BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Finiani via dal governo Berlusconi si deve dimettere?

Ai microfoni di Sky Tg24 l'annuncio del coordinatore di Futuro e libert?? Adolfo Urso non lascia spazio a fraintendimenti. Alle 13 il viceministroha lasciato il suo incarico nel governo.

Più informazioni su

Tratto da Corriere.it

"Dimissioni irrevocabili". Ai microfoni di Sky Tg24 l’annuncio del coordinatore di Futuro e libertà Adolfo Urso non lascia spazio a fraintendimenti. Alle 13 il viceministroha lasciato il suo incarico nel governo. La sua lettera di dimissioni assieme a quelle del ministro Andrea Ronchi e dei sottosegretari Menia e Buonfiglio, è arrivato sul tavolo del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Un atto formale che aprirà ufficialmente la crisi. Nel caso di un ritorno alle urne i finiani puntano ad un’altra coalizione di centrodestra, ha spiegato anche Urso, aperta a Udc, Api ed Mpa.

"Noi – ha spiegato Urso – vogliamo con queste dimissioni chiudere una pagina e proseguire la legislatura con un nuovo governo di centrodestra, ma nel caso che altri si dovessero assumere la responsabilità noi andremo al voto con un’altra coalizione di centrodestra, per voltare comunque pagina", aggiunge Urso, spiegando di non avere ricevuto pressioni di nessun tipo in questi giorni e smentendo inqualche modo le parole di Italo Bocchino. "Nessuno mi ha telefonato – dice Urso a Skytg24 – perchè ovviamente tutti sono consapevoli che noi non siamo sottoponibili a strattoni. Sarebbe stato del tutto inutile, come si è dimostrato in questi mesi. La nostra preferenza è un nuovo governo di centrodestra – sottolinea ancora Urso – e ove si andasse al voto per scelte altrui traumatiche, ci andremmo con un’altra coalizione di centrodestra con le forze che si richiamano ai valori del popolarismo europeo e quindi Fini, Casini, il movimento di Lombardo, l’Api di Rutelli e comunque le altre forze sociali e produttive del paese che voglion, nel centrodestra, dal centrodestra, cambiare e rinnovare la politica, voltare pagina, fare davvero le riforme". Per quanto riguarda poi l’apertura di Italo Bocchino ad un governo con la sinistra, Urso spiega: "in questo Parlamento, ove necessario, ove non si riescano a raggiungere gli obiettivi che ci proponiamo, un’altra maggioranza per fare una riforma elettorale e consentire al paese di votare realizzando un sano, maturo, bipolarismo, ci sta. In questo caso ovviamente con chiunque ci stia, con tutti coloro che vogliono voltare pagina per consentire al paese di votare con un sistema che consenta agli italiani di scegliere davvero, in una sana alternza bipolare, tra un centrodestra moderno ed europeo e una sinistra che mi auguro sia altrettanto europea".

Critici Pdl ed esecutivo nei confronti dei finiani. "Con il ritiro della delegazione dal governo si sta consumando il tradimento" ha detto ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, mentre Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera, ha parlato di "grave errore politico" di Fli. L’annuncio fatto da Urso di «dimissioni irrevocabili" arriva all’indomani della presa di posizione del presidente del Consiglio, che ha aperto all’ipotesi di un ritorno alle urne, ma solo per la Camera, nel caso in cui a Montecitorio il governo non dovesse avere la maggioranza nel voto di fiducia. Non ha parlato delle dimissioni della delegazione Fli il presidente della Camera Gianfranco Fini, intervenuto con Giorgio Napolitano, alla presentazione del rapporto "L’Italia che c’è", di "Italia decide" presieduta da Luciano Violante. "Tra le responsabilità della classe dirigente – è uno dei passaggi del discorso di Fini – c’è anche quella di aver smarrito quel senso della dignità, della responsabilità e del dovere che dovrebbero essere proprie di chi è chiamato a ricoprire cariche pubbliche. I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina e onore, come prevede un articolo della Costituzione che è tra i meno citati e conosciuti".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea

    uno dei vantaggi di questa politica è creare contrapposizione fra la popolazione e convincerli che quello che dice una parte è piu’ giusto di cio’ che dice l’altra… L’Italia sta sprofondando perche’ gli irresponsabili che ci guidano sia a dx che a sx non sono in grado di abbassare le arie e fare qualcosa di giusto per il paese… ne sanno come uscire da una situazione di crisi economica come questa. l’unico interesse è tutelare i loro privilegi e le loro poltrone.

  2. Scritto da corti-novis

    SI fuori dalle p…! Anche Prodi ricevette la sfiducia solo al Senato mentre alla camera aveva la fiducia, ma da uomo delle istituzione si recò al quirinale.

