BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sci sicuro sulle piste di Presolana e Monte Pora

Le societ?? degli impianti in collaborazione con Minitalia e maestri delle scuole di sci hanno realizzato un percorso didattico con cartelli, testi e disegni.

Più informazioni su

Sci più sicuro  per adulti,  giovani  e principianti grazie alle “ aule  didattiche a cielo aperto” allestite  in Presolana e Monte Pora con le norme  in materia di circolazione sciistica previste dalla legge Nazionale 363/2003. Stando ad una incisione rupestre rinvenuta nel 1928  in Norvegia, lo sci ha una storia lunga  settemila anni. Eppure,  spesso per motivi dovuti alla mancata conoscenza e non rispetto delle regole, sembra che sia fermo agli albori.
Tant’è che, l’imprudente velocità,  trasgressione dei regolamenti e regole di prudenza,  sono tra le  maggiori cause dei circa 25 mila infortuni  che ogni anno avvengono nelle stazioni sciistiche italiane. Per  dare la possibilità gli sciatori  di conoscere e rispettare le normative previste per legge nazionale e regionale,  a  tutela della loro ed altrui incolumità,  le società degli impianti di : Monte Pora e Presolana, in collaborazione con:  Minitalia e   maestri delle scuole  di sci di: “Vareno 2000,” “Monte Pora” e “Presolana”,  hanno realizzato un percorso didattico di educazione sciistica con  cartelli, testi e disegni studiati in modo da  facilitare  e  memorizzare  rapidamente i contenuti dei  singoli messaggi,  tra cui : l’obbligo del casco per i minori di 14 anni, come eseguire correttamente un sorpasso evitando di infastidire, urtare o mettere in difficoltà gli altri sciatori, a chi e come dare la precedenza in prossimità degli incroci tra piste, dove e come effettuare le soste, casa fare in presenza di sciatori infortunati .   Il tutto con particolare attenzione alla  precedenza  in prossimità di incroci che dovranno conoscere e adottare  anche gli sciatori provenienti da quelle Nazioni e Paesi dove invece, essendo in vigore il Decalogo Fis –  Federazione Internazionale sci -, questo tipo di precedenza non è prevista. L’undicesimo cartello del “Percorso didattico di educazione sciistica”,  ricorda  a tutti: apprendisti, agonisti e sciatori provetti,  che oltre alle  leggi: la prudenza, il controllo della velocità,  la buona educazione e rispetto per  se e per gli altri, contribuiscono a mantenere lo sci  quale  sport tra i più belli, divertenti, appaganti e sicuri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.