BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“La misura ?? colma”, Seriate contro la crescita di Orio video

Ecco la lettera sottoscritta da tutti i capigruppo del Consiglio Comunale di Seriate in merito alla questione aeroportuale.

Ecco la lettera-comunicato sottoscritta da tutti i capigruppo del Consiglio Comunale di Seriate in merito alla questione aeroportuale, ed in particolare all’approvazione dei nuovi scenari e alla zonizzazione acustica

La politica bergamasca si sta occupando ormai da settimane della questione aeroportuale.
All’ordine del giorno, in queste ore, vi è l’approvazione delle linee isofoniche, di quella famosa zonizzazione prevista dalla normativa e che manca, incredibilmente, dal 2003. Niente di nuovo sotto il sole dirà qualcuno, tuttavia qualcosa di diverso si nota: il Comune, la Provincia di Bergamo, i vertici di Sacbo ed Enac sembrano spingere con vigore per l’approvazione.
Illuminati sulla via di Damasco? Può essere, come può essere che la voce del territorio si stia facendo davvero forte: per ora è rimasta inascoltata, certo, ma far finta di non sentire è sempre più difficile. E chissà, non è da escludere nemmeno che l’annuncio di una denuncia penale da parte di centinaia di cittadini qualche disagio lo stia suscitando…
Il Consiglio Comunale di Seriate, primo organo politico-rappresentativo a farlo, ha recentemente assunto una posizione chiara nel richiedere la definizione delle linee isofoniche, ma lo ha fatto affermando l’assoluta intollerabilità di crescite ulteriori di traffico aereo senza le opportune azioni di tutela del territorio, chiedendo per questo, fra le altre cose, un ridimensionamento del numero di voli notturni.
Invece, ad oggi, si discute su come suddividere tremila voli in più, sostenendo che ad est dobbiamo avere pure qualche decollo diurno (per non far sentire troppo soli quelli notturni?…). Siamo esterrefatti.
Chiediamo che la voce dei cittadini, ovunque risiedano, sia ascoltata e rispettata perché la misura è colma:
avere a cuore il futuro dello scalo e consolidarne il futuro significa condividerne lo sviluppo con i Comuni interessati, non imporlo.
In una frase, si chiede di aprire una discussione politica vera, a 360 gradi, istituendo un tavolo di confronto e verifica sul territorio e col territorio. Dopotutto, tutto il gotha dell’economia bergamasca insieme alle firme più illustri della stampa locale, ormai, sostengono la stessa cosa: allora si smetta di auspicarlo e lo si faccia. Subito.
Finora l’unica cosa certa è che Sacbo continua a rifiutare qualunque confronto di natura politico industriale, rinviando sine die la scelta strategica tra traffico passeggeri e traffico merci, respingendo ogni ipotesi di quantificazione di sviluppo futuro. Chiede ai Comuni di approvare linee isofoniche che gli consentano di “legalizzare” il proprio sviluppo, ma in cambio non concede nulla: questo non è accettabile. Dov’è l’indagine epidemiologica? Dov’è il Piano di Rischio? Cosa si risponde al Comune di Stezzano che ha mostrato attraverso uno studio indipendente la sottostima dei reali valori di inquinamento acustico?
A tutti gli amministratori locali seduti in Commissione Aeroportuale chiediamo:
– Siete certi di aver visionato e valutato come corretta tutta la documentazione necessaria a dotarsi di una zonizzazione legittima?
Perché abbassare la testa davanti a chi non è disposto a confrontarsi su nulla che riguardi la salute ed il futuro delle migliaia di persone che voi rappresentate?
Non possiamo che auspicare allora che facciate valere il vostro ruolo ed esigiate dall’ente gestore il rispetto di tutte le prescrizioni: molte di esse sono importantissime premesse all’approvazione delle linee, altre contestuali. L’affermazione che ne siano tutte conseguenti è una profonda mistificazione della realtà… Sì alle linee isofoniche, certo, ma linee corrette: avete verificato gli effetti di queste sul vostro territorio? Quante delocalizzazioni, quanti indennizzi, quanta parte del vostro territorio vedrà ridursi il proprio valore? E soprattutto, quale qualità della vita potrete offrire ai vostri cittadini? Si pensa davvero che qualche vetro doppio basti a risolvere tutto?
Politica è assunzione di responsabilità, assolutamente, ma assunzione consapevole, costruita su conoscenza e competenza. Non c’è più posto per l’approssimazione, la superficialità, l’estemporaneità, diversamente il prezzo che tutti noi dovremmo pagare sarebbe troppo alto: ben più alto di questi meravigliosi dispenser di cherosene gratuito che ogni giorno sfiorano i tetti delle nostre case.

