BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

E’ scontro aperto sulla statua di Alberto da Giussano

Le minoranze vogliono che la stutua di Alberto da Giussano sia spostata dall'Auditorium perchè "è un simbolo politico" ma il Comune non ne vuole sapere.

Più informazioni su

Per le minoranze lì non ci può stare ma il Comune non ne vuole sapere di spostarla: Alberto da Giussano, la statua realizzata da Alessandro Bigatti per l’amministrazione comunale di Calvenzano, deve restare dove si trova, ovvero nell’atrio dell’Auditorium di Largo XXV Aprile dove è stata collocata da qualche mese. Continua a far discutere a Calvenzano la scultura in ferro che l’autore ha donato nello scorso maggio al Comune.
Le minoranze, ora, sono andate all’attacco perché la statua deve essere spostata: “è simbolo di un partito politico” precisano Natale Molinari (Lista per Calvenzano) e Giuseppe Invernizzi (Pdl per Invernizzi) ma per il Comune non è così.
Alberto da Giussano resta dov’è perché “non ha connotati politici ma storici” e poi perchè "è stata donata al Comune".  E proprio attorno alla storia l’amministrazione comunale avrebbe intenzione di organizzare nel 2011, durante i festeggiamenti per l’unità d’Italia, una conferenza dedicata alle figure storiche e leggendarie che hanno contribuito alla storia nazionale e Alberto da Giussano non sarebbe eslcuso. Intanto, però, la polemica continua.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Michele Galante

    Ricordo che Alberto da Giussano fu il simbolo della prima unità militare del rinato esercito italiano dopo l’8 settembre 1943. La Legnano prima ed il Corpo Italiano di Liberazione dopo lo usarono come simbolo durante e dopo la II guerra mondiale .
    E’ il simbolo di ripudio ad ogni costo dell’oppressione straniera..come i tedeschi che ci invasero dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943. W la Legnano! W i reduci militari della Guerra di Liberazione. Visitate il monumento a Basella. W l’Italia

  2. Scritto da il giudice

    Ancora a bisticciare penosamente per una statuetta, ma non avete di meglio da fare e pensare a Calvenzano.

  3. Scritto da Gaetano Bresci

    io vorrei una grande statua di un glorioso difensore della razza umana: GOLDRAKE !

  4. Scritto da me

    bellalì, la scultura a me piace assai …ma assai

  5. Scritto da boss

    L’amministrazione nasconde la propria incapacità ad amministrare con queste boutade di pessimo gusto. Per la cronaca: l’artista che ha donato la statua non è altro che un militante della Lega.
    E’ stato tutto pianificato a tavolino.
    Ultima chicca: pure l’udc in coalizione con la Lega (difende la scelta della statua). Cosa non si fa per le poltrone!!!

  6. Scritto da Raffaele

    Questi sono gli interventi e le scelte che sanno fare!! Lombardi e Cittadini di Calvenzano continuate a votarli e vedrete risolti così i problemi del Paese.
    Finiamola di ascoltare e seguire la cultura leghista e interessata, riprendiamoci la democrazia dell’ Italia, mandiamoli tutti a casa senza più privilegi a verificare come si guadagna il pane lavorando onestamente.

  7. Scritto da Armando

    una statua di un bel nudo femminile sarebbe più consono a rappresentare gli ideali “bunga bunga” di questa coalizione di governo, lega compresa.

  8. Scritto da marilena

    meglio ancora un nudo del cavaliere con pelo trapiantato…

  9. Scritto da bunga bunga

    In via Calvenzano a Treviglio c’è la piattaforma ecologica chiedete se nei rifiuti altamente inquinanti possono smaltire la vostra statua di alberto da giussano e buttate anche il trota e famiglia.

  10. Scritto da Carlo Pezzotta

    Cittadini di Calvenzano, provate a chiedere ai vostri ammin.ri se è veramente esistito sto alberto. Andate nel web e fate una semplice ricerca e ne verrete a capo!