BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al voto? Ma la Lega ?? pi?? spaccata di Pdl e Pd

Da Dagospia un articolo firmato Dagoreport: "La verit?? che nessuno dice ?? che ?? iniziata la corsa al dopo Bossi".

Più informazioni su

Da Dagospia un articolo firmato Dagoreport

La vera partita per le sorti della legislatura si gioca all’interno della Lega, più divisa del Pd e del Pdl messi insieme. Ma nessuno ne parla preferendo sempre dare l’impressione che Bossi sia il comandante supremo. Avvisate i pupi che non è così.
Ma cosa sta succedendo sul Carroccio del Dio Po? La verità che nessuno dice è che è iniziata la corsa al dopo Bossi. Una corsa che si gioca pesantissima tra due gruppi totalmente contrapposti.
Da un lato, il malconcio Senatur marcato sempre più a vista dalla badante Rosi Mauro, da sua moglie e dal figlio Trota a cui si è aggiunto il capogruppo alla Camera Reguzzoni; dall’altra, il gruppo dei moderati con a capo Bobo Maroni e il potente presidente della Commissione Bilancio Giancarlo Giorgetti il cui potere in Parlamento e sulle nomine viene attaccato proprio da Reguzzoni.
Lo scontro delle ultime ore è sull’appoggio o meno da dare per l’ingresso al governo dell’Udc di Pier-Calta. Bossi non ne vuole sentire parlare mentre Maroni e Giorgetti, che non vogliono le elezioni, sarebbero per un’apertura a Pierfurby che rilanci governo e legislatura.
Anche Robertino Calderoli sarebbe di quest’idea ma ha paura di sbilanciarsi troppo e di perdere quella fama di duro e puro che si è conquistato con la base leghista.
Il dibattito all’interno della Lega ruota sembre anche attorno al ruolo, presente e futuro, di Giulietto Tremonti. Il superministro è amato, ma non troppo, da Bossi ma è detestato da Maroni e Giorgetti.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da BASTA LEGAIOLI !!!

    BOSSI, MARONI, CALDEROLI, BORGHEZIO, TROTA ,BOSO, BELOTTI ,PIROVANO,CASTELLI,ECC.ECC. CON TUTTO IL RISPETTO..MA QUESTI SIGNORI SONO DEI POLITICI CHE STILANO DEI PROGRAMMI SERI AI CITTADINI ?

  2. Scritto da carmelo

    condivido Mariolino @8 . Troppi padroni-padrini nella politica Italiana. Rottamazione generale

  3. Scritto da certa gente non sa leggere

    Qyualcuno faccia presente al numero 6, ex padano, che c’è stato un calo di affluenza dl 20%… se si vanno a vedere le percentuali la lega è aumentata…. sui numeri a pari elettori probabilmente avrebbe allungato… e non è un leghista a dirlo..

  4. Scritto da mariolino

    Tutti i partiti troppo legati a un “padrone” politico sono destinati a esplodere nel giro di poco tempo dopo il suo ritiro. Praticamente la maggior parte dei partiti italiani ne ha uno (eccetto il PD, che invece forse ne avrebbe bisogno): Bossi, Berlusconi, Di Pietro, Casini e ora anche Fini. Via loro, chi altro?

  5. Scritto da Padano

    Non ha capito un tubo questo…lo sanno tutti che la “guerra” è tra Calderoli appoggiato da quelli che sentono il profumo di affari e Maroni appoggiato dallo stesso Bossi!

  6. Scritto da cuìn

    che patetica la badante mauro! ma è ancora segretaria del fantomatico sin.pa?

  7. Scritto da marilena

    ma dove l’hanno presa rosi mauro? Vederla inj parlamento è uno spettacolo davvero comico e triste, arrogante e volgare, con un fiore verde come spilla che è tutto un programma: proprio come quello del suo partito che fa acqua da ogni parte…

  8. Scritto da Giacobbe

    W il trota! ministro della pubblica istruzione!

  9. Scritto da Fra Gargario

    Che si dia inizio alle danze di Corte. Per chi è stato nella lega non c’è da stupirsi che prima o poi salti davvero il bubbone. Le lotte interne sono all’ordine del giorno. Se non fai come diciamo noi sei fuori dalle righe, bisogna essere bravi a galleggiare, si proprio come….ci siamo capiti. Vergogna un incapace come il Trota un bel stipendio da 10mila euro al mese e via come il padre e tanti altri. Ma qdo ci svegleremo?

  10. Scritto da expadano

    Intanto esiste già una realtà, che i leghisti fanno finta di non vedere.
    Nelle elezioni alla Camera del 2008 la Lega in provincia di Bergamo aveva preso 213.000 voti. In quelle Regionali del 2010 ne ha presi 181.000: cioè in due anni 30.000 bergamaschi l’hanno salutata… e nessuno ne parla, tra i leghisti. Una scissione c’è già stata, tra la lega e i suoi elettori ( la fonte è l’archivio Elezioni del Ministero degli Interni, quello di Maroni)

  11. Scritto da Se Maroni ha le p@lle è il momento di fare come Fini

    Non si può andare avanti con Bossi in difficoltà fisiche in balia di chi lo accompagna in bagno
    E non si può passare la leadership a Calderoli che dietro la fama di duro e puro ha asservito il consenso della Lega agli interessi di Berlusconi e di CL/CdO.
    Se Maroni facesse il “controcanto” come Fini e facesse una Lega vera, come Fini sta facendo una destra vera, molti lo seguirebbero.