  3. Scritto da stefanorossi

    Bravo Andrea hai detto proprio la cosa giusta!!!

  4. Scritto da stefanorossi

    Gia’ scusate sono ignorante !!!!!! insegnatemi voi come faccio a farmi prendere in giro da quellie persone che difendete a spada tratta e alle spalle vostre fanno quello che vogliono!!!!La cosa piu’ giusta e’ stata detta da Andrea .Continuate a difendere questa gentaglia che i soldi loro li mettono molto bene in svizzera!!I e magari voi siete li a tirare la cinghia!!o non difendo Berlusconi anzi…ma nemmeno prodi dalema e company!!!!!!!!

  5. Scritto da il re

    E poi Berlus parla dei politici di professione.
    Più attaccato di chiunque (o come i peggiori chiunque) alla poltrona.

  6. Scritto da Marco Cimmino

    Credo anch’io che l’idea di votare solo per una delle due camere sia un po’ bizantina: sarei per le elezioni subito (prima che lorsignori maturino la pensione..), se non fosse per l’imbarazzante legge elettorale in vigore. Per quel che riguarda Fini, che oggi tanto piace a sinistra, chiedo solo: chi ha voluto confluire in fretta e furia nel PdL, chi glielo ha chiesto? Due anni fa non sapeva con chi aveva a che fare? Ricorda i comunisti di Guareschi: intelligenti o onesti, mai le due cose insieme.

  7. Scritto da piddu

    Ti ripeto…io non ho votato Prodi e non voglio difenderlo affatto.
    Dico solo che mi da profondamente fastidio che quando si critica l’operato di questo governo (da 15 anni al potere) si tiri in ballo Prodi, il comunismo, i gulag, la russia, la cina etc…

  8. Scritto da Gianpiero

    Intanto a CASA poi in GALERA

  9. Scritto da stefanorossi

    Be’ sinceramente non mi sembra che sia al potere da 15 anni pero’ siccome sono ignorante forse ignoro qualcosa!!!!Evidentemente gli altri sono solo sagomine di cartone li da 30 e forse piu’ anni!

  10. Scritto da no voto

    andiamo a votare ………..intanto non servirà a niente Fini e gli altri si sono creati il loro orticello e posti a sedere………da soli non diventerà mai premier neanche fra ventanni il sigor Fini……… ma intanto il lavoro c’è l’ha e non un lavoro da mille euro al mese………….poveri noi italiani

  11. Scritto da Andrea

    Mha… nessuno ha interesse ad andare al voto adesso… anche se sembra un destino inevitabile… il problema è che forse ne uscira’ ancora un risultato di ingovernabilita’ per l’italia…. qualcuno magari sta gia’ preparando villa e valigia si sa mai…. di certo tutti sono attaccati alla poltrona perche’ di innovativo in queste persone non vedo proprio nulla….

  12. Scritto da Narno Pinotti

    La redazione mi permetta: in questa notizia non c’è nessun interesse locale. Certo, il bergamasco on. Tremaglia ha scelto Fini, ma non si può dire che qui si parli di lui o gli si faccia un’intervista o si discuta di Pdl ed ex An bergamaschi. A mio modesto avviso qui si annida un pericolo: se BgNews apre alla politica nazionale tout court, dovrà seguirla tutta (fatica improba) e soprattutto snaturarsi; se no, qualsiasi scelta apparirà di parte ad alcuni lettori e commentatori.

  13. Scritto da SILVIO GIACCHETTA

    “Per noi manca di rispetto al Presidente chi oggi gli attribuisce una decisione che non ha mai preso e che non crediamo prenderà mai. Questo vuol dire scavalcare i ruoli, tirarlo per la giacchetta. E guarda caso è la sinistra che lo fa”. R. Cota 17.08.2010
    L’art. 88 della Costituzione prevede che sia il Presidente della Repubblica a sciogliere una delle Camere, non il PdC che pur di star attaccato a quella poltrona intende “tirare per la giacchetta” il PdR, quello comunista tra l’altro.

  14. Scritto da eli

    caro Cimmino, condivido il suo dubbio. L’unica risposta che mi sono data è che a gioco fatto Fini ha tastato con mano essere “sottoposto” al premier. E dopo aver provato a fare un confronto, ha visto che non era possibile.
    Non è un delitto cambiare opinione. Anzi in questo caso, un po’ come la consorte Veronica, ci vuole un bel coraggio.
    Feltri e C. lo hanno comprovato.
    Se alla sinistra piace, è perchè le sue scelte dicono che Berlusconi ha uno stile da dittatore.

