BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ecco il libro dell’uomo che vive con due cuori

Al Mutuo Soccorso la Sestante edizioni presenta il volume di Guerriero Alongi, operato ai Riuniti. Il suo cuore in supporto a quello trapiantato.

Più informazioni su

"Fa egregiamente il suo lavoro": Guerriero Alongi (foto) parla così del nuovo cuore che gli è stato innestato il 12 dicembre del 2006, ormai quattro anni fa. Un cuore ricevuto da una donatrice con una corporatura certamente più piccola della sua, che è quindi stato affiancato al cuore originario. Tecnicamente un trapianto eterotopico, che permette oggi al paziente di vivere con il cuore nuovo come motore principale del suo apparato cardiovascolare, e il cuore originario in supporto.
"Uno dei motivi di incompatibilità tra ricevente e donatore sta spesso nelle dimensioni del cuore – spiega Alongi -. Ho ricevuto il cuore quasi certamente da una donna che non ha la mia statura (un metro e novanta, ndr) e la mia dimensione. Ora sto benissimo, con i miei due cuori".
Il suo libro, pubblicato dalla Sestante Edizioni di Bergamo con la significativa collaborazione degli Ospedali Riuniti, si intitola, non a caso, "finalmente un paio di scarpe". Sarà presentato domani (16 novembre) alle 18,30, al Mutuo Soccorso di via Zambonate. A presentarlo, oltre all’autore, ci saranno probabilmente il direttore generale degli Ospedali Riuniti Carlo Bonometti, il direttore del Dipartimento di Cardiochirurgia Paolo Ferrazzi e il cardiochirurgo che ha svolto l’intervento, Armando Gamba (nella foto di spalle), oggi all’ospedale di Lecco.
Non si parlerà, naturalmente, solo degli aspetti cardiochirurgici affrontati dal dottor Gamba e dal paziente. Il libro, introdotto dal docente universitario Ivo Lizzola (preside della Facoltà di Scienze della Formazione), entra nel merito del difficile e delicato spaccato di vita affrontato da Alongi negli ultimi quattro anni. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.