BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Centrale fotovoltaica nei campi: no del Comune

Deciso un ricorso al Tar anche se i lavori per la centrale della Itt Energy, contro cui si era espresso anche il presidente della Provincia, sono già iniziati.

Più informazioni su

Ricorrere alle energie rinnovabili rappresenta per un Comune una scelta positiva verso la sostenibilità, ma può di contro, rappresentare un problema se ciò va a ledere gli interessi dei cittadini e del territorio. È quanto sta accadendo a Castelli Calepio, dove la Provincia ha dato l’autorizzazione (giunta agli uffici comunali il 16 settembre) alla costruzione di una centrale fotovoltaica su richiesta della società Itt Energy e sulla quale il Comune si mostra in disaccordo.
La centrale occuperebbe un territorio agricolo pari a sei campi da calcio in piena campagna per una potenza di 950 chilowatt. Il problema era già stato reso noto mesi fa dal Presidente della Provincia Ettore Pirovano, ed ora anche il Consiglio prende posizione contro il provvedimento e nella delibera di Giunta n. 134 del 11 ottobre dice: “Con deliberazione consiliare n.20 del 15 luglio è stata accolta una mozione da parte di tutti i consiglieri comunali con la quale esprimevano il proprio dissenso all’ipotesi di installazione sul territorio Comunale di parchi fotovoltaici in aree agricole e nella stessa si precisava che, in caso di mancato accoglimento di tale dissenso, si dava incarico all’Amministrazione Comunale di agire per via legale”.
Ora risulta necessario per il Comune di Castelli Calepio, ricorrere al Tar Lombardia per annullare l’autorizzazione, anche se purtroppo i lavori sono già iniziati e per il Comune ci sono poche possibilità di imporre la propria volontà.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea Marchesi

    Vorrei comunicare gentilmente alla redazione di Bergamonews che quest’articolo è già apparso sul quindicinale Araberara. Quantomeno avreste dovuto citare la fonte, per correttezza del lavoro degli altri, nello specifico del mio. Chiaramente l’avete rimaneggiato, ma un particolare non mi sfugge: la misura dei sei campi da calcio. Calcolo che ho fatto io stesso. Vi consiglio di scovarvele da soli le notizie, è troppo facile stare in scia del gregario che si va il c….

  2. Scritto da me so de Calsinat

    ma vedi un po’, il sindaco Bizzoni è interessato all’ambiente?speriamo che faccia qualcosa per evitare che i cumuli di immondizia nei suoi piazzali non mandino continuamente odori sgradevoli nelle zone limitrofe,soprattutto nell’abitato di Calcinete.Tanto lui abita a Castelli…Come al solito si predica bene ma si razzola male.Persone così interessate non dovrebbero neanche per scherzo entrare in politica….ma abbiamo certi esempi !!!!!!

  3. Scritto da Ginetto

    mi chiedo solo perchè, il comune, prima abbia rilasciato la licenza edilizia, e solo dopo molti mesi abbia deciso di assumere una posizione contraria.Come per l’antenna a Calepio , stessa procedura…
    per il supermercato invece prima il sindaco ha presentato ricorso, poi ha approvato…

  4. Scritto da Francesco

    Ben fatto!

    Con l’esiguità di aree verdi presenti sul territorio comunale, i pannelli fotovoltaici posso e dovono essere montati sopra i capanno dell’area industial-artigianale.