  15. Scritto da ureidacan

    Il tutto si gioca non su elezioni sì, elezioni no, ma su nuova legge elettorale o vecchia legge elettorale. Con quest’ultima Berlusconi e Bossi vincerebbero quasi sicuramente di nuovo. Con un ritorno invece al “Matterellum” o qualcosa di simile, si potrebbe creare, dopo le elezioni, una nuova coalizione di governo, un nuovo centro-sinistra.Il problema è tutto qui e tutti confidano in Napolitano, che deve o non deve dare l’incarico per un nuovo governo ad un altro.

  16. Scritto da mario59

    Quel che più mi interessa è che l’individuo di Arcore si allontani il più possibile dalla politica del nostro paese…e mi auspico venga finalmente processato come si deve, per i reati che lo riguardano…dopo di che, si riconsegni il paese alla democrazia, inoltre spero che i cittadini in futuro, si ricordino di quei personaggi smidollati o comprati che non hanno mai saputo o voluto contraddire il raiss degli ultimi 20 anni..in questo modo, loro sono stati anche peggio di lui.

  17. Scritto da bucci fr

    @7 Condivido l’osservazione. Mi sembra che questo, come altri temi nazionali, siano di diretta ricaduta locale. E quindi pertinenti: non sono di dx ne di sx, e quindi, non direi proprio di parte.
    I commenti dimostrano che l’interesse non manca.

  18. Scritto da Vittorio

    Temo purtroppo che il n..o di Arcore tentera ‘un colpo di teatro finale prima di lasciare.Ad esempio promettendo agli Italiani boccaloni un altra balla del tipo 1.000.000 di posti di lavoro o altre c…..e.

  19. Scritto da SILVIO GIACCHETTA

    Su Fini quoto il Dott. Cimmino @3, anzi sposterei la mia indignazione a 16 anni fa quando Fini si alleò con Berlusconi, gli sono stati necessari 16 anni per capire con chi sedeva al governo?
    Inoltre, trovo singolare che l’unica forza (anche l’MPA di Lombardo ha abbandonato il TITANIC) rimasta fedele a Silvio sia la Lega. Proprio la Lega fece affondare il TITANIC 1: “La caduta del suo governo? Sono stato io a metter giu’ il partito del mafioso” Bossi 21.07.1998
    Fate una telefonata per SILVIO!

  20. Scritto da angi

    E’ Fini che si deve dimettere da presidente della camera!!!!!!!!!! Poi il governo deve capire che così non si può andare avanti, o c’è un’altra maggioranza di centro destra senza i finianio (topi che scappano quando la vave affonda) o si vota subito.

  21. Scritto da eli

    @14. Silvio ha fatto tutti i suoi comodi con le tv.
    E ora lo sta facendo con la politica ossia con l’Italia.
    Il suo messaggio politico è questo.
    Se lo si vuole continuare a votare.
    Certo le alternative non sono esaltanti.
    Ma lui le sta valorizzando…
    Fini sperava di poter prima o poi raccogliere il posto del re.
    Probabilm ha fatto male i suoi conti.

  22. Scritto da Gigi

    @11
    Povero Mario59, consegnare il paese a Fini, Casini, Rutelli, Bersani.
    Meglio mille volte Berlusconi e le sue escort.
    Ma contento tu, poi riderò io.

  23. Scritto da Marco

    A casa questo governo legaiolo, piduista, affarista, sessuomane, parentelare…l’Italia e gli italiani hanno bisogno di Politica vera!Dalle ceneri di questo paese dobbiamo ripartire.Se cominciassimo ad avere un centrodestra e un centrosinistra “europei” sarebbe già un’ottima base di partenza.Si ntravede questa possibilità quindi è giunto il momento di mettere nell’angolo B. e il berlusconismo. Se la Lega vuole continuare a rimanerre aggrappata al vecchio zio faccia pure ma verrà spazzata via!

  24. Scritto da Contraddizione

    @14 Giacchetta
    Ma il diritto di cambiare opinione vale solo per Fini? Prima fascista e ora quasi comunista? La lega non ha il diritto di cambiare opinione su Berlusconi? Le va bene che Fini cambi opinione su Berlusconi in negativo, e critica Bossi che lo ha cambiato in positivo. Suvvia, sig Giacchetta, rifletta prima di esprimersi e non si contraddica.

  25. Scritto da SILVIO GIACCHETTA

    @18 Contraddizione
    Non ho lodato Fini, ho detto che ci ha messo 16 anni per capire Berlusconi. Bossi nel 1995 l’aveva capito subito, gli dava del m@fioso, e nel 2001 ha formato il governo con il m@fioso.
    1) Fini è stato con Berlusconi x 16 anni pensando fosse una brava persona per poi capire, strada facendo, che non lo era.
    2) Bossi ci è stato per 2 anni (94-95), poi gli ha detto cose che nemmeno Travaglio ha mai detto, e, per magia, nel 2001 si è dimenticato tutto.
    Il percorso al contrario.

