BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Qual è l’immagine migliore di Bergamo?

Come logo per caratterizzare l'immagine del turismo bergamasco è stata scelta l'immagine di Arlecchino. Tra queste ipotesi, voi quale scegliereste?

Come logo per caratterizzare l’immagine del turismo bergamasco è stata scelta l’immagine di Arlecchino. Tra queste ipotesi, voi quale scegliereste?

Partecipa al sondaggio di Bergamonews. Clicca qui.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da max

    un arlecchino nuovo di zecca : un pò bergamasco , un pò africano , un pò balcanico , un pò arabo , un pò sudamericano : si adatterebbe bene , dato che ormai è così ! E poi è mica una maschera metafora di tanti pezzi uniti ?

  2. Scritto da atalo

    L’ albero degli zoccoli ……….
    Un bell’ emblema che rammenti l’ opera di Olmi ..
    Ma ormai , forse forse , ahinoi , è troppo fuori tempo ………. e persino fuori luogo …….

  3. Scritto da 081

    stilizzerei un profilo di città alta con un aereo.

  4. Scritto da Carla Pozzi

    Fra i nomi bergamaschi più famosi all’estero figura G.Donizetti ma è difficile rappresentarlo in un logo. Personalmente avrei optato per il profilo di città alta (anche New York usa il profilo, scusate se è poco). Non avrei neppure trascurato un’opera di Giacomo Manzù oppure un la traduzione in logo di uno dei disegni di Longaretti. L’Arlecchino non lo condivido: non abbiamo un carnevale famoso, siamo una città d’arte e su questo occorre puntare.

  5. Scritto da Giupì

    I tre gozzi di Giupì

  6. Scritto da Gerry

    Lo skyline di città alta , non c’è dubbio.

  7. Scritto da Esageriamo

    Lo stemma del colleoni con le tre ….palle

  8. Scritto da vito

    Gigi il rosso

  9. Scritto da denise

    con l’immigrazione non vedo più ”bergamo” di anni fa.
    se poi ci attacchiamo ad ”arlecchino” come identità turistica,
    siamo caduti proprio in basso! per questo ci sentono deboli a bergamo.non esiste un simbolo che riconosca la nostra storia e si cerca di tenerlo invisibile, come se avessimo vergogna .

  10. Scritto da sepp

    tanto qui decidono sempre e solo i preti…
    così strade, palazzi e ospefali sono dedicati al papa,
    mentre tutti gli altri devono scomparire (vedi arlecchino e brighella).
    direi di valorizzare un po´ di più il leone di san marco e il nostro legame storico con venezia.

  11. Scritto da per @ 20

    Spiritoso.

  12. Scritto da giuliano

    QUESTO SAREBBE IL SIMBOLO DI BERGAMO ?
    Fra le maschere italiane é certamente la più conosciuta e popolare. E’ anche una delle più antiche, perché le sue origini si possono rintracciare nella figura del “diavolo burlone” delle favole medioevali e in seguito nel “buffone” delle compagnie di comici girovaghi alle corti principesche o fra i saltimbanchi e gli acrobati nelle fiere e nei mercati dei sobborghi, sempre affollati di gente in cerca di divertimento.
    Arlecchino ha un carattere stravagante e scapestrato. Ne combina di tutte, inventa imbrogli e burle a spese dei padroni avidi e taccagni dei quali é a servizio, ma non gliene va bene una. Intendiamoci Arlecchino non é uno stupido; magari è un ingenuo, talvolta forse un po’ sciocco, ma ricco di fantasia e immaginazione. In quanto a lavorare nemmeno a parlarne; fra Arlecchino ed il lavoro c’é una profonda incompatibilità.
    Una delle più celebri commedie di Carlo Goldoni, scritta dall’autore veneto nel 1745 è Il servitore di due padroni, nota anche come Arlecchino servitore di due padroni

  13. Scritto da il giudice

    Giambattista Moroni
    Giacomo Manzù
    Gaetano Donizetti
    Il Caravaggio (Michelangelo Merisi)
    Evaristo Baschenis
    Bartolomeo Colleoni
    Palma il Vecchio
    Andrea Fantoni
    Antonio Locatelli…. e tanti altri.
    Ma con una buffonesca maschera Bergamo si copre di pubblico ridicolo suscitando l’ilarità mondiale.
    Vorrei proprio sapere chi è il luminare, con di sicuro otto lauree, che ha scelto autonomamente la variopinta maschera, chi ha consegnato a costui tanto potere ?
    Che le istituzioni intervengano subito.

  14. Scritto da ottone erminio

    Il sole dell’impresa di Enos, tratto dalle tarsie del coro di Santa Maria Maggiore ( Lorenzo Lotto).

  15. Scritto da Gaetano

    Ma lo sapete o no chi era Gaetano Donizetti?

  16. Scritto da yok

    la curva nord

  17. Scritto da mochila fò

    il sole delle alpi…………….o il sole delle orobie ……………o il terribile ulk ( perchè diventa verde )

  18. Scritto da Bortolo

    Ma l’avete mai visto un logo o marchio turistico, vedi trentino o toscana con il faccione di un personaggio storico, illustre che sia? il logo deve essere un logo grafico semplice ed accattivante. A me piace l’idea di un arlecchino stilizzato e l’associazione di ogni colore ad un tema turistico. Le mura di città alta sono un simbolo della città, il logo per fortuna, rappresenta l’intera provincia.

  19. Scritto da yok

    bergamo citta dei mille …………zio garibaldi e i bergamaschi che partono per unire il sud ………………………troppo bello

  20. Scritto da biancaneve

    I sette nani, fra i nostri politici bergamaschi ce ne sono molti……

  21. Scritto da lele

    daniele belotti

  22. Scritto da Gaetano

    @ Alberto Brandolin
    Locatelli un grande, ma conosciuto solo da noi. Donizzetti un immenso conosciuto in tutto il mondo.

  23. Scritto da attenzione

    Tutte le rapine che stanno facendo in questi giorni!!!! Invernizzi dove sono le tue RONDE? Sveglia non cè solo via quarenghi.

  24. Scritto da Tizi23

    le mura ed il profilo di Città Alta…Arlecchino simpatico ma di Marionette ultimamente ce n’è piena l’aria…

  25. Scritto da Carlo Pezzotta

    Perfettamente d’accordo con Tizi23. Il profilo di Città Alta è usato da tantissime imprese e non capisco la miopia degli amministratori. L’Arlecchino mi sembra un simbolo troppo leggerotto e potrebbe far pensare anche a motivi un pò troppo grotteschi, quando invece il bergamasco è popolo serio e laborioso.

  26. Scritto da Alberto Brandolin

    Nessuna fra queste. Antonio Locatelli.
    Eroe pluridecorato, aviatore, pioniere dell’aria, “Gemello alato del Pericolo” come lo descrisse Gabriele D’Annunzio. Altro che Arlecchino e Papa Giovanni!

  27. Scritto da e

    se vogliamo far ridere…
    Carnevale sempre.
    E via…

  28. Scritto da DVP

    metterei le BANCARELLE, tanto amate dalla nostra giunta!!!!

  29. Scritto da il giudice

    Referendum popolare immediato per depennare il maldestro Arlecchino e poi vedremo di fare una lista seria.