BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gomme da neve, come sceglierle

Sono molto utilizzate in Europa e si stanno diffondendo anche in Italia. Migliorano l'aderenza quando la temperatura scende sotto i 7 gradi.

Più informazioni su

Intanto sarebbe il caso di mettere da parte l’espressione «gomme da neve», perché porta fuori strada. Stiamo entrando, semmai, nella stagione delle gomme invernali. Come ricordano le ordinanze che, in linea con le recenti modifiche del Codice della Strada, in molte zone del Paese stanno piovendo sulla testa degli automobilisti, imponendo loro l’obbligo di circolare con «speciali pneumatici invernali» (invernali, appunto, non da neve) o «idonei mezzi antisdrucciolevoli» (tradotto: catene) nel bagagliaio. E il fatto che la Provincia di Milano, bersagliata dalle critiche, abbia fatto slittare il suo provvedimento non toglie nulla all’attualità del tema. A Milano, a questo punto, già che ci sono, farebbero bene a rivederla, l’ordinanza, più che rinviarla. Perché come minimo è generica (parla di «veicoli», tutti quanti, comprese le moto, che sotto la neve certo non bloccano il traffico) e velleitaria (perché la multa può essere solo minacciata, visto che gli enti proprietari delle strade devono prima avvisare gli automobilisti con l’apposita segnaletica, che scarseggia). Ma, obblighi a parte, su un «dettaglio» c’è poco da discutere: le gomme invernali, in questo periodo, sono più sicure di quelle estive. Più sicure su neve, brina, pozzanghere, fango…
MESCOLE ELASTICHE – A confermarlo è un «utente» che sull’asfalto ha impiantato la sua vita, ieri come pilota di F1, oggi come istruttore di guida. «Con temperature medie sotto i 7 gradi – spiega Siegfried Stohr – le mescole estive si cristallizzano, la gomma s’indurisce, l’aderenza si riduce. Mentre le mescole invernali rimangono elastiche e si aggrappano meglio all’asfalto gelido». Tutto ciò significa maggiore aderenza in accelerazione e in frenata, in salita e in discesa, sul dritto e in curva. L’auto è più maneggevole, tiene meglio la strada, accorcia (anche del 30%) la frenata.
ANCHE SULLE 4X4 – Non è solo questione di neve, si diceva. Infatti: «Le gomme invernali hanno solchi più profondi e i tasselli sono formati da lamelle – fa notare Ivan Capelli, anche lui ex pilota di F1 e oggi commentatore Rai -. È vero che i tasselli imprigionano la neve e danno più trazione, ma è anche vero che aumenta il drenaggio dell’acqua, migliorando sensibilmente la tenuta sul bagnato».
Quattro gomme invernali o solo due? «Con due si è in regola per la legge, ma non per la sicurezza – risponde Capelli – perché si possono creare situazioni d’instabilità in curva, in discesa, in frenata». E se l’auto ha la trazione integrale? «Non fa molta differenza: anche le 4×4 possono rimanere piantate nelle neve».
PIU’ CHE IN PASSATO – Il lato sicurezza è chiaro ai tedeschi: in Germania il 55% del mercato pneumatici è formato da invernali. Per questo, da quelle parti, anche con la neve si viaggia spediti. «In Italia c’è stato un formidabile aumento delle vendite negli ultimi anni, senza interventi legislativi – dice Stefano Parisi, capo del marketing Pirelli. – Segno che la sicurezza è tenuta in conto anche da noi». Già: nel 2009 il mercato italiano è cresciuto del 45%; quest’anno si stima un +70%. Ma la fetta degli invernali sarà pari al 25%. Per i consumatori, insomma, c’è sempre da metter mano al portafogli. «Ma alla lunga si risparmia – puntualizza Stohr. – Io, a Rimini, metto le invernali da dicembre a marzo. E mentre viaggio in sicurezza, allungo la vita delle gomme estive».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.