivalacoerenza

    Onore al merito e alla coerenza, non hanno sostenuto Pisapia, Pisapia ha vinto, loro danno le dimissioni.

    Non come nell’idv dove la parola d’ordine e’ rimanere attaccati al potere

    http://www3.varesenews.it/varese/articolo.php?id=187855

    http://iltribuno.com/articoli/201011/i-travagli-dellidv-in-lombardia-piffari-commissa.php

  53. Scritto da trevigliogio'

    finalmente!!

    un cooptato x non si sa quali meriti, un giovane vecchio in meno

    e speriamo che non lo richiamino xche’ lui tornera’ di corsa

  54. Scritto da Altri 20 anni

    I risultati di Milano sono l’antipasto di ciò che accadrà a livello nazionale. A votare purtroppo ci va la parte più “impegnata” e di sinistra che è tuttaltro che la maggioranza del PD . Questo ci anticipa che vincerà Vendola e che Berlusconi governerà altri 20 anni a mani basse.
    Con buona pace dei convinti commentatori che mi hanno preceduto e che stanno dando il loro fattivo contributo alla perpetua vittoria dell’uomo di arcore. I superconvinti che con l’idea del 5% si governa l’italia. Amen

  55. Scritto da Forza! Un altra Picconata alla politica degli Inciuci

    Boeri era il candidato della segreteria, lungo l’asse d’Alemiano Martina-Bersani-d’Alema.
    Asse che si ostina a cercare di mantenere il potere con intrighi di palazzo, con i comitati d’affari, invece che col consenso dei cittadini e con un progetto-paese.
    Se oggi siamo ridotti così è a causa di 15 anni di asse Berlusconi-Bossi-d’Alema.
    Fortunatamente sia a dx che a sx avanzano i rottamatori.
    Chissà che non torniamo un paese civile.

  56. Scritto da Giuliano

    Mi spiace , a perdere è semplicemente l’unica possibiltà di governo che esiste

  57. Scritto da Carlo Pezzotta

    MA, le primarie non sono fatte affinchè gli iscritti o simpatizzanti del Pd possano scegliere liberamente il candidato? Martina, sa cos’è la democrazia? se non lo sa doveva dimettersi anche prima!!!

  58. Scritto da Eugenio

    @15- il fatto che abbia dato le dimissioni significa che lo sa perfettamente- mai visto uno della sinistra radicale dare le dimissioni, piùttosto fonda l’annessimo gruppuscolo a soddisfare il proprio personalismo. Siamo sempre qui a “rifondare” : ridicolo ! Evito i millanta esempi che sicuramente conosci benissimo.

  59. Scritto da Anna

    per “Altri 20 anni” veramente è il conto salato che deve pagare il PD per le scelte idiote di Veltroni e dei veltroniani come Marina. E a causa del maggioritario e del bipolarismo che il PD non ha possibilità di vittoria contro Silvio. Gli elettori lo hanno capito bene e mandano a casa chi ha fatto scelte scellerate, ne prendano atto e si torni al proporzionale, l’unico sistema che può consentire la sconfitta del centro-destra.
    C’è voglia di cambiamento,e così darà!

  60. Scritto da fabio

    Va beh la coerenza, ci sta. Ma che la classe politica del PD fosse lontana anni luce dall’elettorato di sinistra era palese anche senza primarie. Dovrebbero dimettersi un pò tutti, mi pare evidente che c’è voglia di cambiare.

  61. Scritto da UN DEMOCRATICO MILITANTE

    …quando ci si dimentica da dove si viene….quando si barattano ideali per una non ben definita visione politica (e chiamarla visione politica è fin troppo generoso) si finisce con il perdere il contatto indispensabile con la base e la militanza vera…quella base che volontariamente e gratuitamente è sempre in prima fila a sostenere battaglie ideologiche che troppo spesso la dirigenza nasconde per non dover fare i conti con i propri scheletri nell’armadio….Martina torna a casa…

  62. Scritto da asd

    finalmente Martina se ne va!e te lo dice un tesserato PD!!la prossima volta presta attenzione al tuo elettorato piuttosto che alla tua carica!

