BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Bergamo è una città troppo buia”

Una lettrice invita gli enti competenti a illuminare la città bassa per i turisti e non solo: "La luce a chi arriva in città è un benvenuto".

Più informazioni su

Una lettrice invita gli enti competenti a illuminare la città bassa per i turisti e non solo: "La luce a chi arriva in città è un benvenuto".

Egregio Signor Direttore,

la nostra bella città, che tanto ci sforziamo di migliorare , è assolutamente buia.
Banalmente ma irrimediabilmente buia, nel vero senso della parola: via Verdi è in assoluto la via meno illuminata, la via Frizzoni, Camozzi e molte altre ancora…
Il centro della città bassa è ciò che vedono i numerosi turisti che visitano Bergamo. E’ la nostra presentazione, la luce a chi arriva in città è un benvenuto che ci farebbe piacere.
Riserviamo le luci soffuse per Città Alta, centro storico medievale.
E’ un ‘osservazione che spesso sento fare dai numerosi turisti stranieri che sbarcano ad Orio e si fermano in città.
Credo che basterebbe poco a migliorare la situazione.
La luce dà sicurezza innanzitutto, di conseguenza maggior tranquillità e vivibilità.
La ringrazio dell’attenzione e spero che per suo tramite si possano attenzionare gli enti competenti.
Cordiali saluti
Patrizia Merati

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mozzese

    Anche via Broseta, nella parte alta, è poco illumitata e fracamente, per me donna, percorrerla in tarda sera, anche inquietante. Ma immagino che fastidio sarebbe, per gli abitanti della via, avere super luci tutte le notti dell’anno. Penso anch’io che il punto sia la cura, un’ illuminazione ben studiata ( vale per la città in genere) e non la quantità. E’ l’incuria che dà a me un senso di abbandono e di “depressione”, non le luci soffuse, rispettose.

  2. Scritto da ZIO BEPPE

    Dato che le strade di Bergamo sono buie come mai non ho mai visto nessuno uscire di notte con le candele o con le torce? Forse i bergamaschi hanno una vista a raggi X con tanto di Radar o forse che a Bergamo ogni cosa è buona per fare polemica? Il prossimo si lamenterà perché nella città manca la montagna più alta del mondo?

  3. Scritto da Claudio Carminati

    Bergamo è una città buia non perché manchino le luci, ma per la mancanza di partecipazione dei cittadini agli eventi culturali che, nonostante tutto e a dispetto di qualcuno, si continuano a promuovere. Manca la voglia di uscire,e si preferisce annebbiare il cervello assistendo a stupidi programmi televisivi. Occorre capire che la CULTURA è la base di tutto, in quanto essa è un bene comune, come l’acqua.E i teatri le biblioteche, i musei, i cinema, sono come tanti acquedotti.

  4. Scritto da barba

    @5
    Il bello di città alta sono proprio i vicoli illuminati dalla luce fioca che, soprattutto in questa stagione, rendono il borgo più magico. I monumenti sono illuminati e sono ben visibili, certo non come di giorno.
    Certo non c’è il tipico odor di piscio che si sente nelle stradine di Nizza per esempio, che oltre ad essere buie e maleodoranti sono anche malfamate. Questo giusto per citare la Francia

  5. Scritto da fab

    @9 La scarsa luce bianca e fredda che emanano i vecchi impianti di “illuminazione” di Città Alta sarebbe bella e adatta a un centro storico importante come il nostro? Io non direi proprio ma de gustibus… Sui monumenti devo proprio smentire, se si parla di Palazzo Nuovo in piazza Vecchia posso anche essere d’accordo ma se si parla di Santa Maria Maggiore per esempio proprio no, è al buio e le sue bellissime linee romaniche di notte non si vedono.

  6. Scritto da fab

    Per quanto riguarda la Costa Azzurra ci sono stato e solo oltrepassando il confine a Ventimiglia si entra in un altro mondo: paesi come Beaulieu, Villefranche, hanno un arredo urbano curato, aiuole curate, illuminazione elegante, case ben tinteggiate dai colori pastello…La costa è sempre quella, eppure al di là del confine tutto pare più bello. Perché? Io amo Bergamo e l’Italia ma proprio perché le amo penso che spesso basterebbe davvero poco per renderle ancora più belle.

  7. Scritto da Barba

    @10
    Che sia una buona idea modificare la luce notturna con qualcosa di più caldo sono d’accordo, che i monumenti di notte vadano illuminati a giorno no. Mi piace vedere le differenze tra il giorno e la notte e spesso i giochi di ombre di notte sono molto affascinanti.
    @11
    Se mi parli di piccoli centri sono d’accordo ma le città, vedi Nizza non mi sembra siano poi così curate

  8. Scritto da fab

    @barba Finalmente abbiamo trovato un punto d’incontro! :-) Comunque dia un’occhiata a queste immagini di Praga di notte, guardi cosa può fare l’illuminazione, cambia completamente l’aspetto di una città, guardi che meraviglia: http://www.tunliweb.no/Bilder_SM/_album_Praha2/A1-praha.jpg http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/7/7a/Prague_night.JPG http://woophy.com/images/photos/185/46/l/306265.jpg

  9. Scritto da ILCRIBRO

    Io invece ho raccolto impressioni di parecchi stranieri in visita alla ns. città che non hanno rilevato che la città è buia bensì che quando passeggiano per le nostre strade noi bergamaschi non guardiamo mai negli occhi colui che incrociamo, siamo sempre imbronciati e se hanno bisogno di informazioni la difficoltà più grande è riuscire a fermare qualcuno. Sindaci che ce la fate un’ordinanza che ci obblighi a essere un pò meno cafoni?

