BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dischi per l’isola deserta: dopo Danilo Sacco c’?? Cristina Don??

Dopo l'intesa serata con la voce dei Nomadi venerd?? tocca alla cantautrice Cristina Don?? raccontare quali sono i cinque dischi che porterebbe su un'isola deserta.

Tocca a Cristina Donà raccontare quali sono i cinque dischi che porterebbe su un’isola deserta agli appassionati di musica della Valseriana (ma anche del Sebino e delle altre zone della Bergamasca) che stanno affollando gli appuntamenti nella sala municipale di Fino del Monte. La cantante e autrice fra le più originali e sensibili del panorama nazionale e internazionale, è infatti la protagonista della serata di venerdì 12 novembre, presentata, accolta, coccolata come sempre da Paolo Mazzucchelli, l’ideatore dell’iniziativa che ha già visto partecipare Alessandro Ducoli e Danilo Sacco, voce (e autore) dei Nomadi. 
Un Danilo Sacco che nell’incontro seriano non solo ha illustrato le sue scelte musicali, ma si è lasciato andare ai ricordi
di quando, leader della Comitiva Brambilla di Canelli (già Underfire) ha cominciato a frequentare Lovere e i dintorni. La nostalgia che traspare dalle parole di Sacco è legata soprattutto a un certo modo di fare musica: "Allora (vent’anni fa) era anche amicizia, la persona veniva sempre prima dell’artista. Adesso è velocità e gara. Penso a X-Factor o occasioni simili per i giovani . Ma la musica non è competizione, è altro. Penso a quando, chiamato a esibirmi in qualche locale, cercavo di convincere gli organizzatori a invitare altri gruppi che conoscevo e ritenevo bravi. Figurati se adesso fanno così…".
C’è dell’amarezza nelle parole di Danilo Sacco, entrato da un paio di decenni a far parte della intensa vita dei Nomadi, gruppo tra i più amati e seguiti non solo in Italia. "Sono stato un privilegiato, dal punto di vista economico e della fama, ma so che ho perso un po’ me stesso. Fa parte delle regole del gioco, lo so, ma a un certo punto ti accorgi che non ti appartieni più". 
E Danilo il vortice del successo l’ha pagato anche fisicamente con tre ricoveri per infarto. Così tra un  disco amato e l’altro (i suoi preferiti sono di Kate Bush, Peter Gabriel, Jethro Tull, Pete Townshend degli Who, e Tom Petty) annuncia di voler cambiare vita: "In primavera uscirà un mio disco realizzato insieme a Massimo Bubola che nel mondo della musica è uno dei miei migliori amici (mi ha anche dedicato una canzone "Addio goodbye"): canto le sue canzoni, dal Cielo d’Irlanda ad Andrea a Fiume Sand Creek…". 
Confessioni, annunci, ricordi… la scaletta dei dischi preferiti è un pretesto nelle serate di Fino del Monte. Dopo Cristina Donà toccherà, il 26 novembre, a Tiziano Incani,  poliedrico e appassionato artista locale il cui dissacrante alter ego “Il Bepi” è divenuto negli anni un fenomeno di costume oltre che un cantante dialettale… E poi? E poi si spera in una seconda e terza e… edizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.