BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Artway, al via la seconda settimana

La rassegna di eventi artistici curati da giovani propone tre eventi: martedì 16 al Pub Sant’Orsola, mercoledì 17 al Beach Bar e giovedì 18 al QB

Più informazioni su

Artway, la rassegna di eventi artistici curati da giovani in bar e locali della città, entra nel vivo proponendo nella seconda settimana tre eventi: martedì 16 presso il Pub Sant’Orsola, mercoledì 17 presso il Beach Bar e giovedì 18 al QB – quantobasta bar.
Artway è organizzato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo in collaborazione con Ascom e Confesercenti, Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Bergamo, Asl Bergamo, ATB e TEB, con la sponsorizzazione di UBI – Banca Popolare di Bergamo e con la media partnership di Radio Number One e CTRL magazine. Informazioni:
www.giovani.bg.it, 035-399657/655, scapitanio@comune.bg.it   lbulanti@comune.bg.it 

Martedì 16 novembre, serata fantasy al Pub Sant’Orsola         
La giovane artista Fabiana Correale espone “Il Mondo di Ninfae”
Chi definisce cosa può la nostra mente rendere reale o immaginario? Perché le persone credono che la fantasia non possa superare la realtà? Questi gli interrogativi che l’artista si pone e dai quali scaturisce il bisogno di poter esprimere in pieno la sua passione, di poter credere che la fantasia non sia frutto solo della pazzia.
Fabio Porfidia propone un percorso prettamente d’atmosfera con immagini legate al panorama neogotico: paesaggi in rovina, creature figlie della visionarietà che fu alla base di gargoyle e una natura che vuole suggerire pathos ed emotività. Il filone vampiresco che sta riscuotendo molto successo ultimamente è sfiorato appena, però credo però credo si possa calamitare parte di quello stesso pubblico, nonché appassionati di generi affini, dall’ horror contemporaneo al romanticismo letterario.
La serata sarà animata dalla musica di Jd-Art.

Mercoledì 17 novembre, serata rock e no alcol
Ancora freschi dall’uscita del loro primo album si esibiranno i Royal Garden .
Con l’inarrestabile chitarra solista di Michele Colli, le solide linee di basso di Giuseppe Ventagliò, la voce limpida di Roberto Gatti e l’inconfondibile groove di Giorgio Bonacina alla batteria, il sound rock inglese del quartetto è diretto e d’impatto. É però durante le live performances che la band riesce ad esprimersi al meglio, con una grande carica e presenza scenica, proponendo insieme ad alcuni estratti dal nuovo album qualche cover rivisitata.
Altro gruppo i Rock Shot si sono formati nel 2007 grazie al cantante Jeffrey e l’ottimo chitarrista Fabio Maier. Subito si aggiungono altritre membri:Dave Parky alla chitarra ritmica, Phil Slim al basso e Smith alla batteria. Successivamente il buon Fabiet sceglie di lasciare il gruppo dove il suo posto viene preso da Alfredo "Bona" Bonazzi. Dopo varie esibizioni la band è andata in studio per registrare una demo lo scorso aprile che sta ora promuovendo nella zona.
I membri sono tutti giovanissimi, vogliosi di mettersi in gioco e carichi per suonare e portare in giro un po’ di sano rock!
Nella stessa serata potrete ammirare le opere di Andrea Cornolti, un giovane autore che propone due opere dal titolo “Il furto” e “La caduta di Troia”, che vogliono mostrare l’azione dannosa e distruttrice di alcool e stupefacenti.
Anche l’ artista Silvia Radaelli presenta dei dipinti che rappresentano i disagi dovuti all’alcool che, come nel mito del vaso di pandora, possono scaturire sotto varie forme, rovinando, molto spesso, la vita di chi beve. 
Giovedì 18 novembre, serata Quanto Basta
Con il sound di Piero aka dj Wedo la serata si anima per ospitare le opere di Luca Galbusera e Francesco Begna.
Luca Galbusera propone una raccolta di 20 opere di arte concettuale e arte visiva dal titolo Fermo Immagine. Accumunate dall’utilizzo del bianco, del nero, del contrasto, delle forme geometriche, delle linee, dei simboli; pochi elementi che sottolineano la prevalenza di un carattere concettuale piuttosto che estetico. Fermo Immagine rappresenta un insieme di istanti del tempo fissati per sempre: situazioni, sogni, pensieri e paure vengono fermati e congelati.
Francesco Begna lavora con la fotografia, il video e l’istallazione sonora, è uno studente dell’accademia Carrara di Bergamo ed espone in questa serata un’opera dal titolo “d u e o t t o b r e”:
Quando si è di fronte al cadavere, quel “prodotto finito di cui noi siamo la materia grezza” [Bierce 1911], subentra allora una preoccupazione universale “a due facce”: sopravvivere alla perdita dell’oggetto e far sopravvivere chi non c’è più. Riordinare,svuotare, e di nuovo riempire…

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesca

    Complimenti all’Assessore per l’otti mo lavor fatto su questa importante iniziativa!