I Capigruppo Consiliari della Città di Seriate
Damiano Amaglio (Lista Albatro)
Cristian Vezzoli (Lega Nord)
Morgan Cortinovis (Rif.Comunista)
Carlo Vallenzasca (Partito Democratico –IdV)
Luigi Vezzoli (Lista Saita)
Federico Reseghetti (Il Popolo della Libertà)

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gabriele

    ci sarà pure una via di mezzo fra gli opposti estremismi che si scatenano ogni volta che si paral di aeroporto: o va tutto bene ed in nome del porgresso del lavoro e di quant’altro tutti subiscano e tacciano, oppure è una bomba ad orlogeria era meglio andare con il carretto e quindi radiamolo pure al suolo.
    (segue…)

  2. Scritto da gabriele

    (…segue)

    siamo nel 2010, siamo andati sulla luna 50 anni fa, l’aeroporto fa utili, non può pensare di investire in strutture e procedure che abbassino l’impatto di rumore, inquinamento e rischio per chi gli abita vicino

    (…segue…)

  3. Scritto da gabriele

    (…segue)
    siamo nel 2010, siamo andati sulla luna 50 anni fa, l’aeroporto fa utili, l’aeroporto, il Comune equnat’altri di competenza non possono cercare e dedicare le migliori intelligenze per arrivare a delle curve isofoniche che non includano nell’area di rispettto nessun quartiere intero, segnandolo così con il sigillo della “ghetto disagiato” da cui scappare e dove non andare

    fra tutto va bene e tacete, e il tutto va male e radiamolo al suolo ci sarà pure una via più relistica

    cordialità

  4. Scritto da block!!!

    @30
    bene
    Allora visto che sei così geniale… qual è codesta via di mezzo?
    Mi sembra anche che tra i vari commenti si parli anche, tra coloro che sono pro aeroporto, di alcune proposte (e noi proponiamo e non critichiamo a differenza tua) per mitigare il problema ambientale e aiutare quella gente, cosa che gli estremisti non fanno. Cercale tra ipost. Aguzza la vista, visto che ti ritieni così acuto
    Stammi bene

  5. Scritto da Andrea

    che l’areoporto sia un vantaggio è indiscutibile…. che ci siano dei disagi pure…. ma dice bene il commento 22 gu… chi ha permesso di costruire fino quasi sulla pista di decollo creando problemi a chi ha acquistato casa e allo sviluppo dell’areoporto?? chi è stato a far in modo che adesso siamo al collasso sia per la sopportazione che per lo sviluppo dell’area???? ovviamente nessuno e i cittadini pagano sia in soldi che in salute…come al solito….

  6. Scritto da giobatta

    in una situazione di progressiva deindustrializzazione, ai “bergamaschi” non è parso “vero” e potersi aggrappare “fieri” all’aeroporto , il cui sviluppo è sostanzialmente legato al business di UNA compagnia. Ora ci si sforza di adattare questa infrastruttura sempre più ingombrante ad un territorio grandemente antropizzato. L’unica vera soluzione radicale è spostare lo scalo 5 km più a sud, in aperta campagna. A proposito, viene controllato il rispetto delle rotte di decollo?

  7. Scritto da cio

    @33
    no: evacuare chi abita vicino (punto D) alle piste e vediamo se l’avv. ha il coraggio di denunciare anche i locali che hanno autorizzato le case vicino alle piste.

  8. Scritto da bwv

    Basta interrare la Grassobbio-Seriate e prolungare la pista così gli aerei decollano più alti.
    Se si vuole si può.

  9. Scritto da ata

    Un tale personaggio SEA nel 1992, guardacaso giudice di pace tale Pignatelli, aveva asserito che Colognola aveva problemi pregiudiziali contro l’aeroporto. Esisteva già il comitato.
    Qualcuno mi sa dire perchè visto che:
    1) a Colognola sta bene il traffico del 2003
    2) non si prevedeva sviluppo superiore a 1 milione di passeggeri
    Mi piacerebbe conoscere un giudizio di tanti qui che si dicono illuminati. Grazie.

