BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“7 artiste per la ricerca”, una mostra al Mario Negri

Domenica 14 alle 11 l'Istituto Mario Negri inaugurer?? a Villa Camozzi una mostra di sette artiste che attraverso opere diverse raccontano il mondo della ricerca.

Si chiamano Mariella Bettineschi, Silva Cavalli Felci, Sonia Ciscato, Nicoletta Freti, Valentina Persico, Alfa Pietta, Maria Clara Quarenghi, ovvero “7 artiste per la ricerca” che è anche il titolo della mostra che l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri inaugurerà a Villa Camozzi, a Ranica, domenica 14 novembre alle 11.
Sette artiste di differenti origini e generazioni. Punto d’incontro è la città di Bergamo dove nascono le loro attività e si sviluppano le loro vite.
La loro arte, attraverso materiali e stili eterogenei, è costantemente una forma di ricerca, ovvero indagine, tensione, scoperta, stupore. La loro ricerca artistica è in questo senso vicina alla ricerca scientifica dell’Istituto Mario Negri: entrambe, infatti, pur nelle loro specificità, hanno l’obiettivo comune di spostare sempre più avanti i confini della conoscenza. Da questa condivisione di intenti, nel dialogo tra linguaggi diversi, nasce la mostra, durante la quale saranno esposti alcuni dei lavori più recenti delle artiste.
Così, sculture, installazioni, pitture, disegni e proiezioni invaderanno le sale di Villa Camozzi in un susseguirsi di visioni e paesaggi inaspettati e appositamente costruiti. Favole specchiate e riflesse, pennellate fluide e cromaticamente pulsanti, alberi di disegni e sculture levigate: l’incontro di sette artiste che hanno condiviso un percorso di progettazione e confronto fatto di ricerca e dedicato alla ricerca.
“La mostra – spiegano dall’Istituto Negri – vuole dare anche testimonianza della stimolante e proficua collaborazione instaurata in questi anni con le artiste ed essere un ringraziamento per la loro generosità. Dal 2005, infatti, partendo da un’idea di Mariella Bettineschi, è nato il progetto di chiedere ogni anno a un’artista bergamasca di visitare i laboratori del Mario Negri e incontrare i ricercatori per creare un’opera che esprimesse il loro “sentire”, la scienza e la ricerca. Le opere realizzate nel corso degli anni, a testimonianza di questo interessante percorso comune, sono state riprodotte su biglietti di auguri natalizi, e hanno anche permesso all’Istituto di realizzare ogni anno un’iniziativa di raccolta fondi caratterizzata da un valore culturale speciale”.
Ora, le loro opere saranno esposte a Villa Camozzi, in via Camozzi a Ranica.
La mostra resterà aperta fino al 5 dicembre da martedì a venerdì dalle 14 alle 18; il sabato e la domenica dalle 10 alle 18.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.