  63. Scritto da Democratico

    Che caporetto, i veltroniani e i vertici del PD a terra completamente e non in Puglia, ma a Milano. Chi lo avrebbe mai detto solo due anni fa?
    Ora c’è la possibilità di cambiare andiamo avanti.

  64. Scritto da Giovanni

    Dimissioni sbagliate, proprio ora. Dimettersi adesso significa non riconoscere il risultato delle primarie, ovvero dello strumento che è stata l’unica cosa buona adottata dal Pd negli ultimi anni. Forse di più: dimissioni che vogliono significare un appoggio ad Albertini? Ma la puglia missina che ha votato Vendola non vi ha insegnato un cxxx? Ma proprio niente!

  65. Scritto da Riccardo

    Martina non c’entra nulla. E’ l’errata idea delle primarie che sarà la rovina del PD, delle aree moderate della sinistra e il lasciapassare per la continua vittoria del centrodestra. Chi va a votare alle primarie non è moderato, è “estremista”. Risultato gli estremi scelgono un candidato che poi non verrà votato dal popolo. Ergo: vince il centrodestra. Quando lo capiranno ????????

  66. Scritto da angelo

    Oggi è un giorno di festa!
    Brindiamo alle dimissioni di MARTINA!
    Era ora!
    Adesso aspettiamo anche quelle di bersani, d’alema e soci!!
    Viva i rottamatori Renzi e Civati!!

  67. Scritto da Johnny

    @23 – La salvezza dell’italia saranno i bertinottiani come te . Fanatastico !! Ma quando vi libererete dal culto della personalità ? Intendo la vostra.
    La destra comanderà per 100 anni.

  68. Scritto da alberto

    quanta frustrazione … martina ha fatto campagna per Boeri un candidato di centro sinistra credibile e potenzialmente vincente. Ha perso e ha vinto Pisapia: il futuro candidato del centro sinistra alla poltrona di sindaco di MIlano; tutto qui. Tutti sti soloni acrimoniosi da dove spuntano?

  69. Scritto da vacario

    Peccato originale: non basta chiamare primarie delle consultazioni dell’elettorato (in linea teorica anche del c-dx..) per sentirsi dei novelli Kennedy o Obama. Negli usa tale strumento è riservato esclusivamente agli elettori del partito democratico. In Italia si può candidare chiunque purchè faccia riferimento alla coalizione di csx.
    Mi domando che senso abbia accettare queste regole, salvo dimettersi se il proprio candidato non vince. Così si delegitima Pisapia e, ancora una volta, il csx

  70. Scritto da Livio

    Dovete dimettervi tutti e andare a lavorare in fabbrica per vent’ anni guadagnando 1300 euro al mese e poi ritornate a fare politica !!!!

  71. Scritto da TEX

    Faccia ciò che vuole “a me al ma fa ne cold ne frec”.

  72. Scritto da sacchi

    Premetto: non sono iscritto al PD, mi considero un elettore di centro-centro-sinistra. A chi di voi canta vittoria voglio solamente ricordare che gli elettori delle primarie di ieri sono diminuiti del 30/40% rispetto alle ultime. L’errore del PD è quello di guardare solo a sinistra dimenticando i moderati e sottovaluandoli. Baste vedere le amministrazioni locali dove tutte le liste civiche vincenti esprimono Sindaci di centro.Ho resistito sino ad oggi a votare PD…adesso spero nasca il 3 POLO

  73. Scritto da kappero

    Per sacchi e quelli come lui: io invece penso l’esatto contrario. Penso che il Pd con la mania di guardare al centro ha perso credibilità e ha soprattutto perso tutte le ultime elezioni lasciando l’Italia in mano al centro destra. Invece Vendola vince, è di sinistra e cioè è uno che parla di operai, di precarietà, di diritti: estremista? Veda lei