BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incarico confermato all’inserviente albanese

Il consiglio di amministrazione della Fondazione Mottini ha superato le divergenze scoppiate la scorsa settimana.

Più informazioni su

La vicenda che nei giorni scorsi ha scosso Romano di Lombardia, riguardante l’assunzione di una signora albanese come addetta alle pulizie della scuola materna non statale “Mottini”, si è (momentaneamente) chiusa. Durante un incontro tenutosi lo scorso venerdì, il consiglio di amministrazione della Fondazione Mottini ha confermato l’incarico alla cittadina albanese.
Gino Ravelli
, esponente Pdl e presidente della Fondazione, aveva deciso di prolungare fino a dicembre 2010 il contratto di lavoro alla signora che già dal gennaio scorso si occupa delle pulizie nella materna. Antonella Poloni e Angelo Deleidi, esponenti della Lega Nord e membri del consiglio di amministrazione nominati dal sindaco Michele Lamera, si erano però opposti alla decisione: trattandosi di un lavoro in tempo di crisi, i due consiglieri intendevano dare la precedenza a cittadini bergamaschi. Poco importa che la signora abbia 36 anni e viva da 18 nella provincia orobica: la Lega aveva espresso dubbi anche sulla sua assunzione nello scorso gennaio.
Poloni e Deleidi contestavano a Ravelli di aver deciso in autonomia di prolungare il contratto alla signora, senza averne discusso in consiglio. Ravelli, dal canto suo, sosteneva fosse una scelta dettata dalla praticità: l’incarico era comunque di pochi mesi, a regime di 20 ore settimanali.
Per alcuni giorni si è creduto che il sindaco potesse sostituire i consiglieri leghisti della Fondazione, generando attriti fra Pdl e Lega. Lamera ha però incontrato il segretario sezionale della Lega Nord Gian Antonio Ambrosini assieme a Gino Ravelli, cercando di appianare la questione. Venerdì il cda della Fondazione (formato da Poloni e Deleidi, dai due parroci pro tempore di Romano e dal presidente Ravelli) ha quindi votato all’unanimità la conferma dell’incarico alla cittadina albanese, almeno fino al 31 dicembre. Staremo a vedere cosa succederà a partire dal 1 gennaio. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marilena

    se fossi un imprenditore, avrei offerto un posto di lavoro a questa signora, in barba alla prepotenza di certi leghisti…