  10. Scritto da lex

    lavoro si pero’ bisogna pagarli dignitosamente se no come si cureranno del cancro che prenderanno (studi epidemiologici non fatti) quei poveri lavoratori? sempre i soldi per pochi e la salute per nessuno

  11. Scritto da zh

    @7 Se parliamo di rumore posso essere d’accordo
    Se parliamo di cancro guardiamo a molte altre ditte che occupano poche persone e inquinano molto
    Guardiamo alle autostrade e ad alla politica dei trasporti su gomma e su rotaia che sono problematiche non da poco.
    Guardiamo allo stato pensoso dei trasporti a Bergamo (verso Milano o Brescia ad esempio) che dipendono dagli amministratori locali (Premiata ditta Formigoni-Cattaneo con supporto di PDL-Lega).
    Si possono fare studi non demonizzare a priori

  12. Scritto da 75

    VIVA ORIO E LA SUA ESPANSIONE SISISISISISISISISIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!

  13. Scritto da luigi

    come (in altre cose in italia) la salute e il rispetto delle persone viene dopo il guadagno.. fosse almeno dei poveri operai, no i soldi li intascano ancora i soliti a scapito di tutti.. ma come si legge dalla maggior parte dei commenti l’ignoranza nella bergamasca regna ancora sovrana.. parlate di lavoro si, ma poi a che vi serve se vivete sol oper quello e per di più con tumori sopra la testa!! Provate un pò ad andare all’estero a veder come si comportano i ncerte situazioni..

  14. Scritto da luciano015

    Si possono aumentare i voli in due modi:
    1. Si aumentano le piste in modo da aumentare il parallelismo diurno, e non fare decolli notturni
    2. Non si aumentano le piste, e si aumentano invece i decolli notturni o seminotturni.
    La prima è la scelta di chi vuol fare una attività industriale non applicando criteri da terzo mondo.
    La seconda è la scelta dei furbi che fannno pagare a tutti i vantaggi di alcuni.
    Poi ci sono alcuni corifei che nemmeno si sforzano di capire.

  15. Scritto da corti-novis

    mi dice un mosca che passava per caso…. che report della Gabanelli ha ne suo cestino un servizio su l’areoporto e i suoi danni e anche i suoi benefici…. la mosca mi dice passando di li che ci sono ostacoli bipartisan….. sono sempre dell’idea che questo osatacoli siano nella partecipazione delle istituzione nella gestione dell’areoporto che non vogliono essere accusati… elezioni vicine??

  16. Scritto da greatguy

    caro poeret io giro e parecchio….e ti confermo che orio è un gioiellino….e chi parla a vanvera sei tu….!!!!

  17. Scritto da John Locke

    E’ incredibile come ci sia sempre qualche genio che irrompe con commenti da ultras pro aeroporto, gente che parla di prestigio come se fosse più importante quello della salute delle persone. Io abito a quasi 20 km da orio e quindi potrei tranquillamente fare il supporter dello sviluppo, ma è giusto verso chi ha grossi disagi? Poi magari tra dieci anni vien fuori tipo la storia dell’eternit….Ma il nuovo genio di turno risponderà: “basta esser provinciali, dominiamo il mondo, orgogliosi…..”

  18. Scritto da roby

    perchè invece non creare un terminal 2 con una nuova pista più giù nella nella bassa?

  19. Scritto da ...

    ma questi signori non erano quelli che gridavano a gran voce “manca la zonizzazione”? ora che sembra ad un passo, fanno dietro front… davvero il comitato “milamentodunquesono” ci ha stufato da un pezzo!!

  20. Scritto da www.idvseriate.it

    Fa un po’ specie vedere il ciellino capogruppo PDL smentire quanto asserito da Rossano Breno all’Assemblea della Compagnia delle Opere. In quell’assise ( non più di tre giorni fa ) la componente imprenditoriale del movimento ispirato a Don Giussani invocava un ampliamento dell’aereoporto di Orio al Serio.
    Vedremo chi stann pigliando per i fondelli……

  21. Scritto da Sir Isaac Newton

    x 14: in ogni caso meglio dominare che essere dominati (punto primo); non ti rendi conto dela gran comodità che hai a 20 km e vai ciarlando (punto secondo); quando salterà fuori una cosa tipo eternit, probabilmente sarai già con gli angeli (punto terzo).
    Cordiali saluti (punto quarto: l’educazione prima di tutto!)