  10. Scritto da Tiziano Trivella

    Buia Bergamo? Io direi di abbassare ancor più le luci dopo le 21, tanto, dopo quell’ora, la città è solitamente deserta: a che serve illuminare le strade? Per chi? In giro a piedi non c’è nessuno; e le poche auto hanno i fari!
    E poi non c’è solo il centro: nessuno conosce via Perosi, estrema periferia di Longuelo? C’è un condominio che da oltre 18 anni ha scollegato la propria illuminazione interna perché quella della pubblica via basta e avanza: sembra una pista di atterraggio per aerei…

  11. Scritto da Paolo Comi

    S.Alessandro ha una illuminazione degli anni ’60.Per essere una via ultre centrale,che libidine!

  12. Scritto da angi

    Sono perfettamente daccordo con Patrizia Merati. Molte vie di Bergamo anche centrali sono “male ” illuminate, a volte non si vede dove mettere i piedi, ma non si vedono neppure i palazzi storici poiche alcune vie sono illuminate male e solo per terra. Prendiamo poi l’uscita e l’entrata del casello autostradale di Bergamo, sempra di essere in un paesino del Sud America. A confronto con Bergamo, Brescia e Verona sembrano dei luna park avveniristici!. I bastian contrari non sono da considerare.

  13. Scritto da barba

    @13
    Splendide foto niente da dire. Per me rimane comunque troppo “museale”. La notte con le sue ombre e il buio fanno apprezzare scorci molto particolari che non si notano con troppa luce e di giorno. E poi… le facciate dei palazzi e dei monumenti si vedono benissimo di giorno.
    Se ti capita, fai un giro in città alta, possibilmente di Lunedì dopo le 23.00, possibilmente quando piove o c’è nebbia in questa stagione. Ha un fascino molto particolare che troppe luminarie rovinerebbero

  14. Scritto da il giudice

    Più che buia Bergamo bassa è tetra.
    Fortuna vuole che tra poco le luminarie a festa illuminino la città, anzi essendo la cittadina orobica molto devota ritengo che il vescovado dovrebbe farsi carico di illuminare perennemente a sue spese la pia città.

  15. Scritto da claudio carminati

    Dispiace doversi ripetere ma, tuttavia, il fatto che non si capisca che il vero problema non sono le luci, anche se certo qualche miglioria sarebbe auspicabile (ma con coscienza e tecniche adeguate)mi impone di ripetere che la VERA LUCE è data dalla partecipazione della gente. Qualcuno ricorda l’estate scorsa? Bene, senza arrivare a certi eccessi che sanno un pò di populismo e di “panem e circenses” molto si può fare. Certo è che se noi al Centro preferiamo le moderne Cattedrali del consumo….

  16. Scritto da Mario

    Io vivo in centro e la sera esco spesso per una passeggiata rilassante. Non mi sembra che Bergamo Bassa sia una citta’ buia e insicura. Mi piace comunque poter ancora distinguere il giorno dalla notte, e a volte poter ancora vedere qualche stella senza dover andare in alta montagna o nel deserto.
    Non mi piacerebbe sicuramente un centro citta’ illuminato come la galleria di un centro commerciale o come un luna park.

  17. Scritto da paoletta

    sono d’accordo con @1
    l’inquinamento luminoso e lo spreco energetico sono da combattere, non da incentivare.

  18. Scritto da barba

    Un giorno arriverà qualcuno a scrivere al Direttore perchè un turista straniero si è lamentato che a Bergamo non c’è il mare!

  19. Scritto da fab

    Sono completamente d’accordo. Ma ancore peggio di Città Bassa è Città Alta, che dovrebbe essere il fiore all’occhiello di Bergamo e invece di sera è di un buio pazzesco, ma io dico sempre nessuno se ne accorge? Monumenti come Santa Maria Maggiore, il Duomo e soprattutto la sua cupola, la torre del Gombito, sono scarsamente illuminati e le vie sono tuttora illuminate dalla luce fioca dei lampioncini sospesi anni 50 invece che da belle lanterne eleganti degne di un centro storico.

  20. Scritto da fab

    Ma non c’è niente da fare, gli italiani come sempre non sanno valorizzare ciò che hanno. Dovremmo imparare un po’ da paesi come la Francia, dove anche il più brutto dei villaggi sembra bello per come è valorizzato, per l’illuminazione scenografica che ha. Non parliamo poi di città come Parigi, dove la luce e lampioni in stile sono parte integrante del paesaggio e contribuiscono enormemente alla sua bellezza. Altro che inquinamento luminoso.