BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pena dimezzata, Feltri sospeso 3 mesi

Nell'ultima votazione (la terza) il Consiglio si ?? diviso a met??: 66 i voti favorevoli e 66 contrari a confermare la sospensione di sei mesi.

Il Consiglio dell’Ordine nazionale dei giornalisti ha ridotto da sei a tre mesi la sospensione inflitta dall’Ordine della Lombardia a Vittorio Feltri per il caso Boffo. A quanto si apprende, nell’ultima votazione (la terza) il Consiglio si è diviso a metà: 66 i voti favorevoli a confermare la sospensione di sei mesi, 66 quelli per la riduzione della sanzione a tre mesi. Come da regolamento, ha prevalso la soluzione più favorevole all’"imputato".
"Non
mi aspettavo niente di meglio": è questa la prima reazione del giornalista di Bergamo alla notizia. "D’altronde si era visto subito che la maggioranza era ostile, così come peraltro accaduto a Milano".

 

LETTO PER VOI

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Manuela

    Concordo con Rodolfo Pandolfini. Ad Alfredo suggerisco di informarsi perchè fare la figura dell’ignorante non è bello. A meno che lui scelga di essere così.

  2. Scritto da bastacasta

    x6: in compenso mentre lui sara ad hammantigua a noi italiani rimarranno i danni fatti da lui ed i suoi berluscones.. e ahime’.. ci sara’ ben poco da ridere…

  3. Scritto da 081

    …intanto in un momento politico così delicato, ad uno dei pochi giornalisti di centro-destra è stato messo il bavaglio per tre mesi.Un cittadino può essere pro o contro S.B., nulla da dire; ma non vedo dove sia il problema nel leggere i quotidiano diretti da Feltri, ed aggiungo, o da Belpietro?Chi non lo pensa come gli elettori del centro sinistra è trattato come se avesse il colera.

  4. Scritto da Rodolfo Pandolfini

    @Alfredo Se vuoi si può parlare anche di Berlusconi, qui però si parlava di Feltri. Possiamo parlare di tutte le persone appartenenti al genere umano, ma rischieremmo di fare confusione. Non mi sembra il modo migliore di discutere quello di tirare sempre in ballo altri. A meno che il tuo obiettivo non sia quello di discutere di un argomento bensì quello di schierarti a priori.

  5. Scritto da Alfredo

    @ Rodolfo Pandolfini, non fare il furbo, discorsi a difesa di “Boffo” su questo sito ne sono stati fatti a iosa per attaccare Feltri. Ed era una accusa a metà poichè di fatto Boffo fu comunque inquisito e punito. Che poi Feltri l’abbia acccusato di essere gay non capisco lo scandalo: oggi è un valore aggiunto.
    Ma nessun intervento sulle decine di diffamazioni nei confronti di S.B. da parte di numerosi altri direttori di testata. Infatti questi NON VENGONO MAI TIRATI IN BALLO SU QUESTO BLOG.

  6. Scritto da Rodolfo Pandolfini

    @Alfredo II Dici giusto un decreto penale di condanna c’era, peccato che il documento che diceva che Boffo era un noto omosessuale noto alle forze dell’ordine fosse falso. E’ proprio per questo che Feltri andrebbe radiato. perché su una notizia minore vera ci ha costruito la mega bufala diffamatoria (non a caso ieri Feltri ha dichiarato che il vero colpevole non è lui ma Sallusti). E’ un po’ come se tu prendi una multa e io vado in giro a dire che tu sei un noto alcolizzato.

  7. Scritto da Illusione

    @ BG1970
    Non ti illudere, vedremo che ne dirà il popolo italiano alle elezioni di marzo.

  8. Scritto da Giuseppe

    @ bastacasta
    Danni? Quali danni?
    Mai stati così bene in Italia. I danni solo ai lazzaroni ed ai nullafacenti.
    Quelli non lazzaroni e non nullafacenti purtroppo pagano i danni creati da una economia mondiale in recessione, non certo per colpa di Silvio Berlusconi che ne ha contenuto gli effetti. Basta vedere all’estero cosa succede: anche li non son rose e fiori.

  9. Scritto da Rodolfo Pandolfini

    @Alfredo scrive cose inesatte e mi costringe a essere pedante. 1) il reato di molestie telefoniche non è la stessa cosa del reato di stalking che il codice rubrica in una fattispecie ben precisa. 2) quella di Boffo non fu una condanna vera e propria. Il giudice in seguito alla denuncia del querelante emise un procedimento per decreto. In pratica come prevede la legge in questi casi emise un decreto di penale di condanna senza processo. Boffo poteva impugnare il provvedimento ma non lo fece.

  10. Scritto da 081

    @2: bravo Alfredo!!!Evidentemente scrivere contro S.B. comporta una sorta di immunità…e poi li senti parlare di bavaglio dell’informazione.Che pena!!!!!!

  11. Scritto da Alfredo

    E le penalità per le cazzate che si scrivono su Silvio Berlusconi?
    Il direttore di Repubblica dovrebbe chiuderere per almeno 10 anni

  12. Scritto da mario

    concordo con il Sig. Pandolfini : il vero scandalo e’ l’ esistenza di questo ordine, a che serve ? Se una persona presa dalla strada scrive un articolo in italiano corretto con opinioni condivisibili o meno e’ un giornalista.

  13. Scritto da Alfredo

    @1 Rodolfo Pandolfini
    E dei killeraggi politici contro Silvio Berlusconi che mi dici?
    Ma vatti a nascondere Rodolfo Pandolfini. E poi se Boffo era innocente, perchè si è dimesso o lo hanno fatto dimettere: in fondo una sentenza di condanna per stalking c’era, e tu vuoi radiarlo per averlo comunicato?

  14. Scritto da BG1970

    x2-5: fortunatamente a breve del nonno Silvietto non si parlerà più…. ne resterà solo un brutto ricordo.

  15. Scritto da Rodolfo Pandolfini

    Vergognoso. Ennesima dimostrazione dell’inutilità assoluta dell’ordine. In questo caso l’unica sanzione era la radiazione perpetua dall’albo. Quello di Feltri è stato un vero e proprio in un caso di killeraggio politico.