  22. Scritto da blue tall horse

    @14 orgogliosi ma non di treviglio

  23. Scritto da Ciarli uàit

    @14
    ma che seghe mentali ti fai? Ognuno la pensa come vuole!!!

  24. Scritto da ciolt

    Farei in modo che tutte le fasce vicino all’aeroproto (non solo la D) possano avere offerta una nuova casa ben lontano da Orio.

  25. Scritto da gu

    Già che ci siamo, perché se la gente sapeva che una casa era vcino alla’eroporto l’hanno comprata? Io metterei dentro il sindaco delle concessioni edilizie e i geometri e/o architetti che hanno costruito nonostante la presenza dell’aeroporto. Si faccia una bell’indagine e si metta in galera chi di dovere.

  26. Scritto da bergamasco vero e fiero dell'aeroporto del norditalia

    @11 son d’accordo sul prolungamento della pista, fino a 5Km
    @15 terminal 2 vicino all’OrioCenter e pista dietro verso sud
    Collegamento coperto e ampio tutta l’ampiezza del terminal sull’autostrada che collega il vecchio (attuale terminal)
    Stazione ferroviaria di Orio sotterranea collegata con il passante di Milano

  27. Scritto da NON NE POSSO PIU'

    @23 Bravo ma siamo a BG (italia) non in Spagna o Svezia. I nostri fantastici politici “locali del territorio viciniallagente nordforever probabilmente non capiscono nemmeno ciò che hai detto!! A meno che ciò non voglia dire la creazione di qualche poltrona!!

  28. Scritto da birillo

    quando si parla dell’aeroporto salgono i toni ingiuriosi e maleducati di chi lo sostiene. Lo stile è sempre lo stesso e ho i dubbi che anche la persona sia sempre la stessa. Quello che non capisco è questa difesa a oltranza. Ma chi è costui: il proprietario dell’aeroporto?

  29. Scritto da asd

    Probabilmente a questa gente non sta a cuore il lavoro di centinaia di persone….

  30. Scritto da usiamoilcervello

    Finalmente qualche amministratore che difende i propri cittadini, indipendentemente dal colore politico, e non come a Bergamo che si approva il piano di sviluppo e si chiede il treno per Orio (un altro ponte di Messina?)
    Ai bergamaschi veri e fieri propongo di fare un aeroporto vicino a Caravaggio (avete già lo sponsor Pirovano). Liberando le aree di Orio costerebbe niente.
    Se poi amano così tanto gli aerei possiamo dargliene uno come supposta.

  31. Scritto da GREATGUY

    W L’EROPORTO W LA SUA CRESCITA W LO SVILUPPO ABBASSO I BURTULI’

  32. Scritto da manfred von richthofen

    Noi Bergamaschi siamo proprio provinciali!!!
    Dovremmo esere orgogliosi del nostro aeroporto e invece…
    Di questo passo viaggeremo tutti in auto e in “treno”…
    wow

  33. Scritto da poeret

    asd.. e invece a te sta più a cuore il lavoro delle persone o la salute?
    GREATGUY.. la sua creescità? ma ci metti piede ogni tanto? l’hanno appena allargato e già è al collasso, nel corridoi passi a malapena, ai gates colonne (sabato ero fuori dalla porta!!!) servizi pari a 0.. burtulì? gira il resto del mondo e valuta quell oche vedi, invece di parlare a vanvera..
    Nessuno dice nn sia comodo o altro, ma ci sono limiti da rispettare, di rumori ,salute e servizi.. nn siamo al trasporto animali

  34. Scritto da julius

    un altro comitato dei no..
    ridicoli, forse non provano un pò di vergogna…???

  35. Scritto da attvar

    OK ALLORA SPOSTIAMOLO, DIAMO TUTTO A MONTICHIARI COSì QUELLI DI SERIATE CHE LAVORANO AD ORIO POTRANNO STARE TRANQUILLI E FARANNO I PENDOLARO SERIATE – MONTICHIARI….

  36. Scritto da bergamasco vero fiero dell'aeroporto del norditalia

    @25
    1) In questa serie di commenti non ci sono ingiurie
    2) Come tu hai diritto di reclamare, noi abbiamo diritto di difendere.
    Chiaro?
    3) @24 Anche noi non ne possiamo più. Ma quello che dici non ha nessun senso. Se si vuole si può fare. Quello che ho scritto non richiede un mago.