  26. Scritto da mario59

    @ 16 Gigi
    Ti assicuro che chiunque sia al governo, quando vedo che l’Italia e gli Italiani ci rimettono a causa del malgoverno..non rido mai.
    Non mi interessa se Berlusconi ha le escort… mi interessa invece che per pararsi il cu.. fa approvare leggi ad personam, a dir poco scandalose..cercando di convinvere gli Italiani che sono leggi a favore di tutti.
    Non mi schiero a favore di nessuno..quello che mi interessa ora, è levare dalla scena politica quel personaggio sicuramente dannoso al paese.

  27. Scritto da e

    bravo giacchetta. la differenza è semplice.
    Silvio uguale.

  28. Scritto da stefanorossi

    Premesso che a me Berlusconi non piace ma devo dire che girando il mondo la cosa comune da tutti detta e’ meno male che in italia avete Berlusconi specialmernte in America dove le industrie italiane e le medio piccole aziende esportano solo da quando c’e’ questo governo !!! non mi pare che il governo prodi con tutte le promesse fatte all’ora abbia fatto molto meglio anzi e’ riuscito ad aumentare le tasse ai lavoratori e di ridurle alle banche!!!! sono solo piu’ bravi a mascherare le loro tresche

  29. Scritto da JJ

    non ho votato nessuno alle elezioni, ma chiedo: prima non dovrebbe dimettersi fini?
    che è stato eletto nel pdl con la maggioranza assoluta dei voti dei berlusconiani ? e concordo con tutti quelli che dicono che se cade il governo si deve rivotare, io non li ho votati, ma è stata eletta una maggioranza e non credo che si possa fare ribaltoni ecc. fregandosene sempre della volontà popolare

  30. Scritto da andrea

    @stefanorossi…mi sa che davvero te di mondo non ne hai girato proprio tanto…tutti i giornali sranieri e personalmente sentito dire sopratutto nel sud est asiatico e’ che berlusconi e’ un despota e siamo presi per i fondelli notte e giorno…specialemtente epr le sue uscite e azioni poco simpatichea

  31. Scritto da Mario B.

    @23 stefanorossi
    Anche io vado all’estero per lavoro e non ci crederà, ma quando c’era Prodi l’Italia era più credibile, mi capitava di parlare con i colleghi all’estero e mi dicevano che per fortuna l’Italia si era rialzata dopo i 5 anni di Berlusconi, la spesa pubblica era diminuita e il debito era sotto controllo. Anche la stampa estera (ha presente i giornali comunisti come l’Economist e il Financial Times?) era favorevole all’ex presidente della Commissione Europea.

  32. Scritto da piddu

    @stefanorossi: guarda ho amici che vivono all’estero e non dicono affatto quello che affermi tu!
    Siamo lo zimbello dell’europa altro che balle!
    E basta con sta farsa delle tasse di prodi…io durante il suo governo non ho visto aumenti di tasse! tu si? dimostralo…
    e non ho votato Prodi per la cronaca…sono solo coerente!

  33. Scritto da stefano rossi

    io ho votato Prodi e proprio per questo che dico che un’uomo come lui che ha fatto piu’ danni che cose buone non sarebbe nemmeno da prendere in considerazione!!!!! ho girato pochissimo il mondo infatti parlo 5 lingue e sono sempre all’estero!! cmq e’ inutile parlare tanto avete ragione voi infatti con lui lìitalia andava benissimo eravamo i migliori d’europa e tedeschi e Francesi si inchinavano di fronte a lui!!!!!!!!!!!!!!non c’era disoccupazione ed il miracolo italiano era in atto!!!!

  34. Scritto da piddu

    @stefanorossi: parlarai anche 5 lingue ma non l’italiano visto che scrivi “un’uomo” con l’apostrofo ! :-)
    ma a parte gli scherzi…. negli ultimi 15 anni chi è stato al governo? Prodi? siamo ridotti quasi come la Grecia per i 2 anni di governo Prodi?

  35. Scritto da il giudice

    Fini tradisce e si deve dimettere Berlusconi ?
    Esilarante il cameratino, che si assuma l’onere del tradimento e si tolga dai piedi il gelosone delle escort del Berlusca.
    Chi tradisce una volta tradisce per sempre.
    Non ho votato PDL, ma questa comica saga infinita farà guadagnare voti ad altri, purtroppo non a chi avrebbe molto da dire e da fare per l’Italia.