BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Via Moroni, riducete il tempo di chiusura delle sbarre”

Pubblichiamo la risposta dell'amministrazione comunale in merito ai manifesti anonimi affissi al passaggio a livello di via Moroni.

Più informazioni su

Pubblichiamo la risposta dell’amministrazione comunale in merito ai manifesti anonimi affissi al passaggio a livello di via Moroni.

L’Amministrazione Comunale intende essere sincera e trasparente verso i suoi cittadini.
L’ipotesi di realizzare un sottopasso sotto la linea ferroviaria in corrispondenza dell’attuale passaggio a livello di via Moroni è – in seguito ad un ulteriore serio approfondimento tecnico – risultata impraticabile. Ciò per la vicinanza delle case, la ristrettezza della sede stradale, la necessità di un sottopasso estremamente lungo e invasivo, la presenza di tutti i sottoservizi e di due rogge.
Le ipotesi sul tappeto erano:

1- Sottopasso solo pedonale e ciclabile: ha un’utilità evidentemente limitata a pochi utenti e un costo di circa 2 milioni di euro.

2- Sottopasso anche automobilistico: può essere, comunque, ad una sola carreggiata per ogni senso di marcia e quindi con necessità di semaforo. Dunque una soluzione che peggiora il problema. Il costo è previsto di circa 4 milioni di euro.

3- Riduzione del tempo di abbassamento delle sbarre, come nel successivo passaggio a livello la cui chiusura dura meno di un minuto.

E’ questa la soluzione prescelta perché l’unica efficace, ragionevole ed economicamente possibile in questi momenti di bilanci difficili. A tal fine proprio ieri abbiamo avuto un colloquio con le Ferrovie dello Stato ottenendo l’impegno ad uno studio molto accurato del problema.
A nostro parere, chi sostiene tesi diverse – nascondendosi dietro l’anonimato – non conosce la realtà o sbaglia clamorosamente il giudizio.
Non si possono spendere milioni di euro per un’opera monca, inadatta a risolvere il problema e urbanisticamente devastante.

Franco Tentorio e Gianfranco Ceci

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da polaroid

    si può fare ad un senso di marcia (si veda qual’è migliore in relazione ai flussi di traffico):certo che mettere il semaforo è un’idiozia…se queste sono le pensate dell’assessore alla mobilità, in che mani siamo! che poi ci siano dei costi, è la scoperta dell’acqua calda! ah ma la parola d’ordine è “non ci sono i soldi”!
    E intanto ci dicono che dobbiamo spendere per fare ripartire l’economia: con l’auto in coda con le sbarre abbassate,consumiamo noi e risparmiano loro: obiettivo raggiunto!

  2. Scritto da gigi

    I rappresentanti del Comune sono stati fin troppo educati nel rispondere ad un messaggio anonimo, senza entrare nel merito della questione.

  3. Scritto da Andrea

    bhe con una modifica alla viabilita’ si potrebbe realizzare anche il sottopasso ad una corsia…… oltre al fatto che non si valuta un altro progetto……certo faraonico ma che comporti l’interramento della ferrovia quando entra in citta’….. certo un bel progetto ma forse troppo oneroso e impossibile da realizzare…

  4. Scritto da bocciato al concorso per tecnici F.S

    Il problema dei tempi lunghi con le sbarre abbassate in via Moroni e in via Recastello è solo per i treni in partenza da Bergamo e non per quelli in arrivo. Infatti per i treni in partenza l’abbassamento delle sbarre viene effettuato a distanza dall’ufficio movimento e non da un sensore automatico. Siamo nel 2010 e le tecnologie ci sono…. ma forse mancano i tecnici specializzati…….

  5. Scritto da Marco Cimmino

    Fin de non-recevoir…

  6. Scritto da Andrea

    e se mettessimo due trampolini di qua e di la dalla strada??? che bello!!! si passa sopra il treno….
    parole parole parole……

  7. Scritto da ucce45

    ma il sottopasso c’e’ gia’, va in largo tironi…
    forse i 4 milioni non serve spenderli

  8. Scritto da Carlo Pezzotta

    Ma i nostri amministratori tutti, dx, sx, quelli di quà, quelli di là, lo sanno che siamo nel 2010?